Parco Nazionale del Cilento, vallo di Diano e Alburni http://www.cilentoediano.it/sito/ Fri, 19 Jul 2019 05:49:43 GMT FeedCreator 1.8.0-dev (info@mypapit.net) Prima pagina http://www.cilentoediano.it/sito/ <![CDATA[

Sito istituzionale del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

]]>
Tue, 16 Apr 2013 07:13:34 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/
Finalità http://www.cilentoediano.it/sito/ente/finalita <![CDATA[

L’art. 3 dello Statuto dell’Ente Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano stabilisce che.

Art. 3 — Finalità — 1. L’Ente Parco ha il compito di perseguire le seguenti finalità di tutela ambientale e di promozione sociale:
12fla) tutelare, valorizzare ed estendere le caratteristiche di naturalità, integrità territoriale ed ambientale, con particolare riferimento alla natura selvaggia dell’area protetta;
b) salvaguardare le aree suscettibili di alterazione ed i sistemi di specifico interesse naturalistico; conservare e valorizzare il patrimonio storico-culturale — artistico; migliorare la copertura vegetale in relazione a specifici interessi di carattere naturalistico, produttivo e protettivo;
c) favorire, riorganizzare ed ottimizzare le attività economiche, in particolare quelle agricole, zootecniche, forestali, turistiche, con particolare riferimento alla naturalità e biodiversità, ed artigianali e promuovere lo sviluppo di attività integrative compatibili con le finalità precedenti;
d) promuovere attività di ricerca scientifica e studio di educazione ambientale nonché concernenti la crescita culturale delle popolazioni residenti;
3. L’Ente Parco assume, inoltre, tra i suoi obiettivi prioritari anche i seguenti:
a) ripristinare le aree marginali mediante ricostruzione e difesa degli equilibri ecologici;
b) individuare forme di agevolazione a favore dei privati singoli o associati che intendano realizzare iniziative produttive o di servizio compatibili con le finalità istitutive del Parco Nazionale;
c) promuovere interventi a favore dei cittadini portatori di handicap per facilitare l’accessibilità e la conoscenza del Parco.
d) Attuare iniziative dirette a valorizzare l’ambiente marino, anche miranti a promuovere l’istituzione (o l’ampliamento) da parte degli organi competenti di aree naturali protette.

Più analiticamente, l’Ente persegue le summenzionate finalità generali attraverso l’emanazione di atti e pareri propri nei seguenti ambiti specifici:

  • Strumenti urbanistici generali
  • Strumenti urbanistici attuativi
  • Varianti agli strumenti urbanistici
  • Iistanze di condono e sanatoria
  • Istanze di attività e di edilizia privata
  • Istanze di utilizzazioni boschive e piani di assestamento forestale
  • Valutazioni di impatto ambientale
  • Valutazioni di incidenza per i procedimenti di competenza

L’Ente persegue le finalità di tutela del suolo, della fauna e della flora attraverso:

  • la produzione di cartografie tecniche e tematiche;
  • l’attività di previsione, prevenzione e contenimento degli squilibri ecologici;
  • la programmazione, controllo e gestione delle attività di Antincendio Boschivo;
  • i piani di Gestione delle aree SIC e ZPS;
  • gli studi, ricerche e monitoraggio nel campo della conservazione della natura;
  • le attività di previsione e prevenzione antincendio (Piano Antincendio Boschivo);
  • i rapporti con gli altri enti preposti per le problematiche connesse alla conservazione della flora e della fauna;

Nei confronti della comunità locale, l’ente interviene tra l’altro con:

  • contributi e finanziamenti per attività culturali e ricreative;
  • organizzazione di fiere, esposizioni, mostre, convegni e seminari;
  • valorizzazione e promozione dei prodotti agroalimentari;
  • fgestione di importanti finaziamenti comunitari e nazionali;
  • investimenti attuati in collaborazione con gli Enti Locali;
  • educazione ambientale;
  • informazione ecologica e naturalistica;
  • indennizzi per il mancato taglio boschivo;
  • indennizzi per i danni da fauna.
]]>
Mon, 27 May 2013 07:50:29 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/finalita
Legge istitutiva http://www.cilentoediano.it/sito/ente/normativa-e-documenti/legge-istitutiva <![CDATA[

Legge 6 dicembre 1991, n. 394

LEGGE QUADRO SULLE AREE PROTETTE


TITOLO I Principi generali

Art. 1 - Finalità e ambito della legge
Art. 2 Classificazione delle aree naturali protette
Art. 3 Comitato per la aree naturali protette e Consulta tecnica per le aree naturali protette
Art. 4 Programma triennale per le aree naturali protette
Art. 5 Attuazione del programma; poteri sostitutivi
Art. 6 Misure di salvaguardia
Art. 7 - Misure di incentivazione


TITOLO II Aree naturali protette nazionali

Art. 8 Istituzione delle aree naturali protette nazionali
Art. 9 Ente parco
Art.10 Comunità del parco
Art.11 Regolamento del parco
Art.12 - Piano per il parco
Art.13 Nulla osta
Art.14 Iniziative per la promozione economica e sociale
Art.15 - Acquisti, espropriazioni ed indennizzi
Art.16 Entrate dell’Ente parco ed agevolazioni fiscali
Art.17 Riserve naturali statali
Art.18 Istituzione di aree protette marine
Art.19 - Gestione delle aree protette marine
Art.20 Norme di rinvio
Art.21 Vigilanza e sorveglianza


TITOLO III Aree naturali protette regionali

Art. 22 Norme quadro
Art. 23 Parchi naturali regionali
Art. 24 Organizzazione amministrativa del parco naturale regionale
Art. 25 Strumenti di attuazione
Art. 26 Coordinamento degli interventi
Art. 27 Vigilanza e sorveglianza
Art. 28 Leggi regionali


TITOLO IV Disposizioni finali e transitorie

Art. 29 Poteri dell’organismo di gestione dell’area protetta
Art. 30 Sanzioni
Art. 31 Beni di proprietà dello Stato destinati a riserva naturale
Art. 32 Aree contigue
Art. 33 Relazione al Parlamento
Art. 34 - Istituzione di parchi e aree di reperimento
Art. 35 - Norme transitorie
Art. 36 Aree marine di reperimento
Art. 37 Detrazioni fiscali a favore delle persone giuridiche e regime per i beni di rilevante interesse paesaggistico e naturale
Art. 38 Copertura finanziaria

 


TITOLO I Principi generali



Art. 1 Finalità e ambito della legge

1. La presente legge, in attuazione degli articoli 9 e 32 della Costituzione e nel rispetto degli accordi internazionali, detta principi fondamentali per l’istituzione e la gestione delle aree naturali protette, al fine di garantire e di promuovere, in forma coordinata, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturale del paese.
2. Ai fini della presente legge costituiscono il patrimonio naturale le formazioni fisiche, geologiche, geomorfologiche e biologiche, o gruppi di esse, che hanno rilevante valore naturalistico e ambientale.
3. I territori nei quali siano presenti i valori di cui al comma 2, specie se vulnerabili, sono sottoposti ad uno speciale regime di tutela e di gestione, allo scopo di perseguire, in particolare, le seguenti finalità:
4. I territori sottoposti al regime di tutela e di gestione di cui al comma 3 costituiscono le aree naturali protette. In dette aree possono essere promosse la valorizzazione e la sperimentazione di attività produttive compatibili .
5. Nella tutela e nella gestione delle aree naturali protette, lo Stato, le regioni e gli enti locali attuano forme di cooperazione e di intesa ai sensi dell'articolo 81 del decreto del Presidente della Repubblica 24 Luglio 1977, n.616 e dell'articolo 27 della legge 8 giugno 1990, n.142.

Torna all'indice


Art. 2 Classificazione delle aree naturali protette

1. I parchi nazionali sono costituiti da aree terrestri, fluviali, lacuali o marine che contengono uno o più ecosistemi intatti o anche parzialmente alterati da interventi antropici, una o più formazioni fisiche geologiche, geomorfologiche, biologiche, di rilievo internazionale o nazionale per valori naturalistici, scientifici, estetici, culturali, educativi e ricreativi tali da richiedere l’intervento dello Stato ai fini della loro conservazione per le generazioni presenti e future.
2. I parchi naturali regionali sono costituiti da aree terrestri, fluviali lacuali ed eventualmente da tratti di mare prospicienti la costa, di valore naturalistico e ambientale, che costituiscono, nell’ambito di una o più regioni limitrofe, un sistema omogeneo individuato dagli assetti naturali dei luoghi, dai valori paesaggistici ed artistici e dalle tradizioni culturali delle popolazioni locali.
3. Le riserve naturali sono costituite da aree terrestri, fluviali, lacuali o marine che contengono una o più specie naturalisticamente rilevanti della flora e della fauna, ovvero presentino uno o più ecosistemi importanti per le diversità biologiche o per la conservazione delle risorse genetiche. Le riserve naturali possono essere statali o regio nali in base alla rilevanza degli interessi in esse rappresentati.
4. Con riferimento all’ambiente marino, si distinguono le aree protette come definite ai sensi del protocollo di Ginevra relativo alle aree del Mediterraneo particolarmente protette di cui alla legge 5 marzo 1985, n.127, e quelle definite ai sensi della legge 31 dicembre 1982, n.979.
5. Il Comitato per le aree naturali protette di cui all’articolo 3 può operare ulteriori classificazioni per le finalità della presente legge ed allo scopo di rendere efficaci i tipi di protezione previsti dalle convenzioni internazionali ed in particolare dalla convenzione di Ramsar di cui al decreto del Presidente della Repubblica 13 marzo 1976, n.448.
6. La classificazione delle aree naturali protette di rilievo internazionale e nazionale, qualora rientrino nel territorio delle regioni a statuto speciale e delle province autonome di Trento e di Bolzano, ha luogo d’intesa con le regioni e le province stesse secondo le procedure previste dalle norme di attuazione dei rispettivi statuti d’autonomia e, per la regione Valle d’Aosta, secondo le procedure di cui all’articolo 3 della legge 5 Agosto 1981, n.453.
7. La classificazione e l’istituzione dei parchi nazionali e delle riserve naturali statali sono effettuate, qualora rientrino nel territorio delle regioni a statuto speciale e delle province autonome di Trento e di Bolzano, d’intesa con le stesse.
8. La classificazione e l’istituzione dei parchi e delle riserve naturali di interesse regionale e locale sono effettuate dalle regioni.
9. Ciascuna area naturale protetta ha diritto all’uso esclusivo della propria denominazione.

Torna all’indice


Art. 3 Comitato per la aree naturali protette e Consulta tecnica per le aree naturali protette

1. E» istituito il Comitato per le aree naturali protette, di seguito denominato «Comitato», costituito dai Ministri dell’ambiente, che lo presiede, dell’agricoltura e delle foreste, della marina mercantile, per i beni culturali e ambientali, dei lavori pubblici e dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica, o da sottosegretari delegati, e da sei presidenti di regione o provincia autonoma, o assessori delegati, designati per un triennio, dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano. Alle riunioni del Comitato partecipano, con voto consultivo, i presidenti, o gli assessori delegati, delle regioni nel cui territorio ricade l’area protetta, ove non rappresentate. Alla costituzione del Comitato provvede il Ministro dell’ambiente con proprio decreto.
2. Il Comitato identifica, sulla base della Carta della natura di cui al comma 3, le linee fondamentali dell’assetto del territorio con riferimento ai valori naturali ed ambientali, che sono adottate con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro del l’ambiente, previa deliberazione del Comitato.
3. La Carta della natura è predisposta dai servizi tecnici nazionali di cui alla legge 18 maggio 1989, n.183, in attuazione degli indirizzi del Comitato. Essa integrando, coordinando ed utilizzando i dati disponi bili relativi al complesso delle finalità di cui all’articolo 1, comma 1, della presente legge, ivi compresi quelli della carta della montagna di cui all’articolo 14 della legge 3 dicembre 1971, n.1102, individua lo stato dell’ambiente naturale in Italia, evidenziando i valori naturali e i profili di vulnerabilità territoriale. La Carta della natura è adottata dal Comitato su proposta del Ministro dell’ambiente. Per l’attuazione del presente comma è autorizzata la spesa di lire 5 miliardi nel 1992, lire 5 miliardi nel 1993 e lire 10 miliardi nel 1994.
4. Il Comitato svolge, in particolare, i seguenti compiti:
5. Il Ministro dell'ambiente convoca il Comitato almeno due volte l'anno, provvede all'attuazione delle deliberazioni adottate e riferisce sulla loro esecuzione.
6. Ove sull’argomento in discussione presso il Comitato non si raggiunga la maggioranza, il Ministro dell’ambiente rimette la questione al Consiglio dei ministri, che decide in merito.
7. E» istituita la Consulta tecnica per le aree naturali protette, di seguito denominata «Consulta», costituita da nove esperti particolarmente qualificati per l’attività e per gli studi realizzati in materia di conservazione della natura, nominati, per un quinquennio, dal Ministro dell’ambiente, di cui tre scelti in una rosa di nomi presentata dalle associazioni di protezione ambientale presenti nel Consiglio nazionale per l’ambiente, tre scelti, ciascuno, sulla base di rose di nomi rispettiva mente presentate dall’Accademia nazionale dei Lincei, dalla Società botanica italiana, dall’Unione zoologica italiana, uno designato dal Consiglio nazionale delle ricerche e due scelti in una rosa di nomi proposta dai presidenti del parchi nazionali e regionali. Per l’attuazione del presente comma è autorizzata una spesa annua fino a lire 600 milioni a partire dall’anno 1991.
8. La Consulta esprime pareri per i profili tecnico-scientifici in materia
9. Le funzioni di istruttoria e di segreteria del Comitato e della Consulta sono svolte, nell'ambito del servizio Conservazione della natura del Ministero dell'ambiente, da una segreteria tecnica composta da un contingente di personale stabilito, entro il limite complessivo di cinquanta unità, con decreto del Ministro dell'ambiente di concerto con il Ministro del tesoro e con il Ministro per gli affari regionali. Il predetto contingente è composto mediante apposito comando di dipendenti dei Ministeri presenti nel Comitato, delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano, nonché di personale di enti pubblici anche economici, ai quali è corrisposta una indennità stabilita con decreto del Ministro dell'ambiente di concerto con il Ministro del tesoro. Fanno parte del contingente non più di venti esperti di elevata qualificazione, assunti con contratto a termine di durata non superiore al biennio e rinnovabile per eguale periodo, scelti con le modalità di cui agli articoli 3 e 4 del decreto-legge 24 luglio 1973, n.428, convertito dalla legge 4 agosto 1973, n.497. Con proprio decreto il Ministro dell'ambiente, sentiti i Ministri che fanno parte del Comitato, disciplina l'organizzazione della segreteria tecnica. Per l'attuazione del presente comma è autorizzata una spesa annua fino a lire 3,4 miliardi a partire dall'anno 1991.

Torna all'indice


Art. 4 Programma triennale per le aree naturali protette

1. Il programma triennale per le aree naturali protette, di seguito denominato «programma», sulla base delle linee fondamentali di cui all’articolo 3, comma 2, dei dati della Carta della natura e delle disponibilità finanziarie previste dalla legge dello Stato: a) specifica i territori che formano oggetto del sistema delle aree naturali protette di interesse internazionale, nazionale e regionale quali individuate nelle vigenti disposizioni di legge, statali e regionali, operando la necessaria delimitazione dei confini; b) indica il termine per l’istituzione di nuove aree naturali protette o per l’ampliamento e la modifica di quelle esistenti, individuando la delimitazione di massima delle aree stesse; c) definisce il riparto delle disponibilità finanziarie per ciascuna area e per ciascun esercizio finanziario, ivi compresi i contributi in conto capitale per l’esercizio di attività agricole compatibili, condotte con sistemi innovativi ovvero con recupero di sistemi tradizionali, funzionali alla protezione ambientale, per il recupero e il restauro delle aree di valore naturalistico degradate, per il restauro e l’informazione ambientali; d) prevede contributi in conto capitale per le attività nelle aree naturali protette istituite dalle regioni con proprie risorse, nonché per progetti delle regioni relativi all’istituzione di dette aree e) determina i criteri e gli indirizzi ai quali debbono uniformarsi lo Stato, le regioni e gli organismi di gestione delle aree protette nell’attuazione del programma per quanto di loro competenza, ivi compresi i compiti relativi alla informazione ed alla educazione ambientale delle popolazioni interessate, sulla base dell’esigenza di unitarietà delle aree da proteggere;
2. Il programma è redatto anche sulla base delle indicazioni di cui all’articolo 1 della legge 31 dicembre 1982, n.979.
3. Il programma fissa inoltre criteri di massima per la creazione o l’ampliamento di altre aree naturali protette di interesse locale e di aree verdi urbane e suburbane, prevedendo contributi a carico dello Stato per la loro istituzione o per il loro ampliamento a valere sulle disponibilità esistenti.
4. La realizzazione delle previsioni del programma di cui al comma 3, avviene a mezzo di intese, eventualmente promosse dal Ministro del l’ambiente, tra regioni ed enti locali, sulla base di specifici metodi e criteri indicati nel programma triennale dell’azione pubblica per la tute la dell’ambiente di cui alla legge 28 agosto 1989, n.305. L’osservanza dei predetti criteri è condizione per la concessione di finanziamenti ai sensi della presente legge.
5. Proposte relative al programma possono essere presentate al Comitato da ciascun componente del Comitato stesso, dagli altri Ministri, da regioni non facenti parte del Comitato e dagli enti locali, ivi comprese le comunità montane. Le proposte per l’istituzione di nuove aree naturali protette o per l’ampliamento di aree naturali protette esistenti possono essere altresì presentate al Comitato, tramite il Ministro dell’ambiente, dalle associazioni di protezione ambientale individuate ai sensi dell’articolo 13 della legge 8 luglio 1986, n.349, ovvero da cinquemila cittadini iscritti nelle liste elettorali.
6. Entro 6 mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, il Ministro dell’ambiente presenta la proposta di programma al Comitato il quale delibera entro i successivi sei mesi. Il programma è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Il programma ha durata triennale ed è aggiornato annualmente con la stessa procedura. In sede di attuazione del primo programma triennale, il programma stesso finalizza non meno di metà delle risorse di cui al comma 9 ai parchi e riserve regionali esistenti, a quelli da istituire e a quelli da ampliare. Esso ripartisce le altre risorse disponibili per le finalità compatibili con la presente legge ed in particolare con quelle degli articoli 7, 12, 14 e 15, ed è predisposto sulla base degli elementi conoscitivi e tecnico-scientifici esistenti presso i servizi tecnici nazionali e le amministrazioni statali e regionali.
7. Qualora il programma non venga adottato dal Comitato nel termine previsto dal comma 6, si provvede con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, previa deliberazione del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’ambiente.
8. In vista della formulazione del programma è autorizzata la spesa da parte del Ministero dell’ambiente di lire 22,9 miliardi per il 1991 e lire 12 miliardi per il 1992 per l’avvio delle attività connesse alla predisposizione della Carta della natura nonché per attività di informazione ed educazione ambientale.
9. Per l’attuazione del programma ed in particolare per la redazione del piano per il parco di cui all’articolo 12, per le iniziative per la promozione economica e sociale di cui all’articolo 14, per acquisti, espropriazioni ed indennizzi di cui all’articolo 15, nonché per interventi con nessi a misure provvisorie di salvaguardia e primi interventi di riqualificazione ed interventi urgenti per la valorizzazione e la fruibilità delle aree, è autorizzata la spesa di lire 110 miliardi per il 1992, lire 110 miliardi per il 1993 e lire 92 miliardi per il 1994.

Torna all’indice


Art. 5 Attuazione del programma; poteri sostitutivi

1. Il Ministro dell’ambiente vigila sull’attuazione del programma e pro pone al Comitato le variazioni ritenute necessarie. In caso di ritardi nell’attuazione del programma tali da pregiudicarne gravemente le finalità, il Ministro dell’ambiente, sentita la Consulta, indica gli adempi menti e le misure necessarie e fissa un termine per la loro adozione decorso il quale, previo parere del Comitato, rimette la questione al Consiglio dei ministri che provvede in via sostitutiva anche attraverso la nomina di commissari ad acta.
2. Il Ministro dell’ambiente provvede a tenere aggiornato l’elenco ufficiale delle aree protette e rilascia le relative certificazioni. A tal fine le regioni e gli altri soggetti pubblici o privati che attuano forme di protezione naturalistica di aree sono tenuti ad informare il Ministro dell’ambiente secondo le modalità indicate dal Comitato.
3. L’iscrizione nell’elenco ufficiale delle aree protette è condizione per l’assegnazione di contributi a carico dello Stato.

