Tu sei qui

Corleto Monforte

84020
Abitanti: 
685
Superficie: 
58kmq
Area parco: 
58kmq
Altezza slm: 
678kmq

Corleto fu fondato probabilmente da popolazioni lucane intorno al V secolo a.C., in una posizione che dominava la valle della Fasanella, popolata da genti greche. Le testimonianze di quest’antica interazione sono nei numerosi reperti, anche di pregevole fattura, trovate nel territorio corletano. Il nome, originariamente Coryletum, deriva dall’abbondanza di alberi di nocciolo (Corylus avellana). Lo sviluppo del borgo è stato segnato dalla presenza dell’Ospedale di San Zaccaria, che, direttamente legato all’Ospedale Santo Spirito di Roma, godeva di molti privilegi. Il centro storico è ricco di elementi architettonici d’interesse, primo fra tutti la torre difensiva e le chiese, come quella dei Santi Filippo e Giacomo dove la leggenda vuole sia conservato il libro spirituale di San Pietro, lasciato dall’Apostolo stesso dopo aver sostato nel paese.
 
Sorge in meravigliosa posizione arroccata e panoramica, su uno sperone a forma di nave tra due torrenti alle pendici sudorientali dei monti Alburni. La felice collocazione è ulteriormente impreziosita dalla presenza del vasto Bosco di Corleto, in cui faggi, betulle, elci, aceri abeti e abeti bianchi si susseguono in un ambiente insolito e incontaminato. Da visitare l’importante Museo Naturalistico degli Alburni.