Tu sei qui

Ottati

84020
Abitanti: 
736
Superficie: 
53kmq
Area parco: 
53kmq
Altezza slm: 
530kmq

 

Il Comune sorge ai piedi di un monte irto alle falde meridionali della catena dei Monti Alburni, Ottati ha origine medievale e nasce dalla distrutta città di Fasanella. Le maggiori attrazioni artistiche sono il Santuario della Madonna di Cordoneto, costruito ai piedi del paese nel XV secolo e ampliato nel XVIII, e il Convento di San Domenico (1480). La struttura più pregevole di quest’ultimo è senz’altro il chiostro con un doppio ordine di colonne: in pietra viva quello superiore e in pietra morta quello inferiore. Infine il Convento dei Cappuccini in cui è conservata una Sacra Spina della Corona di Cristo. Una particolare rassegna d’arte contemporanea è rappresentata dal ciclo di 80 murales lungo il perimetro urbano.
Il punto di riferimento turistico del comune è il rifugio Panormo, dal quale si dipartono numerosi percorsi escursionistici che si dipanano tra le spelonche di Campo Farina, le sorgenti del fiume Fasanella e la Grotta di Santa Croce, vecchio rifugio di briganti dove si può ancora vedere la pietra su cui veniva preparata la polvere da sparo. Ottati è zona di produzione dei vini DOC “Castel San Lorenzo”. La festa patronale in onore di San Biagio si celebra il 7 luglio.