Torna all’indice


Art. 6 Misure di salvaguardia

1. In caso di necessità ed urgenza il Ministro dell’ambiente e le regioni, secondo le rispettive competenze, possono individuare aree da proteggere ai sensi della presente legge ed adottare su di esse misure di salvaguardia. Per quanto concerne le aree protette marine detti poteri sono esercitati dal Ministro dell’ambiente di concerto con il Ministro della marina mercantile. Nei casi previsti dal presente comma la proposta di istituzione dell’area protetta e le relative misure di salvaguardia devono essere esaminate dal Comitato nella prima seduta successiva alla pubblicazione del provvedimento di individuazione dell’area stessa. Resta fermo quanto previsto dall’articolo 5 della legge 8 luglio 1986, n.349, in materia di individuazione di zone di importanza naturalistica nazionale ed internazionale, nonché dal l’articolo 7 della legge 3 marzo 1987, n.59.
2. Dalla pubblicazione del programma fino all’istituzione delle singole aree protette operano direttamente le misure di salvaguardia di cui al comma 3 nonché le altre specifiche misure eventualmente individuate nel programma stesso e si applicano le misure di incentivazione di cui all’articolo 7.
3. Sono vietati fuori dei centri edificati di cui all’articolo 18 della legge 22 ottobre 1971, n.865, e, per gravi motivi di salvaguardia ambientale, con provvedimento motivato, anche nei centri edificati, l’esecuzione di nuove costruzioni e la trasformazione di quelle esistenti, qualsiasi mutamento dell’utilizzazione dei terreni con destinazione diversa da quella agricola e quant’altro possa incidere sulla morfologia del territorio, sugli equilibri ecologici, idraulici ed idrogeotermici e sulle finalità istitutive dell’area protetta. In caso di necessità ed urgenza, il Ministro dell’ambiente, con provvedimento motivato, sentita la Consulta, può consentire deroghe alle misure di salvaguardia in questione, prescrivendo le modalità di attuazione di lavori ed opere idonei a salvaguardare l’integrità dei luoghi e dell’ambiente naturale. Resta ferma la possibilità di realizzare interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di cui alle lettere a) e b) del primo comma dell’articolo 31 della legge 5 agosto 1978, n.457, dandone comunicazione al Ministro del l’ambiente e alla regione interessata.
4. Dall’istituzione della singola area protetta sino all’approvazione del relativo regolamento operano i divieti e le procedure per eventuali deroghe di cui all’articolo 11.
5. Per le aree protette marine le misure di salvaguardia sono adottate ai sensi dell’articolo 7 della legge 3 marzo 1987, n.59.
6. L’inosservanza delle disposizioni di cui ai commi 1, 2 e 3 comporta la riduzione in pristino dei luoghi e la eventuale ricostituzione delle specie vegetali ed animali danneggiate a spese dell’inadempiente. Sono solidalmente responsabili per le spese il committente, il titolare dell’impresa e il direttore dei lavori in caso di costruzione e trasformazione di opere. Accertata l’inosservanza, il Ministro dell’ambiente o l’autorità di gestione ingiunge al trasgressore l’ordine di riduzione in pristino e, ove questi non provveda entro il termine assegnato, che non può essere inferiore a trenta giorni, dispone l’esecuzione in danno degli inadempienti secondo la procedura di cui ai commi secondo, terzo e quarto dell’articolo 27 della legge 28 febbraio 1985, n.47, ovvero avvalendosi del Corpo forestale dello Stato o del nucleo operativo ecologico di cui al comma 4 dell’articolo 8 della legge 8 luglio 1986, n.349. La nota relativa alle spese è resa esecutiva dal Ministro dell’ambiente ed è riscossa ai sensi del testo unico delle disposizioni di legge relative alla riscossione delle entrate patrimoniali dello Stato, approvato con regio decreto 14 aprile 1910, n.639.

Torna all’indice


Art. 7 Misure di incentivazione

1. Ai comuni ed alle province il cui territorio è compreso, in tutto o in parte, entro i confini di un parco nazionale, e a quelli il cui territorio è compreso, in tutto o in parte, entro i confini di un parco naturale regionale è, nell’ordine, attribuita priorità nella concessione di finanziamenti statali e regionali richiesti per la realizzazione, sul territorio compreso entro i confini del parco stesso, dei seguenti interventi, impianti ed opere previsti nel piano per il parco di cui, rispettivamente agli articoli 12 e 25:
2. Il medesimo ordine di priorità di cui al comma 1 è attribuito ai privati, singoli o associati, che intendano realizzare iniziative produttive o di servizio compatibili con le finalità istitutive del parco nazionale o naturale regionale.

Torna all'indice




TITOLO II Aree naturali protette nazionali



Art. 8 Istituzione delle aree naturali protette nazionali

1. I parchi nazionali individuati e delimitati secondo le modalità di cui all’articolo 4 sono istituiti e delimitati in via definitiva con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dell’ambiente, sentita la regione.
2. Le riserve naturali statali, individuate secondo le modalità di cui all’articolo 4, sono istituite con decreto del Ministro dell’ambiente, sentita la regione.
3. Qualora il parco o la riserva interessi il territorio di una regione a statuto speciale o provincia autonoma si procede di intesa.
4. Qualora il parco o la riserva interessi il territorio di più regioni, ivi comprese quelle a statuto speciale o province autonome, è comunque garantita una configurazione ed una gestione unitaria.
5. Con il provvedimento che istituisce il parco o la riserva naturale possono essere integrate, sino alla entrata in vigore della disciplina di ciascuna area protetta, le misure di salvaguardia introdotte ai sensi dell’articolo 6.
6. Salvo quanto previsto dall’articolo 34, commi 1 e 2, e dall’articolo 35, commi 1, 3, 4 e 5, alla istituzione di enti parco si provvede sulla base di apposito provvedimento legislativo.
7. Le aree protette marine sono istituite in base alle disposizioni di cui all’articolo 18.

Torna all’indice


Art. 9 Ente parco

1. L’Ente parco ha personalità di diritto pubblico, sede legale e amministrativa nel territorio del parco ed è sottoposto alla vigilanza del Ministro

dell’ambiente (13).

2. Sono organi dell’Ente:

a) il Presidente;

b) il Consiglio direttivo;

c) la Giunta esecutiva;

d) il Collegio dei revisori dei conti;

e) la Comunità del parco.

3. Il Presidente è nominato con decreto del Ministro dell’ambiente, d’intesa con i presidenti delle regioni o delle province autonome di Trento e di

Bolzano nel cui territorio ricada in tutto o in parte il parco nazionale. Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’Ente parco, ne coordina

l’attività, esplica le funzioni che gli sono delegate dal Consiglio direttivo, adotta i provvedimenti urgenti ed indifferibili che sottopone alla ratifica

del Consiglio direttivo nella seduta successiva.

4. Il Consiglio Direttivo è formato dal Presidente e da otto componenti nominati con decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e

del mare entro 30 giorni dalla comunicazione della rispettiva designazione. Il Ministro procede alla nomina sentite le Regioni interessate che si

esprimono entro e non oltre 30 giorni dalla data della richiesta. Decorso inutilmente detto termine il Ministro procede egualmente alla nomina dei

soggetti designati. I componenti del Consiglio Direttivo sono individuati tra esperti particolarmente qualificati in materia di aree protette e

biodiversità, secondo le seguenti modalità:

a) quattro, su designazione della Comunità del parco, con voto limitato;

b) uno, su designazione delle associazioni di protezione ambientale individuate ai sensi dell’articolo 13 della legge 8 luglio 1986, n. 349;

c) uno, su designazione del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare;

d) uno, su designazione del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali;

e) uno, su designazione dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA) (14).

5. Le designazioni sono effettuate entro quarantacinque giorni dalla richiesta del Ministro dell’ambiente. Decorsi ulteriori trenta giorni dalla

scadenza del termine di quarantacinque giorni, il Presidente esercita le funzioni del Consiglio direttivo fino all’insediamento di questo. Il Presidente

esercita le predette funzioni per un periodo non superiore comunque a centottanta giorni. Qualora siano designati membri della Comunità del

parco sindaci di un comune oppure presidenti di una comunità montana, di una provincia o di una regione presenti nella Comunità del parco, la

cessazione dalla predetta carica a qualsiasi titolo comporta la decadenza immediata dall’incarico di membro del consiglio direttivo e il conseguente

rinnovo, entro quarantacinque giorni dalla cessazione, della designazione. La stessa norma si applica nei confronti degli assessori e dei consiglieri

degli stessi enti (15).

6. Il Consiglio direttivo elegge al proprio interno un vice presidente scelto tra i membri designati dalla Comunità del parco ed una Giunta esecutiva

formata da tre componenti, compreso il Presidente, secondo le modalità e con le funzioni stabilite nello statuto dell’Ente parco (16).

7. Il Consiglio direttivo è legittimamente insediato quando sia nominata la maggioranza dei suoi componenti.

8. Il Consiglio direttivo delibera in merito a tutte le questioni generali ed in particolare sui bilanci, che sono approvati dal Ministro dell’ambiente di

concerto con il Ministro del tesoro, sui regolamenti e sulla proposta di piano per il parco di cui all’articolo 12, esprime parere vincolante sul piano

pluriennale economico e sociale di cui all’articolo 14 (17).

8-bis. Lo statuto dell’Ente è deliberato dal consiglio direttivo, sentito il parere della Comunità del parco ed è trasmesso al Ministero dell’ambiente

che ne verifica la legittimità e può richiederne il riesame entro sessanta giorni dal ricevimento. L’Ente parco deve controdedurre entro sessanta

giorni dal ricevimento alle eventuali osservazioni di legittimità del Ministero dell’ambiente, con deliberazione del consiglio direttivo. Il Ministro

dell’ambiente adotta lo statuto con proprio decreto entro i successivi trenta giorni (18).

9. Lo statuto dell’Ente definisce in ogni caso l’organizzazione interna, le modalità di partecipazione popolare, le forme di pubblicità degli atti.

10. Il Collegio dei revisori dei conti esercita il riscontro contabile sugli atti dell’Ente parco secondo le norme di contabilità dello Stato e sulla base

dei regolamenti di contabilità dell’Ente parco, approvati dal Ministro del tesoro di concerto con il Ministro dell’ambiente. In quanto soggette ad

approvazione da parte del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, in qualità di amministrazione vigilante, ai sensi degli

articoli 9, comma 1, e 21, comma 1, le delibere di adozione o di modificazione degli statuti, dei regolamenti e delle piante organiche sono

corredate del parere del Collegio dei revisori dei conti. Il Collegio dei revisori dei conti è nominato con decreto del Ministro del tesoro ed è formato

da tre componenti scelti tra funzionari della Ragioneria generale dello Stato ovvero tra iscritti nel ruolo dei revisori ufficiali dei conti. Essi sono

designati: due dal Ministro del tesoro, di cui uno in qualità di Presidente del Collegio; uno dalla regione o, d’intesa, dalle regioni interessate (19).

11. Il direttore del parco è nominato, con decreto, dal Ministro dell’ambiente, scelto in una rosa di tre candidati proposti dal consiglio direttivo tra

soggetti iscritti ad un albo di idonei all’esercizio dell’attività di direttore di parco istituito presso il Ministero dell’ambiente, al quale si accede

mediante procedura concorsuale per titoli. Il presidente del parco provvede a stipulare con il direttore nominato un apposito contratto di diritto

privato per una durata non superiore a cinque anni (20).

12. Gli organi dell’Ente parco durano in carica cinque anni (21).

12-bis. Ai Presidenti, ai vice presidenti e agli altri componenti dei Consigli direttivi nonché ai componenti dei Collegi dei revisori dei conti degli Enti

parco, ivi compresi quelli di cui al comma 1 dell’articolo 35, spetta un’indennità di carica articolata in un compenso annuo fisso e in gettoni di

presenza per la partecipazione alle riunioni del Consiglio direttivo e della Giunta esecutiva, nell’ammontare fissato con decreto del Ministro

dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, secondo quanto disposto dalla

direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 gennaio 2001, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 37 del 14 febbraio 2001, e con la procedura

indicata nella circolare della Presidenza del Consiglio dei Ministri 4993/IV.1.1.3 del 29 maggio 2001 (22).

13. Agli Enti parco si applicano le disposizioni di cui alla legge 20 marzo 1975, n. 70; essi si intendono inseriti nella tabella IV allegata alla

medesima legge.

14. La pianta organica di ogni Ente parco è commisurata alle risorse finalizzate alle spese per il personale ad esso assegnate. Per le finalità di cui

alla presente legge è consentito l’impiego di personale tecnico e di manodopera con contratti a tempo determinato ed indeterminato ai sensi dei

contratti collettivi di lavoro vigenti per il settore agricolo-forestale.

15. Il Consiglio direttivo può nominare appositi comitati di consulenza o avvalersi di consulenti per problemi specifici nei settori di attività dell’Ente

parco (23).

Torna all’indice


Art.10 Comunità del parco

1. La Comunità del parco è costituita dai presidenti delle regioni e delle province, dai sindaci dei comuni e dai presidenti delle comunità montane nei cui territori sono ricomprese le aree del parco.
2. La Comunità del parco è organo consultivo e propositivo dell’Ente parco. In particolare, il suo parere è obbligatorio:
3. La Comunità del parco delibera, previo parere vincolante del Consiglio direttivo, il piano pluriennale economico e sociale di cui all’articolo 14 e vigila sulla sua attuazione; adotta altresì il proprio regolamento.
4. La Comunità del parco elegge al suo interno un Presidente e un Vice Presidente. E» convocata dal Presidente almeno due volte l’anno e quando venga richiesto dal Presidente dell’Ente parco o da un terzo dei suoi componenti.

Torna all’indice


Art. 11 Regolamento del parco

1. Il regolamento del parco disciplina l’esercizio delle attività consenti te entro il territorio del parco ed è adottato dall’Ente parco, anche con testualmente all’approvazione del piano per il parco di cui all’articolo 12 e comunque non oltre sei mesi dall’approvazione del medesimo.
2. Allo scopo di garantire il perseguimento delle finalità di cui all’artico lo 1 e il rispetto delle caratteristiche proprie di ogni parco, il regola mento del parco disciplina in particolare:
3. Salvo quanto previsto dal comma 5, nei parchi sono vietate le attività e le opere che possono compromettere la salvaguardia del paesaggio e degli ambienti naturali tutelati con particolare riguardo alla flora e alla fauna protette e ai rispettivi habitat. In particolare sono vietati:
4. Il regolamento del parco stabilisce altresì le eventuali deroghe ai divieti di cui al comma 3. Per quanto riguarda la lettera a) del medesimo comma 3, esso prevede eventuali prelievi faunistici ed eventuali abbattimenti selettivi, necessari per ricomporre squilibri ecologici accertati dall’Ente parco. Prelievi e abbattimenti devono avvenire per iniziativa e sotto la diretta responsabilità e sorveglianza dell’Ente parco ed essere attuati dal personale dell’Ente parco o da persone all’uopo espressamente autorizzate dall’Ente parco stesso.
5. Restano salvi i diritti reali e gli usi civici delle collettività locali, che sono esercitati secondo le consuetudini locali. Eventuali diritti esclusi vi di caccia delle collettività locali o altri usi civici di prelievi faunistici sono liquidati dal competente commissario per la liquidazione degli usi civici ad istanza dell’Ente parco.
6. Il regolamento del parco è approvato dal Ministro dell’ambiente, sentita la Consulta e previo parere degli enti locali interessati, da esprimersi entro quaranta giorni dalla richiesta, e comunque d’intesa con le regioni e le province autonome interessate; il regolamento acquista efficacia novanta giorni dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Entro tale termine i Comuni sono tenuti ad adeguare alle sue previsioni i propri regolamenti. Decorso inutilmente il predetto termine le disposizioni del regolamento del parco prevalgono su quelle del Comune, che è tenuto alla loro applicazione.

Torna all’indice


Art. 12 Piano per il parco

1. La tutela dei valori naturali ed ambientali affidata all’Ente parco è perseguita attraverso lo strumento del piano per il parco, di seguito denominato «piano», che deve, in particolare, disciplinare i seguenti contenuti:
2. Il piano suddivide il territorio in base al diverso grado di protezione, prevedendo: a) riserve integrali nelle quali l'ambiente naturale è conservato nella sua integrità; b) riserve generali orientate, nelle quali è vietato costruire nuove opere edilizie, ampliare le costruzioni esistenti, eseguire opere di trasformazione del territorio. Possono essere tuttavia consentite le utilizzazioni produttive tradizionali, la realizzazione delle infrastrutture strettamente necessarie, nonché interventi di gestione delle risorse naturali a cura dell'Ente parco. Sono altresì ammesse opere di manutenzione delle opere esistenti, ai sensi delle lettere a) e b) del primo comma dell'articolo 31 della legge 5 agosto 1978, n.457; c) aree di protezione nelle quali, in armonia con le finalità istitutive ed in conformità ai criteri generali fissati dall'Ente parco, possono continuare, secondo gli usi tradizionali ovvero secondo metodi di agricoltura biologica, le attività agro-silvo-pastorali nonché di pesca e raccolta di prodotti naturali, ed è incoraggiata anche la produzione artigianale di qualità. Sono ammessi gli interventi autorizzati ai sensi delle lettere a), b) e c) del primo comma dell'articolo 31 della citata legge n.457 del 1978, salvo l'osservanza delle norme di piano sulle destinazioni d'uso; d) aree di promozione economica e sociale facenti parte del medesimo ecosistema, più estesamente modificate dai processi di antropizzazione, nelle quali sono consentite attività compatibili con le finalità istitutive del parco e finalizzate al miglioramento della vita socio-culturale delle collettività locali e al miglior godimento del parco da parte dei visitatori.
3. Il piano è predisposto dall’Ente parco entro sei mesi dalla sua istituzione in base ai criteri ed alle finalità di cui alla presente legge ed è adottato dalla regione entro i successivi quattro mesi, sentiti gli enti locali.
4. Il piano adottato è depositato per quaranta giorni presso le sedi dei comuni, delle comunità montane e delle regioni interessate; chiunque può prenderne visione ed estrarne copia. Entro i successivi quaranta giorni chiunque può presentare osservazioni scritte, sulle quali l’Ente parco esprime il proprio parere entro trenta giorni. Entro centoventi giorni dal ricevimento di tale parere la regione si pronuncia sulle osservazioni presentate e, d’intesa con l’Ente parco per quanto con cerne le aree di cui alle lettere a), b) e c) del comma 2 e d’intesa, oltre che con l’Ente parco, anche con i comuni interessati per quanto con cerne le aree di cui alla lettera d) del medesimo comma 2, emana il provvedimento d’approvazione. Qualora il piano non venga approvato entro ventiquattro mesi dalla istituzione dell’Ente parco, alla regione si sostituisce un comitato misto costituito da rappresentanti del Ministero dell’ambiente e da rappresentanti delle regioni e province autonome, il quale esperisce i tentativi necessari per il raggiungimento di dette intese; qualora le intese in questione non vengano raggiunte entro i successivi quattro mesi, il Ministro dell’ambiente rimette la questione al Consiglio dei ministri che decide in via definitiva.
5. In caso di inosservanza dei termini di cui al comma 3, si sostituisce all’amministrazione inadempiente il Ministro dell’ambiente, che provvede nei medesimi termini con un commissario ad acta.
6. Il piano è modificato con la stessa procedura necessaria alla sua approvazione ed è aggiornato con identica modalità almeno ogni dieci anni.
7. Il piano ha effetto di dichiarazione di pubblico generale interesse e di urgenza e di indifferibilità per gli interventi in esso previsti e sostituisce ad ogni livello i piani paesistici, i piani territoriali o urbanistici e ogni altro strumento di pianificazione.
8. Il piano è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e nel Bollettino ufficiale della regione ed è immediatamente vincolante nei confronti delle amministrazioni e dei privati.

Torna all’indice


Art. 13 - Nulla osta

1. Il rilascio di concessioni o autorizzazioni relative ad interventi impianti ed opere all’interno del parco è sottoposto al preventivo nulla osta dell’Ente parco. Il nulla osta verifica la conformità tra le disposizioni del piano e del regolamento e l’intervento ed è reso entro sessanta giorni dalla richiesta. Decorso inutilmente tale termine il nulla osta si intende rilasciato. Il diniego, che è immediatamente impugna bile, è affisso contemporaneamente all’albo del comune interessato e all’albo dell’Ente parco e l’affissione ha la durata di sette giorni. L’Ente parco dà notizia per estratto, con le medesime modalità, dei nulla osta rilasciati e di quelli determinatisi per decorrenza del termine.
2. Avverso il rilascio del nulla osta è ammesso ricorso giurisdizionale anche da parte delle associazioni di protezione ambientale individua te ai sensi della legge 8 luglio 1986, n.349.
3. L’esame delle richieste di nulla osta può essere affidato con deliberazione del Consiglio direttivo ad un apposito comitato la cui composizione e la cui attività sono disciplinate dal regolamento del parco.
4. Il Presidente del parco, entro sessanta giorni dalla richiesta, con comunicazione scritta al richiedente, può rinviare, per una sola volta, di ulteriori trenta giorni i termini di espressione del nulla osta.

Torna all’indice


Art. 14 Iniziative per la promozione economica e sociale

1. Nel rispetto delle finalità del parco, dei vincoli stabiliti dal piano e dal regolamento del parco, la Comunità del parco promuove le iniziative atte a favorire lo sviluppo economico e sociale delle collettività eventualmente residenti all’interno del parco e nei territori adiacenti.
2. A tal fine la Comunità del parco, entro un anno dalla sua costituzione, elabora un piano pluriennale economico e sociale per la promozione delle attività compatibili, individuando i soggetti chiamati alla realizzazione degli interventi previsti eventualmente anche attraverso accordi di programma. Tale piano è sottoposto al parere vincolante del Consiglio direttivo ed è approvato dalla regione o, d’intesa, dalle regioni interessate. In caso di contrasto tra Comunità del parco, altri organi dell’Ente parco e regioni, la questione è rimessa ad una conferenza presieduta dal Ministro dell’ambiente il quale, perdurando i contrasti, rimette la decisione definitiva al Consiglio dei ministri.
3. Il piano di cui al comma 2 può prevedere in particolare: la concessione di sovvenzioni a privati ed enti locali; la predisposizione di attrezzature, impianti di depurazione e per il risparmio energetico, servizi ed impianti di carattere turistico-naturalistico da gestire in proprio o da concedere in gestione a terzi sulla base di atti di concessioni alla stregua di specifiche convenzioni, l’agevolazione o la promozione, anche in forma cooperativa, di attività tradizionali artigianali, agro silvo-pastorali culturali, servizi sociali e biblioteche, restauro, anche di beni naturali, e ogni altra iniziativa atta a favorire, nel rispetto delle esigenze di conservazione del parco, lo sviluppo del turismo e delle attività locali connesse. Una quota parte di tali attività deve consistere in interventi diretti a favorire l’occupazione giovanile ed il volontariato, nonché l’accessibilità e la fruizione, in particolare per i portatori di handicap.
4. Per le finalità di cui al comma 3, l’Ente parco può concedere al mezzo di specifiche convenzioni l’uso del proprio nome e del proprio emblema a servizi e prodotti locali che presentino requisiti di qualità e che soddisfino le finalità del parco.
5. L’Ente parco organizza, d’intesa con la regione o le regioni interessate, speciali corsi di formazione al termine dei quali rilascia il titolo ufficiale ed esclusivo di guida del parco.
6. Il piano di cui al comma due ha durata quadriennale e può essere aggiornato annualmente con la stessa procedura della sua formazione.

Torna all’indice


Art.15 Acquisti, espropriazioni ed indennizzi

1. L’Ente parco, nel quadro del programma di cui al comma 7, può prendere in locazione immobili compresi nel parco o acquisirli, anche mediante espropriazione o esercizio del diritto di prelazione di cui al comma 5, secondo le norme generali vigenti.
2. I vincoli derivanti dal piano alle attività agro-silvo-pastorali possono essere indennizzati sulla base di principi equitativi. I vincoli, tempora nei o parziali, relativi ad attività già ritenute compatibili, possono dar luogo a compensi ed indennizzi, che tengano conto dei vantaggi e degli svantaggi derivanti dall’attività del parco. Con decreto da emanare entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge il Ministro dell’ambiente provvede alle disposizioni di attuazione del presente comma.
3. L’Ente parco è tenuto ad indennizzare i danni provocati dalla fauna selvatica del parco.
4. Il regolamento del parco stabilisce le modalità per la liquidazione e la corresponsione degli indennizzi, da corrispondersi entro novanta giorni dal verificarsi del nocumento.
5. L’Ente parco ha diritto di prelazione sul trasferimento a titolo oneroso della proprietà e di diritti reali sui terreni situati all’interno delle riserve e delle aree di cui all’articolo 12, comma 2, lettere a) e b), salva la precedenza a favore di soggetti privati di cui al primo comma dell’articolo 8 della legge 26 maggio 1965, n. 590, e successive modificazioni e integrazioni.
6. L’Ente parco deve esercitare la prelazione entro tre mesi dalla noti fica della proposta di alienazione. La proposta deve contenere la descrizione catastale dei beni, la data della trasmissione del possesso, l’indicazione del prezzo e delle sue modalità di pagamento. Qualora il dante causa non provveda a tale notificazione o il prezzo notificato sia superiore a quello di cessione, l’Ente parco può, entro un anno dalla trascrizione dell’atto di compravendita, esercitare il diritto di riscatto nei confronti dell’acquirente e di ogni altro successivo avente causa a qualsiasi titolo.
7. L’Ente parco provvede ad istituire nel proprio bilancio un apposito capitolo, con dotazione adeguata al prevedibile fabbisogno, per il pagamento di indennizzi e risarcimenti, formulando un apposito programma, con opportune priorità.

Torna all’indice


Art. 16 Entrate dell’Ente parco ed agevolazioni fiscali

1. Costituiscono entrate dell’Ente parco da destinare al conseguimento dei fini istitutivi:
2. Le attività di cessione di materiale divulgativo, educativo e propagandistico di prodotti ecologici, nonché le prestazioni di servizi esercitate direttamente dall’Ente parco, non sono sottoposte alla normativa per la disciplina del commercio.
3. Le cessioni e le prestazioni di cui al comma 2 sono soggette alla disciplina dell’imposta del valore aggiunto. La registrazione dei corrispettivi si effettua in base all’articolo 24 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n.633, come sostituito dall’articolo 1 del decreto del Presidente della Repubblica 29 gennaio 1979, n.24 senza l’obbligo dei registratori di cassa.
4. L’Ente parco ha l’obbligo di pareggio del bilancio.

Torna all’indice


Art. 17 - Riserve naturali statali

1. Il decreto istitutivo delle riserve naturali statali, di cui all’articolo 8, comma 2, oltre a determinare i confini della riserva ed il relativo organismo di gestione, ne precisa le caratteristiche principali, le finalità istitutive ed vincoli principali, stabilendo altresì indicazioni e criteri specifici cui devono conformarsi il piano di gestione della riserva ed il relativo regolamento attuativo, emanato secondo i principi contenuti nell’articolo 11 della presente legge. Il piano di gestione della riserva ed il relativo regolamento attuativo sono adottati dal Ministro dell’ambiente entro i termini stabiliti dal decreto istitutivo della riserva stessa, sentite le regioni a statuto ordinario e d’intesa con le regioni a statuto speciale e le province autonome di Trento e di Bolzano.
2. Sono vietati in particolare:

Torna all'indice


Art.18 Istituzione di aree protette marine

1. In attuazione del programma il Ministro dell’ambiente, di concerto con il Ministro della marina mercantile e d’intesa con il Ministro del tesoro istituisce le aree protette marine, autorizzando altresì il finanziamento definito dal programma medesimo. L’istruttoria preliminare è in ogni caso svolta, ai sensi dell’articolo 26 della legge 31 dicembre 1982, n. 979, dalla Consulta per la difesa del mare dagli inquinamenti.
2. Il decreto istitutivo contiene tra l’altro la denominazione e la delimitazione dell’area, gli obiettivi cui è finalizzata la protezione dell’area e prevede, altresì, la concessione d’uso dei beni del demanio marittimo e delle zone di mare di cui all’articolo 19, comma 6.
3. Il decreto di istituzione è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
4. Per il finanziamento di programmi e progetti di investimento per le aree protette marine è autorizzata la spesa di lire 5 miliardi per ciascuno degli anni 1992, 1993 e 1994.
5. Per le prime spese di funzionamento delle aree protette marine è autorizzata la spesa di lire 1 miliardo per ciascuno degli anni 1991, 1992 e 1993.

Torna all’indice


Art.19 Gestione delle aree protette marine

1. Il raggiungimento delle finalità istitutive di ciascuna area protetta marina è assicurato attraverso 1′ Ispettorato centrale per la difesa del mare. Per l’eventuale gestione delle aree protette marine, l’Ispettorato centrale si avvale delle competenti Capitanerie di porto. Con apposita convenzione da stipularsi da parte del Ministro dell’ambiente, di con certo con il Ministro della marina mercantile, la gestione dell’area pro tetta marina può essere concessa ad enti pubblici, istituzioni scientifiche o associazioni riconosciute.
2. Qualora un’area marina protetta sia istituita in acque confinanti con un’area protetta terrestre, la gestione è attribuita al soggetto competente per quest’ultima.
3. Nelle aree protette marine sono vietate le attività che possono compromettere la tutela delle caratteristiche dell’ambiente oggetto della protezione e delle finalità istitutive dell’area. In particolare sono vietati:
4.1 divieti di cui all’articolo 11, comma 3, si applicano ai territori inclusi nelle aree protette marine.
5. Con decreto del Ministro dell’ambiente, di concerto con il Ministro della marina mercantile, sentita la Consulta per la difesa del mare dagli inquinamenti, è approvato un regolamento che disciplina i divieti e le eventuali deroghe in funzione del grado di protezione necessario.
6. Beni del demanio marittimo e zone di mare ricomprese nelle aree protette possono essere concessi in uso esclusivo per le finalità della gestione dell’area medesima con decreto del Ministro della marina mercantile. I beni del demanio marittimo esistenti all’interno dell’area protetta fanno parte della medesima.
7. La sorveglianza nelle aree protette marine è esercitata dalle Capitanerie di porto, ai sensi dell’articolo 28 della legge 31 dicembre 1982, n. 979.

Torna all’indice


Art. 20 Norme di rinvio

1. Per quanto non espressamente disciplinato dalla presente legge, ai parchi marini si applicano le disposizioni relative ai parchi nazionali. Alle riserve marine si applicano le disposizioni del titolo V della legge 31 dicembre 1982, n. 979, non in contrasto con le disposizioni della presente legge.

Torna all’indice


Art. 21 Vigilanza e sorveglianza

1. La vigilanza sulla gestione delle aree naturali protette di rilievo internazionale e nazionale è esercitata per le aree terrestri dal Ministro dell’ambiente e per le aree marine congiuntamente dal Ministro dell’ambiente e dal Ministro della marina mercantile.
2. La sorveglianza sui territori delle aree naturali protette di rilievo internazionale e nazionale è esercitata, ai fini della presente legge, dal Corpo forestale dello Stato senza variazioni all’attuale pianta organica dello stesso. Per l’espletamento di tali servizi e di quant’altro affidato al Corpo medesimo dalla presente legge, con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, da adottare entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, su proposta del Ministro dell’ambiente di concerto con il Ministro dell’agricoltura e delle foreste sono individuate le strutture ed il personale del Corpo da dislocare presso il Ministero dell’ambiente e presso gli Enti parco, sotto la dipendenza funzionale degli stessi, secondo modalità stabilite dal decreto medesimo. Il decreto determina altresì i sistemi e le modalità di reclutamento e di ripartizione su base regionale, nonché di formazione professionale del personale forestale di sorveglianza. Ai dipendenti dell’Ente parco possono essere attribuiti poteri di sorveglianza da esercitare in aggiunta o in concomitanza degli ordinari obblighi di servizio. Nell’espletamento dei predetti poteri i dipendenti assumono la qualifica di guardia giurata. Fino all’emanazione del predetto decreto alla sorveglianza provvede il Corpo forestale dello Stato, sulla base di apposite direttive impartite dal Ministro dell’ambiente, d’intesa con il Ministro dell’agricoltura e delle foreste. Nelle aree protette marine la sorveglianza è esercitata ai sensi dell’articolo 19, comma 7.

Torna all’indice




TITOLO III Aree naturali protette regionali



Art. 22 Norme quadro

1. Costituiscono principi fondamentali per la disciplina delle aree naturali protette regionali:
2. Fatte salve le rispettive competenze per le regioni a statuto speciale e per le province autonome di Trento e di Bolzano, costituiscono principi fondamentali di riforma economico-sociale la partecipazione degli enti locali alla istituzione e alla gestione delle aree protette e la pubblicità degli atti relativi all’istituzione dell’area protetta e alla definizione del piano per il parco.
3. Le regioni istituiscono parchi naturali regionali e riserve naturali regionali utilizzando soprattutto i demani e i patrimoni forestali regionali, provinciali, comunali e di enti pubblici, al fine di un utilizzo razionale del territorio e per attività compatibili con la speciale destinazione dell’area.
4. Le aree protette regionali che insistono sul territorio di più regioni sono istituite dalle regioni interessate, previa intesa tra le stesse, e gestite secondo criteri unitari per l’intera area delimitata.
5. Non si possono istituire aree protette regionali nel territorio di un parco nazionale o di una riserva naturale statale.
6. Nei parchi naturali regionali e nelle riserve naturali regionali l’attività venatoria è vietata, salvo eventuali prelievi faunistici ed abbattimenti selettivi necessari per ricomporre squilibri ecologici. Detti prelievi ed abbattimenti devono avvenire in conformità al regolamento del parco o, qualora non esista, alle direttive regionali per iniziativa e sotto la diretta responsabilità e sorveglianza dell’organismo di gestione del parco e devono essere attuati dal personale da esso dipendente o da persone da esso autorizzate.

Torna all’indice


Art. 23 Parchi naturali regionali

1. La legge regionale istitutiva del parco naturale regionale, tenuto conto del documento di indirizzo di cui all’articolo 22, comma 1, lettera a), definisce la perimetrazione provvisoria e le misure di salvaguardia, individua il soggetto per la gestione del parco e indica gli elementi del piano per il parco, di cui all’articolo 25, comma 1, nonché i principi del regolamento del parco. A tal fine possono essere istituiti appositi enti di diritto pubblico o consorzi obbligatori tra enti locali od organismi associativi ai sensi della legge 8 giugno 1990, n.142. Per la gestione dei servizi del parco, esclusa la vigilanza, possono essere stipulate convenzioni con enti pubblici, con soggetti privati, nonché con comunioni familiari montane.

Torna all’indice


Art. 24 Organizzazione amministrativa del parco naturale regionale

1. In relazione alla peculiarità di ciascuna area interessata, ciascun parco naturale regionale prevede, con apposito statuto, una differenziata forma organizzativa indicando i criteri per la composizione del consiglio direttivo, la designazione del presidente e del direttore, i poteri del consiglio, del presidente e del direttore, la composizione ed i poteri del collegio dei revisori dei conti e degli organi di consulenza tecnica e scientifica, le modalità di convocazione e di funzionamento degli organi statutari, la costituzione della comunità del parco.
2. Nel collegio dei revisori dei conti deve essere assicurata la presenza di un membro designato dal Ministro del tesoro.
3. Gli enti di gestione dei parchi naturali regionali possono avvalersi sia di personale proprio che di personale comandato dalla regione o da altri enti pubblici.

Torna all’indice


Art. 25 Strumenti di attuazione

1. Strumenti di attuazione delle finalità del parco naturale regionale sono il piano per il parco e il piano pluriennale economico e sociale per la promozione delle attività compatibili.
2. Il piano per il parco è adottato dall’organismo di gestione del parco ed è approvato dalla regione. Esso ha valore anche di piano paesisti co e di piano urbanistico e sostituisce i piani paesistici e i piani territoriali o urbanistici di qualsiasi livello.
3. Nel riguardo delle finalità istitutive e delle previsioni del piano per il parco e nei limiti del regolamento, il parco promuove iniziative, coordinate con quelle delle regioni e degli enti locali interessati, atte a favorire la crescita economica, sociale e culturale delle comunità residenti. A tal fine predispone un piano pluriennale economico e sociale per la promozione delle attività compatibili. Tale piano è adottato dall’organismo di gestione del parco, tenuto conto del parere espresso dagli enti locali territorialmente interessati, è approvato dalla regione e può essere annualmente aggiornato.
4. Al finanziamento del piano pluriennale economico e sociale, di cui al comma 3, possono concorrere lo Stato, le regioni, gli enti locali e gli altri organismi interessati.
5. Le risorse finanziarie del parco possono essere costituite, oltre che da erogazioni o contributi a qualsiasi titolo, disposti da enti o da organismi pubblici e da privati, da diritti e canoni riguardanti l’utilizzazione dei beni mobili ed immobili che appartengono al parco o dei quali esso abbia la gestione.

Torna all’indice


Art. 26 Coordinamento degli interventi

1. Sulla base di quanto disposto dal programma nonché dal piano pluriennale economico e sociale di cui all’articolo 25, comma 3, il Ministro dell’ambiente promuove, per gli effetti di cui all’articolo 27 della legge 8 giugno 1990, n.142, accordi di programma tra lo Stato, le regioni e gli enti locali aventi ad oggetto l’impiego coordinato delle risorse. In particolare gli accordi individuano gli interventi da realizza re per il perseguimento delle finalità di conservazione della natura, indicando le quote finanziarie dello Stato, della regione, degli enti locali ed eventualmente di terzi, nonché le modalità di coordinamento ed integrazione della procedura.

Torna all’indice


Art. 27 Vigilanza e sorveglianza

1. La vigilanza sulla gestione delle aree naturali protette regionali è esercitata dalla regione. Ove si tratti di area protetta con territorio ricadente in più regioni l’atto istitutivo determina le intese per l’esercizio della vigilanza.
2. Il Corpo forestale dello Stato ha facoltà di stipulare specifiche convenzioni con le regioni per la sorveglianza dei territori delle aree naturali protette regionali, sulla base di una convenzione-tipo predisposta dal Ministro dell’ambiente, di concerto con il Ministro dell’agricoltura e delle foreste.

Torna all’indice


Art. 28 Leggi regionali

1. Entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge le regioni adeguano la loro legislazione alle disposizioni contenute nel presente titolo.

Torna all’indice




TITOLO IV Disposizioni finali e transitorie



Art. 29 Poteri dell’organismo di gestione dell’area protetta

1. Il legale rappresentante dell’organismo di gestione dell’area natura le protetta, qualora venga esercitata un’attività in difformità dal piano dal regolamento o dal nulla osta, dispone l’immediata sospensione dell’attività medesima ed ordina in ogni caso la riduzione in pristino o la ricostituzione di specie vegetali o animali a spese del trasgressore con la responsabilità solidale del committente, del titolare dell’impresa e del direttore dei lavori in caso di costruzione e trasformazione di opere.
2. In caso di inottemperanza all’ordine di riduzione in pristino o di ricostituzione delle specie vegetali o animali entro un congruo termine, il legale rappresentante dell’organismo di gestione provvede all’esecuzione in danno degli obbligati secondo la procedura di cui ai commi secondo, terzo e quarto dell’articolo 27 della legge 28 febbraio 1985, n. 47, in quanto compatibili, e recuperando le relative spese mediante ingiunzione emessa ai sensi del testo unico delle disposizioni di legge relative alla riscossione delle entrate patrimoniali dello

Leggi tutto…

]]> Wed, 09 Dec 2015 15:23:45 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/normativa-e-documenti/legge-istitutiva Ente Parco http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/22-ente-parco/30-ente-parco <![CDATA[

 

 

]]>
Fri, 05 Apr 2013 07:53:27 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/22-ente-parco/30-ente-parco
REGOLAMENTI http://www.cilentoediano.it/sito/ente/normativa-e-documenti/regolamenti <![CDATA[
]]>
Tue, 19 Feb 2019 16:34:00 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/normativa-e-documenti/regolamenti
Lo statuto http://www.cilentoediano.it/sito/ente/normativa-e-documenti/lo-statuto <![CDATA[

Statuto dell’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

Approvato con Decreto del Ministero dell’Ambiente n. 279 del 16/10/2013

 

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/statuto.pdf,700,1000{/edocs}
 

]]>
Mon, 19 Dec 2016 15:49:06 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/normativa-e-documenti/lo-statuto
Il Presidente http://www.cilentoediano.it/sito/ente/organi-istituzionali/il-presidente <![CDATA[

A norma dell’art.6 dello Statuto dell’Ente Parco,

  1. Il Presidente è nominato con decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare d’intesa con il Presidente della Regione Campania.
  2. Il Presidente convoca e presiede il Consiglio Direttivo e la Giunta Esecutiva coordinandone l’attività e sovrintendendo al loro funzionamento.
  3. Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’Ente Parco, ne coordina l’attività, esplica le funzioni che gli sono delegate dal Consiglio Direttivo, emana gli atti a lui espressamente demandati dalle leggi, dai regolamenti e dal presente statuto ed adotta i provvedimenti urgenti ed indifferibili sottoponendoli alla ratifica del Consiglio Direttivo nella seduta successiva.
  4. In qualità di legale rappresentante dell’Ente Parco il Presidente sta in giudizio nei procedimenti giurisdizionali di qualsiasi natura e tipo (civili, amministrativi e penali) e promuove le azioni e i provvedimenti più opportuni e necessari per la tutela degli interessi del Parco.
  5. Il Presidente, in base agli indirizzi programmatici delineati dal Consiglio Direttivo, impartisce al Direttore le direttive generali per l’azione amministrativa e la gestione. In particolare con cadenza annuale, a seguito dell’approvazione del bilancio di previsione e di conformi deliberazioni del Consiglio direttivo o della Giunta esecutiva:

-            definisce gli obiettivi ed i programmi da attuare;

-       assegna al Direttore le risorse finanziarie iscritte al bilancio dell’Ente, per il perseguimento degli obiettivi fissati.

  1. Il Presidente verifica la rispondenza dei risultati della gestione amministrativa alle direttive generali impartite.
  2. Il Presidente non può revocare, riformare o avocare a sé o altrimenti adottare atti di competenza del Direttore. In caso di inerzia o ritardo ovvero in caso di inosservanza delle direttive generali da parte del Direttore, che determinino pregiudizio per l’interesse pubblico, il Presidente può nominare, previa contestazione, un Commissario ad acta, dandone comunicazione al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Nel caso di urgenza la contestazione può essere omessa.
  3. il Presidente esercita le funzioni del Consiglio direttivo fino all’insediamento di questo, decorsi ulteriori trenta giorni dalla scadenza del termine di quarantacinque giorni, dalla richiesta del Ministro dell’ambiente per le designazioni ai sensi dell’art. 9, comma 4, della L. n. 394/91. Il Presidente esercita le predette funzioni per un periodo non superiore comunque a centottanta giorni.

 

 il Pres­i­dente dell’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo Diano e Alburni, dott. Tommaso Pellegrino

 pres

 Per quanto non espressamente indicato nella dichiarazione «dati relativi all’assunzione di altre cariche presso enti pubblici e privati», si prega di far riferimento alla dichiarazione dei redditi 2014.

]]>
Thu, 08 Nov 2018 16:42:50 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/organi-istituzionali/il-presidente
Il Vicepresidente http://www.cilentoediano.it/sito/ente/organi-istituzionali/il-vicepresidente <![CDATA[

 

L’art.15 dello Statuto dell’Ente Parco, stabilisce che

  1. Il Vice Presidente dell’Ente Parco è eletto dal Consiglio direttivo, nel corso della prima adunanza, a maggioranza assoluta dei Consiglieri assegnati ed a votazione palese, ed è scelto tra i membri designati dalla Comunità del Parco.
  2. Nel caso in cui non sia raggiunta la maggioranza prevista la votazione si ripete, con le stesse modalità, per altre due volte in sedute distinte.
  3. Qualora non si raggiunga il numero dei voti previsto per tre volte, nella successiva seduta è eletto Vice Presidente il candidato che abbia riportato il maggior numero di voti.
  4. Il Vice Presidente sostituisce il Presidente in ogni caso di assenza o impedimento.

 L’attuale Vicepresidente dell’Ente PArco è il dott. Cono D’Elia.

   
]]>
Sat, 15 Oct 2016 16:54:52 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/organi-istituzionali/il-vicepresidente
Il Consiglio direttivo http://www.cilentoediano.it/sito/ente/organi-istituzionali/il-consiglio-direttivo <![CDATA[

A norma dell’art. 7 dello Statuto, il Consiglio direttivo

Il Consiglio direttivo è composto dal Presidente e da 8 componenti, nominati con decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare secondo le modalità previste dall’Art. 9, comma 4, della legge 6 dicembre 1991, n. 394, e sue successive modifiche ed integrazioni.

  1. In caso di morte, dimissioni di un Consigliere o comunque di vacanza del posto, il componente che viene nominato in sostituzione dura in carica per il periodo residuo di nomina del membro sostituito.
  2. Le dimissioni del Consigliere devono essere presentate in forma scritta al Presidente ed hanno efficacia dal momento nel quale il Presidente le comunica al Consiglio direttivo nella sua prima riunione e questo ne prende atto. Le dimissioni non possono comunque essere ritirate dopo la presa d’atto del Consiglio direttivo.
  3. Qualora il Presidente non provveda alla comunicazione di cui al comma precedente, il dimissionario può chiedere al Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di prendere atto delle sue dimissioni.
  4. Qualora siano designati membri della Comunità del parco sindaci di un comune oppure presidenti di una comunità montana, di una provincia o di una regione presenti nella Comunità del parco, la cessazione dalla predetta carica a qualsiasi titolo comporta la decadenza immediata dall’incarico di membro del consiglio direttivo e il conseguente rinnovo, entro quarantacinque giorni dalla cessazione, della designazione. La stessa norma si applica nei confronti degli assessori e dei consiglieri degli stessi enti.
  5. Il Consiglio Direttivo prende atto della decadenza di cui al comma precedente nella prima riunione utile.
  6. Alle sedute del Consiglio Direttivo partecipano, senza diritto di voto, il Direttore del Parco ed i Revisori dei conti, ed altresì può partecipare, senza diritto di voto, il Presidente della Comunità del Parco.

 Con decreto del Ministero dell’Ambiente n. 246 del 6 settembre 2016, sono stati nominati componenti del Cosiglio direttivo:

Vincenzo Inverso, su designazione del Ministero dell’Ambiente;
inverso

Natalino Barbato, su designazione del del Ministero delle Politiche Agricole;

Maria Cristina Giovagnoli, su designazione dell’ISPRA

Rosario Carione, su designazione della Comunità del Parco;
ros

Beniamino Curcio, Cono D’Elia, Emanuele Malatesta, su dsignazione della Comunità del Parco

Ferdinando Della Rocca, su designazione delle associazioni di protezione ambientale.

 DOCUMENTI DEI CONSIGLIERI — D.LGS 33/2013

VINCENZO INVERSO

Dichiarazione 2017

 

NATALINO BARBATO

MARIA CRISTINA GIOVAGNOLI

Dichiarazione insussistenza incompatibilità

Dichiarazione redditi

 

ROSARIO CARIONE

Dichiarazione Redditi

Dichiarazione Cariche Pubbliche

BENIAMINO CURCIO

Dichiarazione 2017

 Dichiarazione 2018

 Dichiarazione Curcio

Redditi 2017

CONO D’ELIA

Dichiarazione 2017

Dichiarazione 2018

EMANUELE MALATESTA

Dichiarazione redditi

Dichiarazione insusssitenza incompatibilità

 

FERDINANDO DELLA ROCCA

Dichiarazione 2017

Dichiarazione 2018

Mod.7302018

]]>
Thu, 15 Nov 2018 10:23:58 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/organi-istituzionali/il-consiglio-direttivo
La comunità del Parco http://www.cilentoediano.it/sito/ente/organi-istituzionali/la-comunita-del-parco <![CDATA[

A norma dell’art. 23 e 24 dello Statuto, la comunità del Parco:

  1. La Comunità del Parco è costituita dai Sindaci dei Comuni il cui territorio ricada in tutto o in parte in quello del Parco, dai Presidenti delle Comunità Montane e dai Presidenti delle Regioni e delle Province interessate.
  2. La Comunità del Parco è organo consultivo e propositivo dell’Ente Parco. I documenti della Comunità del Parco sono acquisiti e conservati presso la sede dell’Ente Parco.
  3. La Comunità del Parco elegge al suo interno un Presidente ed un Vice Presidente e si riunisce almeno due volte all’anno su convocazione del suo Presidente ovvero su richiesta di almeno un terzo dei suoi componenti o del Presidente dell’Ente Parco. La riunione deve tenersi entro venti giorni dalla richiesta.

Art. 24 — Comunità del Parco: funzioni

  1. La Comunità del Parco svolge i seguenti compiti:
    1. designa quattro rappresentanti per la formazione del Consiglio direttivo dell’Ente Parco. La designazione dei rappresentanti della Comunità del Parco avviene a maggioranza dei votanti e ciascun elettore non può votare più di un nominativo;
    2. delibera, previo parere vincolante del Consiglio direttivo dell’Ente Parco, il Piano pluriennale economico e sociale, che sottopone all’approvazione della Regione Campania e vigila sulla sua attuazione;
    3. esprime parere obbligatorio sul bilancio e sul conto consuntivo dell’Ente Parco;
    4. esprime parere obbligatorio sul Regolamento del Parco;
    5. esprime parere obbligatorio in merito al Piano del Parco;
    6. esprime parere obbligatorio, sullo statuto dell’Ente Parco e sulle eventuali revisioni;
    7. esprime il proprio parere obbligatorio su altre questioni a richiesta di almeno un terzo dei componenti il Consiglio direttivo;
    8. adotta il proprio regolamento di organizzazione della Comunità;
    9. partecipa ai sensi dell’art. 12 comma 3 della legge 6 dicembre 1991, n. 394, e sue successive modifiche ed integrazioni, alla definizione dei criteri riguardanti la predisposizione del Piano del Parco indicati dal Consiglio direttivo.
  2. I pareri vengono espressi dalla Comunità del Parco ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 16 della Legge 7 agosto 1990 n. 241.

 Il Presidente della Comunità del Parco è il Dott. Salvatore Iannuzzi.

29042016 Salvatore Iannuzzi 01

]]>
Fri, 26 May 2017 11:55:47 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/organi-istituzionali/la-comunita-del-parco
La Giunta esecutiva http://www.cilentoediano.it/sito/ente/organi-istituzionali/la-giunta-esecutiva <![CDATA[

Gli artt. 16, 17 e 18 dello Statuto dell’Ente Parco stabiliscono che:

  1. La Giunta Esecutiva è composta da:
    1. Presidente dell’Ente Parco, che la presiede;
    2. due membri del Consiglio direttivo scelti tra i Consiglieri in carica.
  2. Alle sedute della Giunta Esecutiva partecipa il Direttore del Parco, con funzioni di Segretario, senza diritto di voto. Alla Giunta compete:
    1. la formulazione di proposte di atti di competenza del Consiglio Direttivo;
  3. l’adozione di tutti quegli atti che non rientrino nelle competenze esclusive del Consiglio direttivo.
    1. l’esercizio delle funzioni delegate dal Consiglio Direttivo.
  4. Di ciascuna deliberazione della Giunta Esecutiva è data comunicazione al Consiglio Direttivo.

Art. 17 — Elezione della Giunta esecutiva

  1. La Giunta esecutiva è eletta dal Consiglio direttivo, di seguito alla nomina di tutti i suoi componenti e con la presenza di almeno due terzi degli stessi, con le modalità previste dal presente articolo. L’elezione della Giunta esecutiva avviene in seduta pubblica a votazione palese con voto limitato ad un nominativo;
  2. Sono eletti i Consiglieri che hanno riportato il maggior numero di voti. I membri elettivi della Giunta esecutiva, fatta eccezione per il Presidente, possono essere oggetto di sfiducia attraverso apposita mozione votata dalla maggioranza assoluta del Consiglio direttivo. In caso di sfiducia il Consiglio direttivo provvede all’elezione dei nuovi componenti la Giunta esecutiva con le modalità previste dal presente articolo, in una successiva seduta da tenersi entro dieci giorni.

Art. 18 — Convocazione della Giunta esecutiva

  1. La Giunta esecutiva è convocata dal Presidente ogni volta che lo ritenga necessario, ovvero entro dieci giorni qualora ne facciano richiesta almeno due componenti; la convocazione è disposta mediante avviso contenente l’ordine del giorno che deve pervenire ai membri della Giunta almeno tre giorni prima della riunione, salvo i casi di motivata urgenza per i quali i termini sono ridotti a ventiquattro ore.
  2. Le integrazioni all’ordine del giorno sono ammesse con preavviso di almeno ventiquattro ore prima dell’ora stabilita per la riunione.
  3. L’avviso di convocazione deve essere notificato a mano, trasmesso con lettera raccomandata con avviso di ricevimento ovvero a mezzo fax, telegramma o posta elettronica.
  4. In caso di assenza o impedimento del Presidente e per motivi di urgenza, la Giunta esecutiva è convocata con le medesime modalità previste dal presente articolo, dal Vice Presidente.

 L’attuale Giunta Esecutiva dell’Ente Parco è costituita da:

  • Il Presidente, Tommaso Pellegrino
  • Il Consigliere, Emanuele Malatesta
  • Il consigliere, Vincenzo Inverso inverso
]]>
Fri, 21 Oct 2016 16:51:37 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/organi-istituzionali/la-giunta-esecutiva
I Revisori dei conti http://www.cilentoediano.it/sito/ente/organi-istituzionali/il-collegio-dei-revisori-dei-conti <![CDATA[

A norma dell’art. 22 dello Statuto,

  1. Il Collegio dei Revisori dei Conti, nominato con le modalità previste dall’Art. 9, comma 10, della legge 6 dicembre 1991, n. 394, esercita il riscontro contabile sugli atti dell’Ente Parco, secondo le prescrizioni normative che vigono in materia per gli Enti pubblici non economici e sulla base del Regolamento di Contabilità dell’Ente Parco approvato dal Ministro del tesoro di concerto con il Ministro dell’ambiente .
  2. Il Collegio dei Revisori esprime il parere sulle delibere di adozione o di modificazione dello statuto, dei regolamenti e delle piante organiche, in quanto soggette ad approvazione da parte del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, in qualità di amministrazione vigilante.  
  3. Il Collegio dei Revisori dei Conti partecipa alle riunioni del Consiglio Direttivo.

 

]]>
Thu, 10 Dec 2015 14:48:35 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/organi-istituzionali/il-collegio-dei-revisori-dei-conti
Il Direttore http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/la-direzione/il-direttore <![CDATA[

Il diret­tore del Parco è nom­i­nato, con decreto del Min­istro dell’Ambiente e della Tutela del Ter­ri­to­rio e del Mare, tra i soggetti inser­iti nell’Albo di Idonei all’esercizio delle attiv­ità di Diret­tore di Parco, isti­tu­ito presso il Ministero.

Il diret­tore pro­gramma, coor­dina ed è respon­s­abile di tutte le attiv­ità dell’Ente.

In par­ti­co­lare, for­mula al Pres­i­dente le pro­poste per la definizione degli obi­et­tivi e dei pro­grammi da attuare, adotta gli atti di ges­tione tec­nica, ammin­is­tra­tiva e finanziaria per la real­iz­zazione dei pro­grammi dell’Ente com­presi gli atti aventi ril­e­vanza esterna, adotta gli atti di ges­tione del per­son­ale, ivi incluse le relazioni sin­da­cali, esercita autono­ma­mente i poteri di spesa con­nessi alle fun­zioni pro­prie, svolge le fun­zioni di seg­re­tario del Con­siglio diret­tivo e della Giunta esec­u­tiva, e né sot­to­scrive, con il Pres­i­dente gli atti delib­er­a­tivi, esprime il parere di rego­lar­ità tec­nica e con­tabile degli atti, coor­dina l’attività di sorveg­lianza svolta dal per­son­ale del Corpo Fore­stale dello Stato fun­zional­mente dipen­dente dall’Ente Parco.

Il Direttore del Parco è il Dott. Romano Gregorio.

]]>
Tue, 29 May 2018 14:28:08 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/la-direzione/il-direttore
Il Direttore http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/539-il-direttore-2 <![CDATA[

Il diret­tore del Parco è nom­i­nato, con decreto del Min­istro dell’Ambiente e della Tutela del Ter­ri­to­rio e del Mare, tra i soggetti inser­iti nell’Albo di Idonei all’esercizio delle attiv­ità di Diret­tore di Parco, isti­tu­ito presso il Ministero.

Il diret­tore pro­gramma, coor­dina ed è respon­s­abile di tutte le attiv­ità dell’Ente.

In par­ti­co­lare, for­mula al Pres­i­dente le pro­poste per la definizione degli obi­et­tivi e dei pro­grammi da attuare, adotta gli atti di ges­tione tec­nica, ammin­is­tra­tiva e finanziaria per la real­iz­zazione dei pro­grammi dell’Ente com­presi gli atti aventi ril­e­vanza esterna, adotta gli atti di ges­tione del per­son­ale, ivi incluse le relazioni sin­da­cali, esercita autono­ma­mente i poteri di spesa con­nessi alle fun­zioni pro­prie, svolge le fun­zioni di seg­re­tario del Con­siglio diret­tivo e della Giunta esec­u­tiva, e né sot­to­scrive, con il Pres­i­dente gli atti delib­er­a­tivi, esprime il parere di rego­lar­ità tec­nica e con­tabile degli atti, coor­dina l’attività di sorveg­lianza svolta dal per­son­ale del Corpo Fore­stale dello Stato fun­zional­mente dipen­dente dall’Ente Parco.

Il Direttore del Parco è il Dott. Romano Gregorio.

]]>
Mon, 03 Sep 2018 12:10:59 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/539-il-direttore-2
Dirigenti http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/538-il-direttore-x-trasp-2 <![CDATA[

Il direttore del Parco è nominato, con decreto del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, tra i soggetti inseriti nell’Albo di Idonei all’esercizio delle attività di Direttore di Parco, istituito presso il Ministero.

Il direttore programma, coordina ed è responsabile di tutte le attività dell’Ente.

In particolare, formula al Presidente le proposte per la definizione degli obiettivi e dei programmi da attuare, adotta gli atti di gestione tecnica, amministrativa e finanziaria per la realizzazione dei programmi dell’Ente compresi gli atti aventi rilevanza esterna, adotta gli atti di gestione del personale, ivi incluse le relazioni sindacali, esercita autonomamente i poteri di spesa connessi alle funzioni proprie, svolge le funzioni di segretario del Consiglio direttivo e della Giunta esecutiva, e ne sottoscrive, con il Presidente gli atti deliberativi, esprime il parere di regolarità tecnica e contabile degli atti, coordina l’attività di sorveglianza svolta dal personale del Corpo Forestale dello Stato funzionalmente dipendente dall’Ente Parco.

Il Direttore del Parco è il Dott. Romano Gregorio.

]]>
Tue, 29 May 2018 14:27:26 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/538-il-direttore-x-trasp-2
Articolazione degli uffici http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa <![CDATA[

L’Ente Parco ha adot­tato una strut­tura orga­niz­za­tiva basata sulla sud­di­vi­sione in cen­tri di respon­s­abil­ità, intesi quali strut­ture orga­niz­za­tive incar­i­cate di assumere le deci­sioni in ordine alla ges­tione di risorse umane, finanziarie e stru­men­tali.
Ad ogni cen­tro di respon­s­abil­ità, ai sensi del DPR97/​2003, può essere pre­posto un diri­gente, un fun­zionario o qual­si­asi altro dipen­dente in relazione alla strut­tura dimen­sion­ale dell’Ente. I cen­tri di respon­s­abil­ità pos­sono essere quindi strut­turati su più liv­elli (I, II, III, ecc.) tenendo conto del grado dicom­p­lessità della strut­tura dell’Ente.
In relazione alla pro­pria strut­tura dimen­sion­ale e alle final­ità isti­tuzion­ali nonché inno­v­a­tive, è stata oper­ata una arti­co­lazione in n. 3 cen­tri di responsabilità. Ciascuna areapoi è a sua volta articolata in un certo numero di Servizi, ognuno dei quali può costituirsi in uno o più Uffici. 

Nell’immagine sottostante viene raffigurata sinteticamente lla struttura dell’ente. Per aprire gli organigrammi di ciascuna Area, utilizzare il sottomenu a lato. 

organ

Risorse a disposizione di ciascuna unità organizzativa.

Area Budget
Area Amministrativa 4.742.561,20
Area Tutela e sviluppo del Territorio 1.758.677,88
Area Promozione e Valorizzazione ambientale 1.274.228,06
]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:00:10 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa
Ufficio gestione fauna selvatica - Claudio Ehrlich http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione/ufficio-fauna-selv <![CDATA[

claudionato a Zug (Svizzera) nel 1960, è in possesso del diploma di Geometra. Abilitato all’esercizio della libera rofessione con iscrizione al Collegio dei Geometri della Provincia di Salerno. Libero professionista dal 1981 al 1991. Informatico. Buona conoscenza delle lingue inglese e tedesca. Dal 1987 dipendente di ruolo del Comune di Felitto, si è trasferito all’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano nel 1997. Assunto nei ruoli dell’Ente Parco nel 1999 dove ha svolto le mansioni di responsabile sia dell’ufficio autorizzativo, sia dell’area informatica-multimediale.
Distaccato in posizione di comando presso l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Paestum (SA) dal 2004 al 2007, dove è stato responsabile dell’attuazione del progetto «Park Promotion and Welcome Center» e responsabile dell’ufficio di staff dell’Amministratore.

Si occupa di:

Procedimenti afferenti indennizzi per danni da fauna selvatica.

Attuazione piano emergenza cinghiali.

Attività inerenti il selecontrollo.

address_bookCon­tatti

 

]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:48:22 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione/ufficio-fauna-selv
Il Piano del Parco http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/strumenti-di-pianificazione/il-piano-del-parco <![CDATA[

Documenti

 

La Relazione al Piano

{edocs}/images/parco/documenti/piano/relazione.pdf,700,1000{/edocs}

 

]]>
Fri, 05 Apr 2013 08:32:19 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/strumenti-di-pianificazione/il-piano-del-parco
Il piano pluriennale socio-economico http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/strumenti-di-pianificazione/il-piano-pluriennale-socio-economico <![CDATA[

Il piano pluriennale socio economio è stato approvato dalla Comunità del Parco nella seduta del 8 luglio 2000.

Il PPES si propone di definire le tattiche per lo sviluppo locale mentre il Piano del Parco costituisce lo strumento di definizione delle strategie; ciò in un’ottica d’integrazione e coordinazione con le politiche di sviluppo degli altri decisori pubblici.

Dalle strategie di Piano che prefigurano un modello di sviluppo locale fondato sulla conservazione del patrimonio naturale e culturale si è giunti al documento sulle azioni del PPES, dove sono individuati interventi efficaci per conseguire tre obiettivi principali e urgenti per:

- garantire lo sviluppo socio-economico del parco in tempi utili:

- integrare le politiche di sviluppo — qualificare il sistema dei servizi di base

- realizzare un sistema integrato di di fruizione turistica basato sulla valorizzazione dei nuclei montani.

{edocs}/images/parco/documenti/piano_economico_sociale/piano_economico_sociale.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
Thu, 13 Jun 2013 11:29:39 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/strumenti-di-pianificazione/il-piano-pluriennale-socio-economico
La cartografia di Piano http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/strumenti-di-pianificazione/46-la-cartografia-del-piano-del-parco <![CDATA[

Car­tografia

 

TAV­OLE Serie “B2
Orga­niz­zazione
del Territorio”

 

TAV­OLE Serie “B3  

Tav­ole serie B4  

TAVOLA dei siti SIC e ZPS
rica­denti nel ter­ri­to­rio del PNCVD
 
]]>
Fri, 24 Jan 2014 07:49:46 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/strumenti-di-pianificazione/46-la-cartografia-del-piano-del-parco
Il preliminare di Piano del Parco http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/strumenti-di-pianificazione/il-piano-del-parco/il-preliminare-di-piano-del-parco <![CDATA[

{edocs}/images/parco/documenti/piano/preliminare.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
Thu, 13 Jun 2013 11:29:39 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/strumenti-di-pianificazione/il-piano-del-parco/il-preliminare-di-piano-del-parco
Piano della Performance http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/49-il-piano-della-performance <![CDATA[

La performance è il contributo (risultato) che l’Ente Parco attraverso la propria azione apporta al raggiungimento delle finalità e degli obiettivi e, quindi, al soddisfacimento dei bisogni legati alla mission dell’Ente.

Nel Piano della Performance, in coerenza con le risorse disponibili ed assegnate, vengono esplicitati gli obiettivi, gli indicatori ed i target, su cui si baserà, poi, la misurazione, la valutazione e la rendicontazione della performance. A tal fine sono indicati:

  • gli obiettivi strategici ed operativi;
  • gli indicatori per la misurazione e la valutazione della performance dell’amministrazione.

Il documento è stato approvato con Deliberazione del Commissario straordinario n. 7/2015

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/Piano_Performance.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
Fri, 27 Mar 2015 11:08:46 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/49-il-piano-della-performance
Standard di qualità http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/178-standard <![CDATA[

 {edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/standard.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
Mon, 01 Jul 2013 10:38:44 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/178-standard
Relazione sulla performance http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/179-relazione <![CDATA[

 {edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/relazione.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
Thu, 08 Oct 2015 11:15:20 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/179-relazione
Piano triennale della trasparenza http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/267-il-piano-trasparenza <![CDATA[

 {edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/programma_trasparenza 20152017.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
Tue, 03 Feb 2015 11:01:19 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/267-il-piano-trasparenza
Programma per la Trasparenza e l'Integrità http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/programma-triennale-per-la-trasparenza/50-programma-triennale-per-la-trasparenza <![CDATA[

La legge 241/1990, come da ultimo modificata, individua l’accesso ai documenti amministrativi come principio generale dell’attività amministrativa al fine di favorire la partecipazione e assicurarne l’imparzialità e la trasparenza.
Il decreto legislativo 150/2009 rafforza le disposizioni, già in vigore, sulla trasparenza nelle pubbliche amministrazioni, attraverso tre elementi principali:

  • l’obbligo, per le amministrazioni, di predisporre una apposita sezione sul proprio sito internet, che contiene tutte le informazioni concernenti l’organizzazione, gli andamenti gestionali, l’utilizzo delle risorse per il perseguimento dei risultati, nonché l’attività di misurazione e valutazione. Questo obbligo mira a favorire forme diffuse di controllo interno ed esterno, anche da parte del cittadino;
  • l’adozione, per ogni amministrazione, di un Programma triennale per la trasparenza e l’integrità, da pubblicare online;
  • la creazione, presso la Commissione per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle amministrazioni pubbliche, di un portale che raccoglie tutte le iniziative delle amministrazioni pubbliche nell’ambito dei due punti sopraelencati.

Al fine di garantire la massima trasparenza in ogni fase del ciclo della performance, le amministrazioni sono tenute ad adottare un Programma triennale per la trasparenza e l’integrità (la competenza è dell’organo consiliare), da aggiornare annualmente, con il coinvolgimento degli stakeholders interessati. Inoltre è fatto obbligo alle amministrazioni di attivare, nel proprio sito web, una sezione dedicata denominata «Trasparenza, valutazione e merito», di facile accesso e consultazione agli utenti. Trasparenza amministrativa e corretta e tempestiva comunicazione al cittadino sono obiettivi strategici alla base dell’azione di questa amministrazione, allo scopo formale di garantire «accessibilità»» totale all’esterno dei dati e dei provvedimenti amministrativi in base alle più recenti disposizioni del legislatore nazionale, nel rispetto dei principi di legalità e trasparenza.


Il Programma triennale sulla trasparenza è stato adottata dall’Ente Parco con la deliberazione consiliare n. 1/2011.

Il fine ultimo da raggiungere attraverso le azioni previste nel presente programma è quello di avvicinare l’utenza all’operato dell’Ente Parco e cercare di rispondere in maniera efficace e mirata alle istanze di varia natura che provengono dal territorio di riferimento, attraverso un miglioramento del grado di ascolto delle istanze, la creazione di una relazione diretta tra competenze operative interne ed esterne,la difesa degli interessi collettivi relativi al rispetto della legalità ed alla corretta applicazione delle norme di tutela.Il raggiungimento degli obiettivi citati, si sviluppa attraverso due processi concomitanti e paralleli che si traducono in:

  • Miglioramento della comunicazione interna
  • Potenziamento della comunicazione esterna

Nell’insieme si intende puntare ad un efficace rapporto fra gli uffici (trasparenza interna) attraverso una costante interazione tra le diverse competenze e professionalità, sia a consolidare un rapporto di fiducia tra Ente Parco e stakeholders locali (trasparenza esterna). La trasparenza esterna si può realizzare sia su istanza dall’esterno (esercizio del diritto di accesso) sia in seguito a iniziative autonome dell’amministrazione.

 {edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/deliberacommissariale_13.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
Mon, 23 May 2016 11:20:36 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/programma-triennale-per-la-trasparenza/50-programma-triennale-per-la-trasparenza
Bandi di gara http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/gare-e-appalti/bandi-di-gara <![CDATA[ ]]> Fri, 05 Apr 2013 07:42:59 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/gare-e-appalti/bandi-di-gara Delibere del Consiglio direttivo http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/deliberazioni/delibere-del-consiglio-direttivo <![CDATA[ ]]> Fri, 05 Apr 2013 07:47:53 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/deliberazioni/delibere-del-consiglio-direttivo Delibere di Giunta esecutiva http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/deliberazioni/delibere-del-consiglio-direttivo-2 <![CDATA[ ]]> Fri, 05 Apr 2013 07:48:25 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/deliberazioni/delibere-del-consiglio-direttivo-2 Nulla osta http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/altri-atti/nulla-osta-art-13-l-39491 <![CDATA[

Nell’archivio storico non sono presenti i provvedimenti recenti ancora in corso di pubblicazione all’Albo pretorio on line.

Gli ultimi nulla osta adottati dall’ufficio autorizzativo sono presenti in Albo on line

]]>
Sat, 13 Jul 2013 07:17:26 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/altri-atti/nulla-osta-art-13-l-39491
Avvisi e comunicazioni http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/gare-e-appalti/avvisi-e-comunicazioni <![CDATA[ ]]> Mon, 25 Mar 2013 12:40:23 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/gare-e-appalti/avvisi-e-comunicazioni Determine di area a supporto della direzione http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/determinazioni/determine-area-supp <![CDATA[ ]]> Fri, 05 Apr 2013 07:49:53 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/determinazioni/determine-area-supp Determine di area promozione http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/determinazioni/determine-area-prom <![CDATA[ ]]> Tue, 16 Apr 2013 14:28:05 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/determinazioni/determine-area-prom Determine di area tecnica http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/determinazioni/determine-di-area-tecnica <![CDATA[ ]]> Fri, 05 Apr 2013 07:51:25 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/determinazioni/determine-di-area-tecnica Ordinanze http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/altri-atti/ordinanze <![CDATA[ ]]> Fri, 05 Apr 2013 09:20:18 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/altri-atti/ordinanze Avvisi pubblici assunzione personale http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/assunzione-del-personale/avviso-pubblico-di-assunzione-personale-td <![CDATA[ ]]> Fri, 05 Apr 2013 07:40:57 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/assunzione-del-personale/avviso-pubblico-di-assunzione-personale-td Atti in corso di pubblicazione http://www.cilentoediano.it/sito/ente/albo-on-line/atti-in-pubblicazione <![CDATA[

Dal 21 gennaio 2019, l’Ente Parco sta attivando il nuovo sistema di pubblicazione degli atti all’Albo Pretorio on Line raggiungibile al seguente link:

Il vecchio albo sarà ancora disposnibile per la consultazione dell’archivio storico.

]]>
Fri, 25 Jan 2019 09:24:57 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/albo-on-line/atti-in-pubblicazione
Ricerca atti in pubblicazione http://www.cilentoediano.it/sito/ente/albo-on-line/ricerca-atti-in-pubblicazione <![CDATA[ ]]> Fri, 05 Apr 2013 09:25:19 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/albo-on-line/ricerca-atti-in-pubblicazione Archivio storico atti http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/33-ente-parco/albo-on-line/albo-pretorio/67-archivio-storico-atti <![CDATA[ ]]> Tue, 16 Apr 2013 13:03:24 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/33-ente-parco/albo-on-line/albo-pretorio/67-archivio-storico-atti Ricerca archivio storico http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/ricerca-in-archivio-storico <![CDATA[ ]]> Fri, 05 Apr 2013 09:24:51 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/ricerca-in-archivio-storico Sezioni e categorie dell'Archivio storico http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/sezioni-e-categorie-dell-albo <![CDATA[ ]]> Mon, 22 Apr 2013 13:25:52 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/sezioni-e-categorie-dell-albo Pubblicazione atti http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/33-ente-parco/albo-on-line/albo-pretorio/70-pubblicazione-atti-configurazione <![CDATA[ ]]> Mon, 25 Mar 2013 12:54:28 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/33-ente-parco/albo-on-line/albo-pretorio/70-pubblicazione-atti-configurazione Albo on line http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/25-ente-parco/albo-on-line/71-albo-def <![CDATA[

Dal 21 gennaio 2019, l’Ente Parco sta attivando il nuovo sistema di pubblicazione degli atti all’Albo Pretorio on Line raggiungibile al seguente link:

Il vecchio albo sarà ancora disposnibile per la consultazione dell’archivio storico.

]]>
Fri, 25 Jan 2019 09:18:27 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/25-ente-parco/albo-on-line/71-albo-def
Delibere presidenziali http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/deliberazioni/delibere-presidenziali <![CDATA[ ]]> Fri, 05 Apr 2013 07:49:12 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/deliberazioni/delibere-presidenziali Organi di indirizzo politico-amministrativo http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/organizzazione/dati-del-personale-politico-amministrativo <![CDATA[

 

images/organi.jpg

L’art. 9 della legge quadro sulle Aree Pro­tette, legge 6 dicem­bre 1991, n. 394, sta­bilisce che:

1. L’Ente parco ha per­son­al­ità di diritto pub­blico, sede legale e ammin­is­tra­tiva nel ter­ri­to­rio del parco ed è sot­to­posto alla vig­i­lanza del Min­istro dell’ambiente.
2. Sono organi dell’Ente:
a) il Pres­i­dente;
b) il Vice Pres­i­dente
c)il Con­siglio diret­tivo;
d) la Giunta esec­u­tiva;
e) il Col­le­gio dei revi­sori del conti;
f) la Comu­nità del parco.

Gli organi dell’Ente parco durano in car­ica cinque anni ed i mem­bri pos­sono essere con­fer­mati una sola volta.

Agli organi pro­pri­a­mente detti, si affi­anca il Diret­tore dell’ente che né rap­p­re­senta il liv­ello gestionale.

 Il commissario straordinario (20142016)
]]>
Mon, 06 Jun 2016 19:00:10 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/organizzazione/dati-del-personale-politico-amministrativo
OIV http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/curriculum-del-oiv <![CDATA[

L’organismo interno di valutazione è in corso di nomina.

]]>
Thu, 30 Mar 2017 13:38:54 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/curriculum-del-oiv
Articolazione degli uffici http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/organizzazione/77-struttura-organizzativa <![CDATA[

L’Ente Parco ha adot­tato una strut­tura orga­niz­za­tiva basata sulla sud­di­vi­sione in cen­tri di respon­s­abil­ità, intesi quali strut­ture orga­niz­za­tive incar­i­cate di assumere le deci­sioni in ordine alla ges­tione di risorse umane, finanziarie e stru­men­tali.
Ad ogni cen­tro di respon­s­abil­ità, ai sensi del DPR 97/​2003, può essere pre­posto un diri­gente, un fun­zionario o qual­si­asi altro dipen­dente in relazione alla strut­tura dimen­sion­ale dell’Ente. I cen­tri di respon­s­abil­ità pos­sono essere quindi strut­turati su più liv­elli (I, II, III, ecc.) tenendo conto del grado dicom­p­lessità della strut­tura dell’Ente.
In relazione alla pro­pria strut­tura dimen­sion­ale e alle final­ità isti­tuzion­ali nonché inno­v­a­tive, è stata oper­ata una arti­co­lazione in n. 3 cen­tri di responsabilità:

 organ

Risorse a disposizione di ciascuna unità organizzativa.

Area Budget
Area Amministrativa 4.742.561,20
Area Tutela e sviluppo del Territorio 1.758.677,88
Area Promozione e Valorizzazione ambientale 1.274.228,06

 Per ulteriori dettagli riguardo la struttura organizzativa, si prega di fare irferimento alla omonima sezione.

 

]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:00:00 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/organizzazione/77-struttura-organizzativa
Tassi di assenza http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/assenze-e-presenze <![CDATA[

 

ASSENZE ANNO 2019

GENNAIO   LUGLIO
     
FEBBRAIO   AGOSTO
     
MARZO   SETTEMBRE
     
APRILE   OTTOBRE
     
MAGGIO   NOVEMBRE
     
GIUGNO   DICEMBRE
     
     
     

 

 

 

]]>
Thu, 16 May 2019 10:03:54 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/assenze-e-presenze
CONTO ANNUALE ANNO 2012 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/spese-per-il-personale-anno-2011 <![CDATA[

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/tab_2012.pdf,700,1000{/edocs}

 

]]>
Wed, 11 Jun 2014 07:09:02 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/spese-per-il-personale-anno-2011
Ufficio Servizi informatici e Protocollo e gestione documentale Comunicazione - Piero Ferrara http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione/ufficio-sistema-informatico-piero-ferrara <![CDATA[

ferrara

nato a Cuccaro Vetere nel 1967, si è laureato, con il massimo dei voti, in Lingue e Letterature Straniere Moderne presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli.
Dal 2003 è impiegato presso l’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Collabora alla gestione del sistema informatico,della posta elettronica istituzionale, della rete LAN e del parco macchine informatico.
Conosce le lingue inglese e spagnola.
Ha conseguito il master in Information Technology e Sicurezza delle Reti LAN e WLAN presso l’ASMEZ di Napoli.

Hobby: musica, tastiera, fotografia, video e bricolage.

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

Gestione e informatizzazione protocollo e PEC ed altri servizi di carattere gestionale.

Archiviazione e gestione flussi documentali.

Adempimenti Fattura elettronica.

Comunicazione istituzionale WEB.

Gestione e manutenzione sito web e social network, gestione newsletter.

Eventi istituzionali.

Adempimenti concessioni marchio del Parco.

Adempimenti Servizio Civile.

 

address_book Contatti

]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:43:08 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione/ufficio-sistema-informatico-piero-ferrara
Area supporto direzione - Romano Gregorio http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/il-responsabile-supporto-direzione <![CDATA[

romanonato a Laurino nel 1963, è laureato in Scienze Politiche presso l’Università di Salerno, dove ha conseguito la specializzazione post-laurea in Economia e Diritto dell’Amministrazione Pubblica. E» vicedirettore dell’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Ha maturato esperienza nel campo amministrativo-gestionale presso diverse amministrazioni pubbliche. Ha maturato esperienze qualificate presso istituti di credito locali come componente del Collegio Sindacale e del Consiglio di Amministrazione, ricoprendo anche la carica di vicepresidente. Ha ricoperto incarichi istituzionali presso Enti locali. E» iscritto nell’elenco regionale dei Direttori degli Enti di gestione delle Aree Naturali Protette regionale e dell’ARP della Regione Lazio. E» stato Componente e Presidente del Nucleo di valutazione di diversi Comuni. E» coautore di alcune pubblicazioni.

Compiti e Funzioni

Responsabile dell’Area Supporto Direzione, ne coordina ed è responsabile di tutte le attività. Risponde al Direttore.
Gestisce il budget dell’Area

1364829102 Address BookContatti

 

]]>
Tue, 09 Apr 2013 09:40:34 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/il-responsabile-supporto-direzione
Giovanni Ciao http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione/il-responsabile-promozione <![CDATA[

ciaonato nel 1961 ad Agropoli (SA), è in possesso del diploma di Maturità Classica. Dal 1986 al 1999 è stato alle dipendenze dell’Amministrazione Provinciale di Varese con la qualifica di esperto amministrativo.
Dal 1999 è dipendente dell’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.
Dal 2000 è Responsabile dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico.
Dal febbraio 2004 al luglio 2005 è stato titolare del centro di responsabilità Area Comunicazione e Promozione.

Compiti e Funzioni

 

address_book Contatti

]]>
Mon, 08 Apr 2013 10:38:45 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione/il-responsabile-promozione
Ufficio Promozione e Marketing territoriale - Nerio Baratta http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione/il-servizio-promozione <![CDATA[

barattanato a Perito nel 1956 , è diplomato al Liceo Artistico. In organico all’Ufficio Promozione del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano dal 1997, dove si occupa di grafica nonché delle attività inerenti la promozione. Ha curato l’organizzazione dei principali eventi e manifestazioni fieristiche sia nazionali che regionali. Ha all’attivo numerose creazioni (logo, manifesti, ecc.). È assaggiatore esperto di olio, vino e formaggi, conoscitore delle principali produzioni agroalimentari del territorio.

Compiti e Funzioni

Organizzazione e partecipazione eventi e fiere, mostre, esposizioni e convegni.

Progettazione grafica e stampa, materiale promozionale e divulgativo.

Aggiornamento periodico sito web (promozione).

Adempimenti concessioni Marchio del Parco

address_book Contatti

]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:44:05 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione/il-servizio-promozione
Area Tecnica - Ernesto Alfano http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione/il-responsabile-tecnica <![CDATA[

alfano nNato il 16/07/1970, si laurea, nel 1997, in Architettura presso «la Sapienza» di Roma;

Dal 1997 al 2002 collabora con studi e società di architettura a Roma, Salerno, Napoli

Nel 2000 è vincitore di una borsa di studio del MURST di 1600 ore finalizzato alla formazione di un «esperto In risk management per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale»;

Nel 2002 vince il concorso di istruttore direttivo presso l’Ufficio urbanistica ed assetto del territorio del comune di Urbino (PU), qui collabora alla revisione del Piano di Riqualificazione del Centro Storico.

Dal 2006 lavora presso l’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni, qui progetta e dirige i lavori di alcuni tra gli interventi realizzati dall’Ente.

Compiti e funzioni

Responsabile di tutte le attività dell’Area Tecnica — Conservazione della Natura. Risponde al Direttore. Gestisce il budget dell’Area.

Si occupa direttamente di:

  • Istruttoria dei procedimenti di attività ed opere a contenuto prevalentemente geologico (attività estrattive, aperture ed ampliamenti di discariche, difesa idrogeologica, derivazione delle acque superficiali e profonde ecc.)
  • Pareri su valutazioni di impatto ambientale e valutazioni di incidenza sui procedimenti di competenza.
  • Coordina l’attivià di sorveglianza e vigilanza sull’abusivismo edilizio, compito per il qualse si avvale della collaborazione dell’Ufficio Studi e Ricerche Ambientali;
  • Progettazione e direzione di opere pubbliche;
  • Manutenzione degli immboli di proprietà dell’ente;
  • Esecuzione di atti e provvedimenti di competenza dell’Area;
  • Corrispondenza ed archivio di competenza dell’Area.

address_bookCon­tatti

]]>
Mon, 31 Jul 2017 08:58:02 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione/il-responsabile-tecnica
Bonifacio Garofalo http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/137-garofalo <![CDATA[

garofalonato a Salerno nel 1949, è in possesso del diploma di Perito Agrario conseguito presso l’Istituto Tecnico Agrario di Napoli. Ha svolto attività di lebera professione di perito agrario ed ha insegnato nei centri di formazione della Regione Campania. Da 1992 al 1998 ha lavoratorato presso l’ente Poste Italiane con la mansione di O.S.E. Dal 1998 lavora presso l’ente PArco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano dove ha svolto le funzione di responsabile dell’Ufficio COmunità del Parco e successivamente, assegnato all’Area Conservazione della Natura si è occupato di problematiche relative alle autorizzazioni e agli indennizzi per mancati tagli boschivi e danni da fauna selvatica.

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

  • Valutazione degli indennizzi danni da fauna;
  • Valutazione degli indennizzi per il mancato taglio boschivo;
  • Rapporti col Comando territoriale Ambientale e l’Azienda Sanitaria Locale per la valutazione degli indennizzi da danni da fauna;
  • Collabora alla redazione di regolamenti di rilevanza interna ed esterna, di capitolati d’appalto, ecc.

address_bookCon­tatti

]]>
Sat, 13 Apr 2013 09:02:15 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/137-garofalo
Gerardina Sofia http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/138-sofia <![CDATA[

sofianata a Rofrano, si è laureata in scienze agrarie all’università degli Studi di Napoli «Federico II», discutendo la tesi sperimentale «Cancro della Corteccia nei castagneti del territorio della Comunità montana Lambro e Mingardo».
Nel 1987 è stata assunta presso la Comunità Montana «lambro e Mingardo » di Futani con un progetto a termine di » Miglioramento Pascolo.Trasferita nei ruoli dell’ente Parco dal 1997, assegnata all’Area Conservazione della Natura, si è occupata di problematiche relative agli indennizzi di danni da fauna selvatica.

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

  • Istruttoria delle pratiche di indennizzo di danni da fauna;
  • Archiviazione delle pratiche e dei procedimenti di indennizzo;
  • Elaborazione dati in archivio e stesura di report anche al fine di consentire la liquidazione degli indennizzi;
  • Collabora alla redazione di regolamenti di rilevanza interna ed esterna, di capitolati d’appalto, ecc.

address_bookCon­tatti

]]>
Sat, 13 Apr 2013 09:07:32 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/138-sofia
Sedi e strutture del Parco http://www.cilentoediano.it/sito/ente/sedi <![CDATA[

{phocamaps view=map|id=1}

]]>
Sat, 06 Apr 2013 07:37:10 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/sedi
Dove siamo http://www.cilentoediano.it/sito/natura/dove-siamo <![CDATA[

{phocamaps view=map|id=2}

]]>
Sat, 06 Apr 2013 07:46:22 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/natura/dove-siamo
Il logo http://www.cilentoediano.it/sito/natura/il-logo-del-parco <![CDATA[

nuova Primula palinuril logo del parco rappresenta la primula di Palinuro.

La Primula di Palinuro (Primula palinuri, Petagna) è una pianta appartenente alla famiglia delle Primulaceae, endemica di alcuni tratti delle coste calcaree tirreniche lucane (Campania meridionale e Basilicata) e calabresi.

Morfologia

Di portamento suffruticoso, si presenta dotata di un robusto rizoma sormontato da una folta rosetta di foglie carnosette, vischiose, coriacee ma non rigide, con margine dentato cartilagineo, in stretta aderenza alla roccia.

L’infiorescenza è costituita da numerosi fiori di colore giallo-dorato intenso, dal calice bianco e farinoso, posti alla sommità di uno scapo alto 1520 cm. Il tubo calicino, liscio e cilindrico, evidenzia l’affinità con la Primula auricola (detta anche Orecchi d’orso), che cresce però in ambiente montano e dalla quale comunque si discosta per l’assenza sulle foglie del margine cartilagineo.

Diffusione e habitat

La Primula di Palinuro è presente in alcune colonie sulle falesie calcaree delle zone litoranee del Tirrenomeridionale, ad un’altitudine fino a 200 metri, preferendo le pareti esposte a Nord e a Nord-Ovest. Attecchiscesull’orlo di cenge o nelle fenditure della roccia, dove le radici si insinuano profondamente nel terreno di accumulo.
Si accompagna a tipiche specie rupicole camefite, come Dianthus rupicola, Iberis semperflorens,Centaurea cineraria, Daucus gingidium, Inula crithmoides, Crithmum maritimum.

Le sue stazioni delineano un areale ridotto e frammentato, ristretto alla fascia costiera campana di Capo Palinuro e degli Infreschi (Marina di Camerota), alle coste rocciose presso Scalea (in Calabria) e nell’unica località di Punta Caina sulla costa della Basilicata, presso Maratea.

]]>
Fri, 05 Apr 2013 08:31:40 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/natura/il-logo-del-parco
Geologia http://www.cilentoediano.it/sito/natura/geologia <![CDATA[

PonteSulCaloreIl Cilento, terra dalle dolci morfologie collinari, ricoperte da distese di ulivi verdecenere che si rispecchiano nel blu del Tirreno e allo stesso tempo, terra dalle morfologie molto aspre profondamente incise da vivaci torrenti, raie dall’aspetto lunare, boschi di castagni e di lecci, paesi abbarbicati alle rocce o adagiati sulle rive. Pochi immaginano che a determinare questo affresco, fatto di forme e colori suggestivi apparentemente in forte contrasto, sia la duplice natura geologica delle rocce che costituiscono il Cilento: quella del «Flysch del Cilento», che ha la sua massima diffusione in corrispondenza del bacino idrogeografico del Fiume Alento e dei principali monti del Cilento occidentale, quali il Monte Centaurino (1433 m), e quella delle «rocce calcaree» che costituiscono i complessi montuosi interni (Alburno-Cervati) e meridionali (Monte Bulgheria, Monte Cocuzzo) del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

Sulla costa alta, il Flysch si caratterizza per la fitta stratificazione delle rocce che talora assumono forme e colori particolari come è possibile riscontrare in località Ripe rosse o nel terrazzo marino di Punta Licosa.

I paesaggi che ne derivano si riconoscono per le morfologie spesso dolci e per la maggiore presenza arborea della macchia mediterranea.
Lasciata la costa nord-occidentale, territorio del Flysch, e inoltrandoci verso l’interno del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, il paesaggio cambia: siamo nel «regno» delle rocce calcaree, al cospetto dei massicci carbonatici degli Alburni e del Cervati. Il paesaggio, modellato dalle forme carsiche, dall’asprezza di taluni versanti segnati da una intensa tettonica; dalle grandi forre scavate da torrenti perennemente in piena, si presenta con un aspetto lunare reso brullo dalla «povertà» dei terreni, anche se, la dove le condizioni del suolo e delle acque lo permettono, esso diventa ricco di boschi mediterranei e faggeti o di prati a lavanda. Caratteristica della geologia di queste rocce sono le forme carsiche, dovute alla dissoluzione del carbonato di calcio che produce «erosione» e deposizione con formazioni, tra l’altro, di stalattiti e stalagmiti.

Le forme che ne derivano possono essere superficiali (epigee) come i solchi dei campi carreggiati, le doline, e gli ighiottitoi o profonde (ipogee) quali grotte, gallerie e cavità, presenti nel territorio del Parco, molte delle quali ancora inesplorate. Il fenomeno carsico è particolarmente spinto nei Monti Alburni con le magnifiche testimonianze della grotta di Castelcivita lunga quasi 5 km; della grotta di Pertosa accessibile per un tratto con zatteroni; e della grotta dell’Auso presso S. Angelo a Fasanella.

Forme carsiche di particolare richiamo sono poi quelle che il fiume Bussento ha prodotto nel tratto Caselle in Pittari– Morigerati, con il suo lungo corso sotterraneo e ancora le gole profonde prodotte dal fiume Mingardo nel tratto di attraversamento del Monte Bulgheria. Tagli profondi, che incidono il «morbido» calcare bianco, sono quelli prodotti dal Torrente Sammaro, dal fiume Calore e dal Bussentino; le loro acque impetuose sono spesso artefici di cascate e rapide di raro spettacolo naturale.

]]>
Fri, 05 Apr 2013 08:28:11 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/natura/geologia
La fauna http://www.cilentoediano.it/sito/natura/la-fauna <![CDATA[

La fauna del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano è assai diversificata in virtù dell’ampia varietà di ambienti presenti sul territorio. Aree costiere e montane, fiumi impetuosi e ruscelli, rupi e foreste, determinano altrettante comunità faunistiche dove spesso emerge la presenza di specie di alto valore naturalistico. Sulle vette, sulle praterie di altitudine e sulle leprerupi montane sono frequenti l’Aquila reale (Aquila chrysaetos) e le sue prede d’elezione: la Coturnice (Alectoris graeca) e la Lepre Italica(Lepus corsicanus). La presenza di queste due ultime specie è biologicamente importante in quanto rappresentano popolazioni autoctone appenniniche, oramai estinte in buona parte del territorio. L’aquila divide questo ambiente con altri rapaci come il Falco pellegrino (Falco peregrinus), il Lanario (Falco biarmicus), il Corvo imperiale (Corvus corax) ed il Gracchio corallino (Pyrrhocorax pyrrhocorax).

Tra i pascoli è facile osservare l’arvicola del Savi (Microtus savii), un piccolo roditore erbivoro predato dalla Volpe (Vulpes vulpes), dalla Martora (Martes martes) o anche dal Lupo (Canis lupus) specie quest’ultima la cui popolazione sembra essere in leggera crescita. Tra gli stessi prati, regno di numerose specie di farfalle, vivono la Lucertola muraiola (Podarcis muralis) e la Luscengola (Chalcides chalcides) peculiare per la sua somiglianza ad un piccolo serpente ma dal quale differisce per la presenza di piccoli arti.

Tra la ricca avifauna delle foreste di faggio le specie più tipiche sono il Picchio nero (Drycopus martius), il Picchio muratore (Sitta europaea) e il Ciuffolotto (Pyrrhula pyrrhula), mentre di grande interesse è la presenza dell’Astore (Accipiter gentilis) uccello rapace la cui distribuzione è in declino.

Sugli alti alberi vivono anche mammiferi come il Ghiro (Myoxus glis) o Quercino (Eliomys quercinus), mentre altri piccoli roditori frequentano tane scavate tra le radici, come nel caso dell’Arvicola rossastra (Clethrionomys glareolus), o tra le piccole radure che si aprono nella foresta, come il Topo selvatico (Apodemus sylvaticus) e il Topo dal collo giallo (Apodemus flavicolis). Questi piccoli roditori sono tra le prede preferite del Gatto selvatico (Felis silvestris), la cui presenza rappresenta un’altra emergenza naturalistica di grande interesse. Sulla corteccia degli alberi vive inoltre un raro insetto: il coleottero Rosalia alpina, specie di importanza europea.

lontraMolto ricca è anche la fauna dei corsi d’acqua dove senza dubbio domina la popolazione di lontre (Lutra lutra) forse più ricca d’Italia. Nelle aree più prossime alle sorgenti, dove l’acqua è più fredda, più costante ed i folti boschi ripariali forniscono abbondante ombra, vivono la rara Salamandra dagli occhiali (Salamandrina terdigitata), endemismo italiano di grande interesse naturalistico, e la più comune Salamandra (Salamandra salamandra).

Nei siti con acque più limpide e ricche di ossigeno abbondano la Trota (Salmo macrostigma) ed il Merlo acquaiolo (Cinclus cinclus), lungo le sponde sono frequenti piccoli trampolieri limicoli come il Corriere piccolo (Charadrius dubius) mentre nelle piccole pozze la Rana italica, la Rana dalmatina, l’Ululone dal ventre giallo (Bombina pachypu) e il Rospo (Bufo bufo); tra le gole rocciose il raro Biancone (Circaetus gallicus) rapace di grandi dimensioni che si nutre prevalentemente dei rettili che frequentano il Parco. Tra questi ultimi la Lucertola campestre (Podarcis sicula), il Ramarro (Lacerta viridis), il Cervone (Elaphe quatuorlineata) il Biacco (Coluber viridiflavus), la Vipera (Vipera aspis) e la Natrice (Natrix natrix).

]]>
Mon, 23 Feb 2015 12:40:30 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/natura/la-fauna
Grazie http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/45-nessuna/93-grazie <![CDATA[

Grazie per la tua registrazione.

Da questo momento riceverai puntualmente le nostre notizie.

A presto!!

]]>
Thu, 04 Apr 2013 10:24:30 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/45-nessuna/93-grazie
Bilancio anno 2013 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/94-bilancio-anno-2013 <![CDATA[

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/Delibera_Bilancio_2013.pdf,700,1000{/edocs}

 

]]>
Fri, 09 May 2014 10:15:09 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/94-bilancio-anno-2013
Bilancio di Previsione Anno 2014 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/197-bilancio-anno-2014 <![CDATA[

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/delibera_bilancio_2014.pdf,700,1000{/edocs}

 

]]>
Mon, 02 Dec 2013 13:13:39 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/197-bilancio-anno-2014
Bilancio anno 2014 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/284-consuntivo-anno-2014 <![CDATA[

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/Delibera_Bilancio_2014.pdf,700,1000{/edocs}

 

]]>
Wed, 05 Aug 2015 08:29:18 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/284-consuntivo-anno-2014
Bilancio di Previsione Anno 2015 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/258-bilancio-anno-2015 <![CDATA[

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/delibera_bilancio_2015.pdf,700,1000{/edocs}

 

]]>
Mon, 10 Nov 2014 09:21:22 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/258-bilancio-anno-2015
Bilancio di Previsione Anno 2016 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/461-bilancio-anno-2016 <![CDATA[

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/delibera_bilancio_2016.pdf,700,1000{/edocs}

 

]]>
Fri, 08 Jan 2016 07:13:58 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/461-bilancio-anno-2016
Mappa http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/44-natura-e-territorio/97-mappa <![CDATA[

[widgetkit id=57]

]]>
Sat, 06 Apr 2013 07:22:32 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/44-natura-e-territorio/97-mappa
Nuovo Albo on Line http://www.cilentoediano.it/sito/ente/nuovo-albo-on-line <![CDATA[

 

 

 

 

 

 

 

]]>
Tue, 22 Jan 2019 12:20:45 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/nuovo-albo-on-line
La direzione http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/la-direzione <![CDATA[

La Direzione programma, coordina ed è responsabile di tutte le attività dell’Ente. In particolare:

  • formula al Presidente le proposte per la definizione degli obiettivi e dei programmi da attuare,
  • adotta gli atti di gestione tecnica, amministrativa e finanziaria per la realizzazione dei programmi dell’Ente compresi gli atti aventi rilevanza esterna,
  • adotta gli atti di gestione del personale, ivi incluse le relazioni sindacali,
  • esercita autonomamente i poteri di spesa connessi alle funzioni proprie,
  • svolge le funzioni di segretario del Consiglio direttivo e della Giunta esecutiva, e ne sottoscrive, con il Presidente gli atti deliberativi,
  • esprime il parere di regolarità tecnica e contabile degli atti,
  • coordina l’attività di sorveglianza svolta dal personale del Corpo Forestale dello Stato funzionalmente dipendente dall’Ente Parco.
]]>
Mon, 09 Apr 2018 13:19:12 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/la-direzione
Area Promozione e Valorizzazione Ambientale http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione <![CDATA[

area comunciazione 

]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:37:27 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione
Servizio Promozione - Giovanni Ciao http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/54-ente-parco/struttura-organizzativa/area-promozione/servizio-promozione/110-servizio-promozione <![CDATA[

ciaonato nel 1961 ad Agropoli (SA), è in possesso del diploma di Maturità Classica. Dal 1986 al 1999 è stato alle dipendenze dell’Amministrazione Provinciale di Varese con la qualifica di esperto amministrativo.
Dal 1999 è dipendente dell’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.



 

Compiti e funzioni

 

  • Relazioni con il pubblico e attività di front-office all’utenza;
  • Attività di back – office;
  • Redazione e divulgazione di guide e servizi;
  • Gestione delle richieste di accesso agli atti;
  • Gestione ed aggiornamento di banche dati territoriali;
  • Gestione dei rapporti con associazioni e istruzione degli atti in relazione ad attività culturali e concessione di contributi;
  • Gestione del sistema informatico, strumentazione multimediale, internet e reti intranet;
  • Istruttoria per la concessione del patrocinio;
  • Rapporti informativi con altre istituzioni;
  • Promozione e gestione dei centri locali, biblioteche, musei;
  • Redazione di articoli inerenti il Parco e le sue attività;
  • Rassegna stampa;
  • Gestione rapporti con i media (locali, nazionali ed internazionali);
  • Esecuzione di atti e provvedimenti di competenza dell’Ufficio;
  • Corrispondenza ed archivio di competenza dell’Ufficio.

address_book Con­tatti

]]>
Mon, 31 Jul 2017 09:01:23 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/54-ente-parco/struttura-organizzativa/area-promozione/servizio-promozione/110-servizio-promozione
Ufficio Educazione Ambientale - Carmine Tolomeo http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione/ufficio-educazione-ambientale-carmine-tolome <![CDATA[

nato a Cicerale nel 1960, è in possesso del diploma di Maturità Scientifica. Da maggio 2001 a maggio 2002, ha prestato servizio presso Regione Lazio– Direzione Regionale Ambiente e Cooperazione tra i popoli — Riserva Naturale Regionale Monterano e Parco naturale Regionale dei Monti Aurunci, in qualità di operatore tecnico per la gestione dei parchi e delle riserve naturali. Da giugno 2002 ad oggi presta servizio presso l’ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, occupando di formazione, informazione ed educazione ambientale e di attività di segreteria del Presidente. Ha partecipato a numerosi corsi di formazione sia in qualità di docente che di discente acquisendo buone e qualificate competenze nel settore dell’informazione, educazione e comunicazione ambientale.

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

Formazione e gestione dell’educazione ambientale (rapporti con istituti ed enti, visite nel parco, centri di educazione ambientale, attività di educazione ambientale);
Gestione dei rapporti con le guide del parco;
Predisposizione della segnaletica ed organizzazione della stessa in collaborazione con le altre aree di competenza;
Attività di informazione ecologica e naturalistica;
Collaborazione alla gestione e manutenzione della rete sentieristica del parco;
Esecuzione di atti e provvedimenti di competenza dell’Ufficio;
Corrispondenza ed archivio di competenza dell’Ufficio.

 address_book Contatti

]]>
Tue, 09 Apr 2013 07:24:48 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione/ufficio-educazione-ambientale-carmine-tolome
Ufficio Promozione - Virgilio Piredda http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/53-ente-parco/struttura-organizzativa/area-promozione/112-ufficio-logistica-virgilio-piredda <![CDATA[

pireddanato a Castellamare di Stabia nel 1952, è in possesso del diploma di ragioneria. Titolare di uno studio di consulenza fiscale, di un’impresa di lavori subacquei, con brevetto superiore, ha maturato una pluriennale conoscenza del mondo del lavoro attraverso l’attività di collocatore e di Ispettore di Società Cooperative. Ha seguito corsi per tecnico della prevenzione nei luoghi di lavoro, per tecnico di videoconferenze e videoproiezioni, per l’allestimento di manifestazioni fieristiche e convegni.
Presso il Parco si interessa di oganizzazione di eventi, videoconferenze, videoproiezioni, manifestazioni fieristiche e convegni.

 

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

Collaborazione per l’organizzazione di eventi, manifestazioni fieristiche e convegni.

address_book Con­tatti

]]>
Tue, 09 Apr 2013 10:23:29 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/53-ente-parco/struttura-organizzativa/area-promozione/112-ufficio-logistica-virgilio-piredda
Ufficio riconoscimenti UNESCO ed emergenze geologiche - Aniello Aloia http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione/ufficio-logistica-gennaro-caroccia <![CDATA[

Aniello Aloia,

aloianato Ceraso nel 1970, consegue la Laurea in Scienze Geologiche con votazione 109/110 il 27 Gennaio 1993; consegue il master in Diritto dell’Ambiente e dei Beni Culturali organizzato dal Centro Studi Giambattista Vico e dalla Provincia di Salerno dal Giugno 2004 a Giugno 2005; dal 2001 è funzionario geologo presso l’Autorità di Bacino Regionale Sinistra Sele nell’Ufficio SUOLO, ACQUE, PIANI, PROGRAMMI E SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE, con compiti di responsabilità relativi a: Sorgenti, Pozzi ed Approvvigionamento Idrico; Idrogeologia; Dissesti Idrogeologici; Sistemazione, Conservazione e Recupero del Suolo; Siti Idonei allo Smaltimento dei Rifiuti; Studi Tematici e Cartografia; Difesa dalle Acque.– Nell’anno 2007 Posizione Professionale con competenza “Sistema Suolo– Geologia, Idrogeologia ed Uso del Suolo” . Dal dicembre 2007 è presso l’Ufficio Tecnico del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Componente geologo dell’Unità Operativa dei Programmi di Ricerca Scientifica di Salerno della relativa Università per i “modelli di gestione adattiva per la salvaguardia e fruizione dei beni culturali ed ambientali soggetti a multirischio in Campania”; accreditato quale rilevatore idromorfologico Metodo Caravaggio con patentino dell’Istituto IRSA-CNR. Ha tenuto seminari tecnico-scientifici durante corsi presso l’Università di Napoli Federico II ed interventi in conferenze scientifiche. Coautore di varie pubblicazioni su riviste tecnico scientifiche e della “Guida Geologico Ambientale del Monte Gelbison Novi Velia”.

Compiti e Funzioni

Progettazione e monitoraggio interventi relativi alla difesa suolo, riduzione dei rischi geologici, Tutela delle acque ed ai cambiamenti climatici, con particolare riferimento ai siti /beni Unesco ed alle aree di maggiore valenza ambientale

Procedimenti relativi alla gestione patrimonio forestale (tagli boschi).

Istruttoria per rilascio nulla osta su opere di consolidamento dei versanti soggetti a frana e processi erosivi e su interventi relativi ad attività estrattive.

Conservazione e valorizzazione della Geodiversità Unesco

Attività inerenti le designazioni Unesco (WHS, MAB e Geoparco) e della CETS

 address_book Con­tatti

]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:53:59 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione/ufficio-logistica-gennaro-caroccia
Segreteria del Presidente - Ferrara Piero e Loredana Nastasi http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/la-direzione/il-direttore/segreteria-della-presidenza <![CDATA[

lorenata a Vallo della Lucania si è laureata in Magistero Scienze Religiose nel 2000.
Dopo alcuni anni di insegnamento nelle scuole pubbliche, approda all’Ente Parco dove viene assunta definitivamente nel 2010.
Attualmente collabora con l’Ufficio Supporto Amministrativo Gare e Contratti per il quale svolge funzioni di supporto.

Compiti e funzioni

  • supporto nelle convocazioni delle sedute degli Organi dell’Ente
  • supporto nella predisposizione della documentazione relativa alle alle sedute degli Organi dell’Ente.
  • cura la catalogazione ed archiviazione dei documenti e della corrispondenza dell’Ufficio.

 1364829102 Address BookCon­tatti

ferraranato a Cuccaro Vetere nel 1967, si è laureato, con il massimo dei voti, in Lingue e Letterature Straniere Moderne presso l’Istituto Universitario Orientale di Napoli.
Dal 2003 è impiegato presso l’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Collabora alla gestione del sistema informatico,della posta elettronica istituzionale, della rete LAN e del parco macchine informatico.
Conosce le lingue inglese e spagnola.
Ha conseguito il master in Information Technology e Sicurezza delle Reti LAN e WLAN presso l’ASMEZ di Napoli.

Hobby: musica, tastiera, fotografia, video e bricolage.

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

Sistema Informatico e multimediale;
Sistema di telefonia interna;
Sito web istituzionale;
Esecuzione di atti e provvedimenti di competenza dell’Ufficio;
Corrispondenza ed archivio di competenza dell’Ufficio.

]]>
Mon, 09 Apr 2018 13:32:46 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/la-direzione/il-direttore/segreteria-della-presidenza
Area Amministrativa http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione <![CDATA[

ammini

]]>
Mon, 09 Apr 2018 13:28:19 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione
Segreteria della direzione - Raffaella Di Fiore http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/il-responsabile-supporto-direzione/segreteria-della-direzione-raffaella-di-fiore <![CDATA[

di fiorenata ad Ercolano (NA), ha conseguito il diploma di Maturità Magistrale. Ha frequentato diversi corsi di formazione accreditati. Ha svolto per vari anni attività di insegnamento nella scuola pubblica. Dal 2005 presta servizio nel settore amministrativo dell’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano come segretaria del Direttore.

Compiti e Funzioni

Si occupa della segreteria del Direttore.

 

1364829102 Address BookCon­tatti

]]>
Sat, 13 Apr 2013 15:44:59 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/il-responsabile-supporto-direzione/segreteria-della-direzione-raffaella-di-fiore
Centralino - Meri Maiese http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/il-responsabile-supporto-direzione/centralino-meri-maiese <![CDATA[

maieseMeri Maiese
nata a Vallo della Lucania, è in possesso del diploma magistrale. Assunta all’Ente Parco nel 1999 si è sempre occupata del Centralino telefonico.

Compiti e Funzioni

  • Centralinista

1364829102 Address BookCon­tatti

]]>
Tue, 09 Apr 2013 10:04:55 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/il-responsabile-supporto-direzione/centralino-meri-maiese
Autista - Fernando Monaco http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/il-responsabile-supporto-direzione/autista <![CDATA[

monaconato ad Ottati nel 1961, ha conseguito il diploma di qualifica di tipocompositore-linotipista presso l’Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato di Salerno nel 1982. Assunto nel 1994 dal Jockej Club Italiano e nel 1996 dall’ISPESL. Dal 2000 presta servizio presso l’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano in qualità di autista. E» in possesso del certificato di abilitazione professionale KB e della carta di qualificazione del conducente.

Compiti e Funzioni

Svolge le funzioni di autista.

1364829102 Address BookCon­tatti

]]>
Tue, 09 Apr 2013 10:31:33 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/il-responsabile-supporto-direzione/autista
Ufficio Comunità del Parco e Aree Marine Protette - Francesco De Luca http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-affari-generali <![CDATA[

de lucanato a Teggiano nel 1969, ha conseguito la laurea in Scienze del Governo e dell’Amministrazione. Ha partecipato a numerosi corsi di formazione acquisendo capacità e competenze nell’ambito delle attività amministrative. Dal 1998 è dipendente dell’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, assegnato all’Area Ammministrazione Generale, dove si occupa di procedure amministrative, delle attività della Comunità del Parco e dei rapporti con il Coordinamento Territoriale per l’Ambiente del Corpo Forestale dello Stato (CTA).

Compiti e Funzioni

Gestione rapporti e atti di competenza della  Comunità del Parco.

Assistenza sedute Comunità del Parco: Convocazione, Istruttoria, Verbalizzazione, redazione e pubblicazione atti.

Gestione sanzioni amministrative,  anche a mezzo di procedure coattive, delle iniziative necessarie al recupero dei crediti dell’Ente (ingiunzioni, ruoli esecutivi, ecc.).

Gestione polizze assicurative.

Collaborazione Ufficio Contenzioso per le relative procedure contabili e finanziarie.

Attività inerenti la programmazione, la gestione e il funzionamento delle Aree Marine Protette

Gestione rapporti con Capitaneria di Porto.

Procedure finalizzate al rilascio delle

autorizzazioni inerenti le attività consentite nelle AA.MM.PP.

Gestione sanzioni amministrative,  anche a mezzo di procedure coattive, delle iniziative necessarie al recupero dei crediti dell’Ente (ingiunzioni, ruoli esecutivi, ecc.).

Monitoraggio e supporto alle attività di ricerca e promozione svolte nelle AA.MM.PP.

 

1364829102 Address BookCon­tatti

Gestione rapporti e atti di competenza della  Comunità del Parco.

Assistenza sedute Comunità del Parco: Convocazione, Istruttoria, Verbalizzazione, redazione e pubblicazione atti.

Gestione sanzioni amministrative,  anche a mezzo di procedure coattive, delle iniziative necessarie al recupero dei crediti dell’Ente (ingiunzioni, ruoli esecutivi, ecc.).

Gestione polizze assicurative.

Collaborazione Ufficio Contenzioso per le relative procedure contabili e finanziarie.

Attività inerenti la programmazione, la gestione e il funzionamento delle Aree Marine Protette

Gestione rapporti con Capitaneria di Porto.

Procedure finalizzate al rilascio delle
]]>
Mon, 09 Apr 2018 13:35:33 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-affari-generali
Servizio Contabile - Maria Cristina Fenucciu http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-finanziario <![CDATA[

fenucciunata ad Ascea, ha conseguito la laurea in Economia e Commercio, con la votazione di 110/110, presso l’Università degli studi di Salerno dove ha ottenuto anche l’abilitazione all’esercizio della professione di Dottore Commercialista e frequentato un corso di perfezionamento ed aggiornamento in discipline economico-aziendali. Dal 1994 al 2000 ha svolto attività presso uno studio professionale di consulenza fiscale e commerciale. Dal 2001 presta servizio presso l’ufficio ragioneria dell’Ente Parco ed ha ricoperto anche il ruolo di responsabile del Sistema di gestione ambientale ISO 14001. Ha frequentato vari corsi di aggiornamento professionale (amministrazione e contabilità nelle aree naturali protette, sistema di gestione ambientale, il processo di eGovernment). Ha all’attivo n.2 pubblicazioni (Analisi dello Stato dell’Ambiente del PNCVD 2002 e Bilancio Sociale).

Compiti e Funzioni

Elaborazione e gestione del bilancio preventivo e relative variazioni e del conto consuntivo

Gestione del sistema contabile in conformità alle disposizioni del DPR 97/2003

Tenuta dei registri e gestione degli impegni di spesa — Accertamento e riscossione delle entrate

Elaborazione di mandati di pagamento e reversali di incasso

Gestione dei rapporti con tesoreria

Dichiarazioni e certificazioni fiscali

Sistema contabilità economica e analitica e contabilità ambientale.

1364829102 Address BookCon­tatti

]]>
Mon, 09 Apr 2018 13:39:53 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-finanziario
Ufficio Progetti e Programmi Comunitari, nazionali e locali - Nicola Catino http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/programmi-comunitari-e-nazionali <![CDATA[

catinonato a Magliano Vetere nel 1957, è in possesso della laurea in Scienze Motorie e Sportive conseguita presso l’Università agli Studi di Urbino. Assunto dalla Comunità Montana Calore Salernitano nel 1988 dove è stato responsabile dell’Ufficio BB.AA. ed Urbanistica e del Servizio Appalti e Forniture. Dal 1999 presta servizio presso l’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo
di Diano dove si occupa di investimenti dell’Ente attuati in collaborazione coi Comuni e le Comunità Montane. Informazione e supporto a Enti Locali e Soggetti privati connesse alle azioni di sviluppo territoriale finanziate dai Fondi Strutturali. Si occupa delle attività amministrative dell’Ufficio Progetto Integrato territoriale e fa parte della struttura interna – Servizio PIT – Mis. 1.10 e dell’ufficio di coordinamento e supporto al Progetto Integrato del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

Compiti e Funzion

Compiti e Funzioni

Responsabile di tutte le attività del Servizio Risorse Comunitarie e Nazionali e del coordinamento e monitoraggio di tutte le attività di competenza degli uffici facenti capo al servizio. .

Risponde al Responsabile dell’Area.

 

1364829102 Address BookCon­tatti

]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:17:35 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/programmi-comunitari-e-nazionali
Ufficio assistenza Organi Istituzionali, AA.GG. Gare e Contratti- Elena Petrone http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/ufficio-supp-amministrativo-gare-e-contratti <![CDATA[

petronenata a Ravenna, è laureata in Economia e commercio presso l’Università di Salerno, dove ha collaborato negli anni 19972000 con contratti di ricerca presso il Dipartimento dei rapporti civili ed economici nei sistemi giuridici contemporanei. Abilitata alla professione di dottore commercialista e di revisore contabile. Ha svolto attività di consulenza e docenze per diverse amministrazioni pubbliche. Dal 2001 presta servizio nel settore amministrativo dell’Ente Parco dove ha svolto, tra l’altro, la funzione di Responsabile del SGA certificato ISO 14001, di referente per progetti rientranti in programmi nazionali e comunitari. Dal 2008 è Responsabile dell’Ufficio Supporto Amministrativo, Gare e contratti; dal 2009 ha assunto l’incarico di Ufficiale Rogante dell’Ente. Pubblicazioni: «Azioni ambientali partecipate nel Mezzogiorno»; «Analisi dello Stato dell’Ambiente del PNCVD»; «Bilancio sociale del PNCVD»; «Sviluppo del territorio: identità e integrazione. Il caso del PNCVD». Conosce due lingue: inglese e francese.

Compiti e Funzioni

Gestione rapporti e atti di competenza degli Organi dell’Ente (Presidente, Consiglio Direttivo, Giunta Esecutiva, Collegio dei Revisori dei Conti).

Assistenza sedute Organi: Convocazione, Istruttoria, Verbalizzazione, redazione e pubblicazione atti.

Gestione rapporti con il Ministero dell’Ambiente per attività di vigilanza.

Atti e adempimenti previsti dalle legge 150/2009, legge 190/2012, D.Lgs. n. 33/2013.

Supporto all’Organismo Interno di Valutazione dell’Ente per la gestione del ciclo della performance.

Procedure per affidamento lavori, servizi e forniture di importo superiore a € 40.000,00: predisposizione, espletamento e controllo procedure di gara.

Redazione,stipula, registrazione e tenuta di contratti ‚convenzioni e regolamenti. (Ufficiale Rogante)

Predisposizione regolamenti di rilevanza interna ed esterna.

 

1364829102 Address BookCon­tatti

]]>
Mon, 09 Apr 2018 13:37:01 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/ufficio-supp-amministrativo-gare-e-contratti
Ufficio Contenzioso http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/ufficio-contenzioso <![CDATA[

coscianata a Castellabate, è laureata in Giurisprudenza presso l’Università di Salerno con il massimo dei voti. Nel 1995 ha conseguito l’abilitazione all’eserczio della professione di avvocato. Assunta nei ruoli del personale dell’Amministrazione Giudiziaria nel 1996, dall’aprile del 2001 è in sevizio presso l’Ente Parco, assegnata all’Area Amministrazione Generale, si è occupata di problematiche riguardanti, in generale, il contenzioso.

Compiti e Funzioni

Responsabile dell’Ufficio Contenzioso e Sorveglianza.

Si occupa di:

Attività di istruttoria e supporto per la risoluzione di contenziosi, d’intesa con gli Uffici competenti;

Rapporti con l’Avvocatura dello Stato ed attività su delega della stessa;

Inventario, archiviazione, monitoraggio delle vertenze, controversie e transazioni.

1364829102 Address BookCon­tatti

]]>
Mon, 09 Apr 2018 13:38:38 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/ufficio-contenzioso
Ufficio Patrimonio, economato e inventario http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-finanziario/ufficio-economato <![CDATA[

Le competenze dell’ufficio economato sono:

Approvvigionamenti beni e servizi fino all’importo di € 40.000,00.

Gestione Economato

Approvvigionamenti beni e servizi fino all’importo di € 40.000,00.

Gestione Economato

Gestione beni di consumo

Gestione patrimonio e tenuta inventari e magazzino

Gestione e manutenzione del Parco automezzi

Servizio della cassa interna

Adempimenti connessi alla gestione delle utenze dell’Ente e del CTCA.

Gestione e manutenzione degli automezzi.

Gestione rapporti con Coordinamento Territoriale Carabinieri per l’Ambiente PNCVDA .

Predisposizione misure per la sicurezza sul lavoro ex D.Lgs. 81/08

Sono assegnati all’ufficio economato i dipendenti:

]]>
Mon, 09 Apr 2018 13:41:30 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-finanziario/ufficio-economato
Angelo Marsicano http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-finanziario/ufficio-economato/angelo-marsicano <![CDATA[

marsicanonato ad Ascea, è in possesso del diploma di ragioneria. Assunto nel 1987 dall’Università degli Studi della Basilicata, si è poi trasferito nel 1996 presso l’Università degli Studi di Salerno, Ufficio Presidenza Facoltà di Giurisprudenza. Dal 2005 è in servizio presso l’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano dove svolge le funzioni di economo cassiere e consegnatario beni mobili ed immobili.

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

  • Servizio della cassa interna
  • Gestione dei rapporti con la Consip
  • Gestione patrimoniale
  • Tenuta degli inventari e aggiornamenti
  • Gestione delle pulizie delle sedi dell’Ente
  • Approvvigionamento dei buoni pasto
  • Contabilità di magazzino
  • Gestione degli automezzi (manutenzione e combustibili)
  • Gestione della telefonia mobile
  • Gare per acquisizione di beni e servizi fino alla soglia di € 20.000,00
  • Liquidazione delle spese attinenti a più centri di responsabilità
  • Esecuzione di atti e provvedimenti di competenza dell’ufficio

1364829102 Address BookCon­tatti

]]>
Mon, 31 Jul 2017 08:55:13 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-finanziario/ufficio-economato/angelo-marsicano
Gennaro Farao http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-finanziario/ufficio-economato/gennaro-farao <![CDATA[

faraonato a Vallo della Lucania nel 1962, è in possesso della Maturità Classica. Assunto dall’Ente Poste Italiane nel 1987 come O.S.E., nel 1997 si è trasferito presso l’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano dove ha ricoperto l’incarico di cassiere e consegnatario beni mobili ed immobili

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

  • Gestione contabile delle missioni
  • Gestione del magazzino e dei beni di consumo
  • Consegna e distribuzione di materiale divulgativo e di cancelleria
  • Custodia dei locali e delle attrezzature dell’Ente
  • Contratti assicurativi
  • Esecuzione delle commesse per conto degli organi e degli uffici dell’Ente
  • Tenuta del registro c/c postale e conto di deposito per corrispondenza
  • Gestione archivi dell’ufficio economato e contabile
  • Corrispondenza di competenza dell’ufficio

1364829102 Address BookCon­tatti

]]>
Sat, 13 Apr 2013 07:32:22 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-finanziario/ufficio-economato/gennaro-farao
Ufficio Personale e contenzioso del lavoro http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-finanziario/ufficio-personale <![CDATA[

Le competenze dell’ufficio Personale sono:

Gestione economica e giuridica del personale.

Adempimenti periodici sul personale previsti dalla normativa vigente.

Gestione giuridica LSU

Dichiarazioni fiscali.

Anagrafe delle prestazioni

Predisposizione ipotesi utilizzo fondo per i trattamenti accessori

Redazione e tenuta dei contratti di lavoro.

Monitoraggio informatico delle presenze e delle assenze.

Organizzazione attività formativa del personale.

Contenzioso giudiziale e stragiudiziale relativo al personale dipendente.

Conciliazioni e transazioni.

Istruttoria e definizione procedimenti disciplinari secondo le disposizioni di legge e del CCNL vigente.

Relazioni sindacali.

Sono assegnati all’ufficio Personalei dipendenti:

]]>
Mon, 09 Apr 2018 13:43:57 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-finanziario/ufficio-personale
Gianfranco Tarallo http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-finanziario/ufficio-personale/gianfranco-tarallo <![CDATA[

tarallonato a Magliano Vetere nel 1952, è in possesso del diploma di Ragioneria. Assunto dalla Comunità Montana Calore Salernitano nel 1979 si è sempre occupato di aspetti contabili. Dal 1999 presta servizio presso l’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano dove ha collaborato con l’ufficio di ragioneria, in particolare per gli aspetti economici del personale.

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

  • Gestione economica del personale: calcolo del trattamento economico, elaborazione cedolini paga, contributi e ritenute
  • Adempimenti fiscali, previdenziali ed assistenziali
  • Denuncia Inail, DMA ed Emens, Mod. F24
  • Dichiarazioni fiscali (Mod. 770 e Dich. Irap)
  • Elaborazione degli allegati di spese del personale per il bilancio di previsione (Procedura SICO)
  • Conto annuale del personale
  • Gestione giuridica ed economica degli esperti, consulenti e personale a contratto
  • Anagrafe delle prestazioni
  • Gestione del personale a tempo determinato
  • Esecuzione di atti e provvedimenti di competenza dell’ufficio
  • Corrispondenza di competenza dell’ufficio


1364829102 Address BookCon­tatti

]]>
Sat, 13 Apr 2013 07:46:05 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-finanziario/ufficio-personale/gianfranco-tarallo
Francesco Filpi http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/56-ente-parco/struttura-organizzativa/area-a-supporto-della-direzione/129-ufficio-personale2 <![CDATA[

filpinato a Ceraso nel 1949, è in possesso della laurea in Giurispurdenza conseguita presso l’Università agli Studi di Napoli nel 1976. Assunto dalla Avvocatura Distrettuale dello Stato di Salerno nel 1985, dal 2001 presta servizio presso l’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano dove si è occupato di Protocollo e dell’Ufficio Personale.

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

  • Redazione e tenuta dei contratti di lavoro
  • Rilevazione e gestione delle presenze
  • Gestione del contenzioso sul lavoro
  • Gestione attività formativa del personale
  • Tenuta dei fascicoli personale dei dipendenti
  • Cura delle relazioni sindacali
  • Gestione delle procedure per i passaggi interni del personale
  • Determinazione dei fabbisogni del personale, concorsi e altre forme di reclutamento
  • Procedimenti disciplinari
  • Istruttoria pratiche inerenti la programmazione, gestione e valutazione del personale
  • Gestione buoni pasto
  • Gestione distacchi, aspettative, comandi, collocamenti fuori ruoli, ferie e permessi
  • Corrispondenza ed archivio di competenza dell’ufficio


1364829102 Address BookCon­tatti

]]>
Sat, 13 Apr 2013 07:47:00 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/56-ente-parco/struttura-organizzativa/area-a-supporto-della-direzione/129-ufficio-personale2
Ufficio Fondi Strutturali http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/56-ente-parco/struttura-organizzativa/area-a-supporto-della-direzione/130-ufficio-fondi-strutturali <![CDATA[

Le competenze dell’Ufficio Fondi Strutturali sono:

  • Gestione delle attività dei Programmi Operativi Regionali;
  • Monitoraggio e controllo dei procedimenti amministrativi connessi ai progetti finanziati;
  • Monitoraggio sull’avanzamento dei lavori e rendicontazione;
  • Esecuzione di atti e provvedimenti di competenza dell’Ufficio;
  • Corrispondenza ed archivio di competenza dell’Ufficio.

Sono attribuiti all’ufficio i dipendenti:

]]>
Sat, 13 Apr 2013 15:47:25 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/56-ente-parco/struttura-organizzativa/area-a-supporto-della-direzione/130-ufficio-fondi-strutturali
Nicola Catino http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/56-ente-parco/struttura-organizzativa/area-a-supporto-della-direzione/131-nicola-catino <![CDATA[

catinonato a Magliano Vetere nel 1957, è in possesso della laurea in Scienze Motorie e Sportive conseguita presso l’Università agli Studi di Urbino. Assunto dalla Comunità Montana Calore Salernitano nel 1988 dove è stato responsabile dell’Ufficio BB.AA. ed Urbanistica e del Servizio Appalti e Forniture. Dal 1999 presta servizio presso l’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo
di Diano dove si occupa di investimenti dell’Ente attuati in collaborazione coi Comuni e le Comunità Montane. Informazione e supporto a Enti Locali e Soggetti privati connesse alle azioni di sviluppo territoriale finanziate dai Fondi Strutturali. Si occupa delle attività amministrative dell’Ufficio Progetto Integrato territoriale e fa parte della struttura interna – Servizio PIT – Mis. 1.10 e dell’ufficio di coordinamento e supporto al Progetto Integrato del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

  • gestione dell’attività dei Programmi Operativi Regionali;
  • monitoraggio e controllo dei procedimenti amministrativi connessi ai progetti finanziati;
  • monitoraggio sull’avanzamento dei lavori e relativa rendicontazione;
  • investimenti attuati in collaborazione con gli Enti Locali;
  • Esecuzione di atti e provvedimenti di competenza dell’Ufficio;
  • Corrispondenza ed archivio di competenza dell’Ufficio

1364829102 Address BookCon­tatti

]]>
Sat, 13 Apr 2013 07:56:50 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/56-ente-parco/struttura-organizzativa/area-a-supporto-della-direzione/131-nicola-catino
Gabriella Rinaldi http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-finanziario/ufficio-personale/francesco-filpi <![CDATA[

nata a Caracas (Venezuela) e residente a Vallo della Lucania, è in possesso della laurea in Lettere conseguita presso l’Università agli Studi di Salerno. Assunta nel 2004 dall’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, si occupa delle attività amministrative dell’Ufficio Progetto Integrato Territoriale e fa parte della struttura interna – Servizio Progetto Integrato Territoriale – Mis. 1.10 e dell’ufficio di coordinamento e supporto PI del PNCVD.

Compiti e Funzioni

Gestione economica e giuridica del personale.

Adempimenti periodici sul personale previsti dalla normativa vigente.

Gestione giuridica LSU

Dichiarazioni fiscali.

Anagrafe delle prestazioni

Predisposizione ipotesi utilizzo fondo per i trattamenti accessori

Redazione e tenuta dei contratti di lavoro.

Monitoraggio informatico delle presenze e delle assenze.

Organizzazione attività formativa del personale.

Contenzioso giudiziale e stragiudiziale relativo al personale dipendente.

Conciliazioni e transazioni.

Istruttoria e definizione procedimenti disciplinari secondo le disposizioni di legge e del CCNL vigente.

Relazioni sindacali.

1364829102 Address BookCon­tatti

]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:57:11 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-a-supporto-della-direzione/servizio-finanziario/ufficio-personale/francesco-filpi
Area Tutela e Sviluppo del Territorio http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione <![CDATA[

area tecnica

]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:10:31 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione
Servizio Tecnico - Aniello Aloia http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/134-servizio-tecnico-aniello-aloia <![CDATA[

aloianato Ceraso nel 1970, consegue la Laurea in Scienze Geologiche con votazione 109/110 il 27 Gennaio 1993; consegue il master in Diritto dell’Ambiente e dei Beni Culturali organizzato dal Centro Studi Giambattista Vico e dalla Provincia di Salerno dal Giugno 2004 a Giugno 2005; dal 2001 è funzionario geologo presso l’Autorità di Bacino Regionale Sinistra Sele nell’Ufficio SUOLO, ACQUE, PIANI, PROGRAMMI E SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE, con compiti di responsabilità relativi a: «Sistema Suolo– Geologia, Idrogeologia ed Uso del Suolo» . Dal dicembre 2007 trasferito presso l’Entel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni dove attualmente ricopre il ruolo di Responsabile di Servizio Tecnico e di Geopark Manager nell’ambito del Progetto Geoparco. E» delegato presso il Coordination Committee dell’Europeann Geopark Network (EGN) e presso il Forum dei Geoparchi Italiani. Ha tenuto seminari tecnico-scientifici durante corsi presso l’Università di Napoli Federico II ed interventi in conferenze scientifiche nazionali ed internazionali. Coautore di varie pubblicazioni su riviste tecnico scientifiche nel settore della idrogeologia, pianificazione idrogeologica e valorizzazione del patrimonio geologico; coautore della «Guida Geologico Ambientale del Monte Gelbison Novi Velia» e del libro «I Geositi : la voce della natura del Geoparco», nonché coordinatore editoriale del libro «I Geoparchi Italiani».

Compiti e funzioni

Responsabile di tutte le attività del Servizio Tecnico e del coordinamento e monitoraggio di tutte le attività di competenza degli uffici facenti capo al servizio. Risponde al Responsabile dell’Area.

Si occupa di:

  • Coordinamento dell’ufficio autorizzativo, ufficio Lavori Pubblici e sicurezza sul lavoro ed ufficio di piano — Sistema Informativo Territoriale;
  • Istruttoria dei procedimenti di attività ed opere pubbliche
  • Conferenze di servizi ed opere pubbliche
  • Strumenti urbanistici generali
  • Strumenti urbanistici attuativi
  • Varianti agli strumenti urbanistici
  • Pareri di valutazioni di impatto ambientale e valutazioni di incidenza sui procedimenti di competenza(DPR 447/98)
  • Progettazione e direzione di opere pubbliche;
  • Manutenzione degli immbili di proprietà dell’ente;
  • Coordina le attività connesse al Geoparco;
  • Ogni ulteriore attività in relazione alle esigenze del Servizio — attribuite dal Responsabile dell’Area.
  • Esecuzione di atti e provvedimenti di competenza del Servizio;
  • Corrispondenza ed archivio di competenza del Servizio.

address_bookCon­tatti

]]>
Mon, 31 Jul 2017 08:58:32 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/134-servizio-tecnico-aniello-aloia
Ufficio Conservazione - Laura De Riso http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione/servizio-conservazione <![CDATA[

de risonata a Castellammare di Stabia, si laurea in Scienze Biologiche nel 1990 presso l’Università di Napoli Federico II con voto 110/110 con lode. Nel 1991 consegue l’abilitazione alla professione di biologo e nel 1995 il dottorato in Scienze Microbiologiche, sempre presso l’Università di Napoli Federico II. Ha svolto attività di ricerca scientifica nel campo della biologia cellulare e molecolare presso l’Università di Napoli Federico II, il C.N.R. di Napoli e di Pavia e presso la Stazione Zoologica «A. Dohrn» di Napoli. E» coautrice di articoli scientifici pubblicati su riveste internazionali. Dal 27 dicembre 2001 è impiegata presso l’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano come collaboratore tecnico.

Compiti e Funzioni

Azioni e progetti finalizzati alla tutela e monitoraggio della biodiversità delle risorse naturali e delle specie.

Supporto scientifico alla programmazione e pianificazione.

Gestione programmi di tutela agro – silvo – pastorali.

Definizione dei programmi di sviluppo e miglioramento ambientale.

Aggiornamento Piano AIB

Supporto all’Ufficio Contenzioso per le relative procedure.

address_bookCon­tatti

]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:34:20 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione/servizio-conservazione
Ufficio Monitoraggio Ambientale http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione/ufficio-monitoraggio-ambientale <![CDATA[

Le competenze dell’Ufficio Monitoraggio Ambientale sono:

  • Attività di previsione, prevenzione e contenimento degli squilibri ecologici
  • Istruttoria delle pratiche di indennizzo per mancato taglio boschivo;
  • Istruttoria delle pratiche di indennizzo per danni da fauna;
  • Gestione degli strumenti monitoraggio ambientale;
  • Programmazione, controllo e gestione attività Antincendio Boschivo;
  • Collaborazione alla gestione del Centro Studi e Ricerche sulla Biodiversità;
  • Attuazione e monitoraggio Piani di Gestione aree SIC e ZPS;
  • Progettazione, gestione, monitoraggio e controllo di interventi di :
  • manutenzione e difesa del suolo, regimentazione delle acque, gestione agroforestale, botanica e faunistica;
  • Collaborazione con gli uffici di riferimento, alle attività di programmazione e di pianificazione territoriale;
  • Esecuzione atti e provvedimenti di competenza dell’Ufficio;
  • Corrispondenza ed archivio di competenza dell’Ufficio.
]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:24:55 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione/ufficio-monitoraggio-ambientale
Ufficio Lavori Pubblici e Manutenzione del Patrimonio- Floriano Puglia http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione/servzio-tecnico-2 <![CDATA[

pugliaFloriano Puglia ‚
nato ad Ascea nel 1952, è in possesso della laurea in Pedagogia. Dal luglio 1997 presta servizio all’Ente Parco dove si è occupato dell’Ufficio “Gare e Contratti”, “Ufficiale Rogante”. Ha partecipato a numerosi corsi di formazione acquisendo capacità e competenze nell’ambito delle attività amministrative. E’ stato Responsabile Amministrativo nella realizzazione di progetti LIFE/AMBIENTE.

Compiti e Funzioni

Supporto amministrativo alle attività di progettazione ed esecuzione di Opere pubbliche – Gestione attività di manutenzione del patrimonio dell’Ente.

address_bookCon­tatti

]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:21:52 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione/servzio-tecnico-2
Ufficio di Piano e SIT - Patrizia Positano http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione/ufficio-di-piano-e-sit <![CDATA[

per sitonata a Vallo della Lucania , consegue la Laurea in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio – Indirizzo Difesa del Suolo– con votazione 110/110 e lode il 20 Dicembre 1996; esperta in modellistica idraulica ed idrologica per la organizzazione degli alvei naturali e delle aree di piena, con corso di modellistica idraulica ed idrologica sui software HEC-HMS e HEC-RAS sviluppati dalla «Hydrologic Engineering Center» del US Army Corps of Engineers da Ottobre 2005 a Novembre 2005; consegue il master in Diritto dell’Ambiente e dei Beni Culturali organizzato dal Centro Studi Giambattista Vico e dalla Provincia di Salerno dal Giugno 2004 a Giugno 2005; dal 2000 è funzionario ingegnere presso l’Autorità di Bacino Regionale Sinistra Sele nell’Ufficio SUOLO, ACQUE, PIANI, PROGRAMMI E SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE, con compiti di responsabilità relativi alla pianificazione e programmazione in: Foci e Litorali; Inondazioni; Difese Idrauliche; Climatologia; Risanamento e Tutela delle Acque; Uso della Risorsa Idrica; Studi dei Corpi Idrici, affiancati, dall’anno 2007, dalle mansioni di Posizione Professionale con competenza «Sistema Acque – Opere di Difesa del Territorio, Idrologia, Climatologia, Trasporto Solido». Dal dicembre 2007 è presso l’Ufficio Tecnico del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano; è accreditata quale rilevatore idromorfologico secondo il Metodo Caravaggio con patentino dell’Istituto IRSA-CNR. Coautrice di varie pubblicazioni su riviste tecnico scientifiche; ha tenuto seminari tecnico-scientifici durante corsi presso l’Università di Napoli Federico II ed è stata relatrice in conferenze scientifiche.

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

Studi e progetti per la salvaguardia ed il monitoraggio delle risorse idriche ed idrogeologiche.

Progetti per l’incremento delle conoscenze scientifiche sul patrimonio naturale.

Azioni e progetti finalizzati alla tutela e monitoraggio ambientale.

Gestione ed aggiornamento del sistema Informativo Territoriale, con relativi dati geografici, cartografici ed alfanumerici.

Istruttoria per rilascio nulla osta su opere idrauliche ed apparati radio all’interno del parco.

Supporto alla redazione, gestione ed aggiornamento   del Piano del Parco.

Supporto tecnico alla pianificazione territoriale in collaborazione con enti comunali e sovra-comunali per aggiornamenti cartografici.

In collaborazione con gli uffici di competenza, si occupa di:

  • progettazione e direzione opere pubbliche;
  • manutenzione degli immobili di proprietà dell’Ente;
  • istruttoria di pareri, autorizzazioni, etc.

address_bookCon­tatti

]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:32:19 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione/ufficio-di-piano-e-sit
Ufficio LL.PP. e Sicurezza sul Lavoro - Dip. assegnato :Tommaso Gasparro http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/140-gasparro <![CDATA[

gasparronato nel 1973 a Roccadaspide, ha conseguito il diploma di geometra nel 1992 e la relativa abilitazione nel 1996. E» iscritto al quinto anno del corso di laurea in Ingegneria Civile presso l’Università degli Studi di Salerno. Dal 1990 ha effettuato vari corsi di formazione e specializzazione tra i quali: corso Formez per il reclutamento di assistenti tecnici presso l’Ente Parco Nazionale del Cilento e vallo di Diano, Operatore su PC, Coordinatore della Sicurezza ai sensi del D.Lgs. 494/96, Operatore CAD, Progettazione fotovoltaica e nuovo conto energia, Prevenzione incendi ai sensi della Legge 818/84, Sicurezza sui luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 626/94. Dal 01.08.2001 è dipendente dell’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, svolge la propria attività presso l’ufficio tecnico-autorizzativo, occupandosi del rilascio di autorizzazioni, progettazione, sicurezza e direzione dei lavori di interventi di recupero edilizio, ingegneria naturalistica e fonti rinnovabili. Dal 1989 al 2000 ha collaborato con studi tecnici approfondendo le proprie conoscenze nel campo della progettazione, risparmio energetico, fonti rinnovabili e reperimento di finanziamenti agevolati.

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

  • Programmazione dei Lavori Pubblici;
  • Analisi e monitoraggio progetti dell’Ente
  • Strumenti di pianificazione, prevenzione e gestione per l’attuazione della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro
  • Predisposizione e manutenzione della sentieristica
  • Progettazione e gestione delle attività degli operai agricolo forestali e Lavoratori socialmente utili
  • Progettazione e direzione di opere pubbliche;
  • Manutenzione degli immboli di proprietà dell’ente;
  • Collaborazione con gli enti territoriali per la predisposizione e la verifica di programmi di intervento generali e settoriali
  • Redazione di atti e provvedimenti di competenza dell’ufficio
  • Corrispondenza ed archivio di competenza dell’ufficio
  • Ogni ulteriore attività in relazione alle esigenze dell’Ufficio attribuite dal Responsabile dell’Area.

address_bookCon­tatti

]]>
Fri, 24 May 2013 08:18:06 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/140-gasparro
Ufficio Autorizzativo - Mario Secondini http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/141-secondini <![CDATA[

secondininato a Pontecagnano nel 1953, è diplomato in ragioneria. Nell’ottobre 1988 ha preso servizio presso l’Università degli Studi di Salerno come ex quarta qualifica ed assegnato dal Direttore Generale alla segreteria studenti presso l’Ufficio Laureati ed Esami di Stato per l’Abilitazione a dottori Commercialisti, con mansioni specifiche di responsabile dell’Ufficio Laureati. Nell’Ottobre 1997 ha vinto il concorso interno per ex quinta qualifica nella medesima Università. Dal dicembre 2000 è stato comandato in seguito a sua richiesta al Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, entrando nell’Aprile 2002 nei ruoli dell’Ente. Dal febbraio 2005 si occupa presso l’ufficio Tecnico-Autorizzativo di istruttorie riguardanti istruendo istanze di edilizia privata in collaborazione con gli altri tecnici dell’area.

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

  • Redazione atti e provvedimenti di competenza dell’ufficio
  • Corrispondenza ed archivio di competenza dell’ufficio
  • Ogni ulteriore attività in relazione alle esigenze dell’Ufficio attribuite dal Responsabile dell’Area.

address_bookCon­tatti

]]>
Sat, 13 Apr 2013 09:36:09 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/141-secondini
Ufficio Autorizzativo http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione/servzio-tecnico <![CDATA[

Le competenze dell’Ufficio Autorizzativo sono:

Rilascio nulla osta ai sensi dell’art. 13 della legge 394/91

Rilascio pareri su condoni

Rilascio pareri in merito a Valutazione di incidenza, VIA e VAS.

Istruttoria Rilascio pareri opere idrauliche e apparati radio

Verifiche cartografiche pratiche edilizie

Gestione rilascio nulla osta, pareri, ecc: inserimento nella banca dati, stampa, trasmissione e archiviazione

Rilascio permessi trasporto armi

Trasmissione segnalazioni abusi al CTA

Gestione rilascio permessi trasporto armi: inserimento nella banca dati, stampa, trasmissione e archiviazione

Supporto tecnico all’Ufficio Abusivismo Edilizio.

Supporto tecnico all’Ufficio Contenzioso per le relative procedure

Sono assegnati all’Ufficio Autorizzativo i dipendenti:

 

]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:31:44 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione/servzio-tecnico
Ufficio Autorizzativo - Francesco Di Bella http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/143-di-bella <![CDATA[

di bellanato a Polla nel 1974, ha conseuito consegue il diploma di Geometra presso I.T.S.G. “Domenico De Petrinis” di Sala Consilina (SA) nel 1993. Dal 2001 è dipendente del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano Area Tecnica – Autorizzativa, dove si occupa di rilascio di autorizzazioni su istanze di edilizia privata e pubbliche, conferenze di servizio. Ha collaborato nella elaborazione/progettazione di opere pubbliche, ha svolto attività su tematiche ambientali dal recupero, risanamento e salvaguardia del territorio, alla collaborazione tecnica nell’abbattimento di opere abusive, controllo del territorio. Si è interessato di attività inerenti le tecnologie sul risparmio energetico. Ha partecipato a progetti finanziati dalla Comunità Europea sia in Italia che all’Estero.

Compiti e Funzioni

RESPONSABILE DELLUFFICIO AUTORIZZATIVO

Si occupa di:

  • Istruttoria delle istanze di condono e sanatoria
  • Istanze di attività e di edilizia privata
  • Istanze di utilizzazioni boschive e piani di assestamento forestale
  • Istruttoria pareri sulle valutazioni di impatto ambientale e valutazioni di incidenza per i procedimenti di competenza
  • Conferenze di servizi per i procedimenti di competenza (DPR 447/98)
  • Redazione di atti e provvedimenti di competenza dell’ufficio
  • Corrispondenza ed archivio di competenza dell’ufficio
  • Ogni ulteriore attività in relazione alle esigenze dell’Ufficio attribuite dal Responsabile del Servizio

address_bookCon­tatti

]]>
Fri, 24 May 2013 08:14:00 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/143-di-bella
Ufficio Autorizzativo - Gerardo Saggese http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/144-saggese <![CDATA[

saggesenato a Fisciano nel 1967, ha conseguito nell’anno 1987 il Diploma i Maturità Tecnica per Geometra, nonché l’Abilitazione all’esercizio della libera professione di geometra. Da agosto 2001 è dipendente di ruolo presso il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, in servizio presso l’ufficio tecnico. Precedentemente ha svolto attività professionale presso vari comuni occupandosi di istruttoria di pratiche edilizie e svolgendo attività di controllo e repressione degli abusi edilizi. Oltre al servizio prestato presso le pubbliche amministrazioni, ha svolto attività professionale e di collaborazione presso Studi di Ingegneria operanti nel settore pubblico e privato. Tra luglio 2000 e dicembre 2000 ha partecipato al corso Formez di 700 ore per la formazione e selezione di 6 tecnici da assegnare al Parco.

Compiti e Funzioni

Si occupa di:

  • Istruttoria delle istanze di condono e sanatoria
  • Istanze di attività ed edilizia privata
  • Istanze di utilizzazioni boschive e piani di assestamento forestale (tramite convenzione con esperto esterno)
  • Istruttoria di pareri sulle valutazioni di impatto ambientale e valutazioni di incidenza per i procedimenti di competenza
  • Conferenze di servizi per i procedimenti di competenza(DPR 447/98)
  • Redazione atti e provvedimenti di competenza dell’ufficio — Corrispondenza ed archivio di competenza dell’ufficio
  • Ogni ulteriore attività in relazione alle esigenze dell’Ufficio attribuite dal Responsabile del Servizio

address_bookCon­tatti

]]>
Sat, 13 Apr 2013 09:46:46 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/144-saggese
Ufficio Autorizzativo - Barbara Cirillo http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/145-cirillo <![CDATA[

cirillo

Ha conseguito la Laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione ad indirizzo Psicologico, presso l’Università «Niccolò Cusano» di Roma, con il punteggio di 110/110; è in possesso del Diploma di Maturità Classica ed ha frequentato due corsi di Lingua Inglese presso l’Università Popolare del Cilento, conseguendo i relativi attestati, entrambi con il punteggio di 100/100. Ha seguito presso l’Università Telematica “Unitelma Sapienza di Roma — Facoltà di Giurisprudenza” due corsi di formazione con il conseguimento degli attestati finali in: «Organizzazione e Management delle Pubbliche Amministrazioni» e «Organizzazione e innovazione delle Pubbliche amministrazioni».                E’ stata Dipendente del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, nel ruolo di «Operatore alla Vigilanza ed Accoglienza», ed è attualmente in servizio presso l’Ente Parco, dove si è occupata dell’Ufficio di Segreteria della Presidenza da aprile 2001 a febbraio 2008. Dal 2009 è assegnata all’area tecnica-conservazione natura.
Ha partecipato a varie attività dell’ente collaborando per gli aspetti storici, artistici ed etno — antropologici.                           E’ appassionata di latino, poesia e opera lirica.

Compiti e Funzioni

  • Rilascio autorizzazioni di cui all’art.11 della legge 394/91;
  • Attività di coordinamento con il CTA per i compiti afferenti l’Area di appartenenza;
  • Redazione di atti e provvedimenti di competenza dell’ufficio;
  • Corrispondenza ed archivio di competenza dell’ufficio;
  • Ogni ulteriore attività in relazione alle esigenze dell’Ufficio attribuite dal Responsabile dell’Area

address_bookCon­tatti

]]>
Thu, 04 Dec 2014 08:39:37 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/40-ente-parco/struttura-organizzativa/area-tecnica/145-cirillo
Ufficio Studi e Ricerche Scientifiche e controllo abusivismo - Angelo Ruocco http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione/ufficio-ordinanze <![CDATA[

ruocconato nel 1972 a Vallo della Lucania, è laureato in giurisprudenza. Ha conseguito il diploma di lingua inglese di settimo livello, la patente europea del computer (ECDL), l’attestato di partecipazione al corso di formazione «Il sistema turistico locale» presso la SDA Bocconi di Milano. Ha conseguito il diploma di master in «Management dei beni culturali» presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e l’attestato di partecipazione al primo «Corso di formazione per Conciliatori» promosso dall’Ente Parco e dall’Unioncamere. Dal 2001 lavora presso il Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano.

Compiti e Funzioni

Responsabile di tutte le attività dell’Ufficio Studi e ricerche Ambientali.

Si occupa di:

Repressione abusi in area Parco: emanazione ordinanze di demolizione e ripristino stato dei luoghi.

Gestione amministrativa studi e ricerche ed analisi sulla biodiversità

 

 

address_bookCon­tatti

]]>
Mon, 09 Apr 2018 14:32:53 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-tecnica-conservazione/ufficio-ordinanze
Loredana Nastasi http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/56-ente-parco/struttura-organizzativa/area-a-supporto-della-direzione/149-loredana-nastasi <![CDATA[

lorenata a Vallo della Lucania si è laureata in Magistero Scienze Religiose nel 2000.
Dopo alcuni anni di insegnamento nelle scuole pubbliche, approda all’Ente Parco dove viene assunta definitivamente nel 2010.
Attualmente collabora con l’Ufficio Supporto Amministrativo Gare e Contratti per il quale svolge funzioni di supporto.

Compiti e funzioni

  • supporto nelle convocazioni delle sedute degli Organi dell’Ente
  • supporto nella predisposizione della documentazione relativa alle alle sedute degli Organi dell’Ente.
  • cura la catalogazione ed archiviazione dei documenti e della corrispondenza dell’Ufficio.

 1364829102 Address BookCon­tatti

]]>
Mon, 15 Apr 2013 07:57:19 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/56-ente-parco/struttura-organizzativa/area-a-supporto-della-direzione/149-loredana-nastasi
Vecchio Albo on line http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/25-ente-parco/albo-on-line/152-vecchio-albo-on-line <![CDATA[ ]]> Wed, 17 Apr 2013 16:47:15 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/25-ente-parco/albo-on-line/152-vecchio-albo-on-line Ufficio relazioni pubblico - Giovanni Ciao http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione/urp-giovanni <![CDATA[

ciaonato nel 1961 ad Agropoli (SA), è in pos­sesso del diploma di Matu­rità Clas­sica. Dal 1986 al 1999 è stato alle dipen­denze dell’Amministrazione Provin­ciale di Varese con la qual­i­fica di esperto ammin­is­tra­tivo.
Dal 1999 è dipen­dente dell’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

 Com­piti e funzioni

  • Relazioni con il pub­blico e attiv­ità di front-​office all’utenza;
  • Attiv­ità di back – office;
  • Redazione e divul­gazione di guide e servizi;
  • Ges­tione delle richi­este di accesso agli atti;
  • Ges­tione ed aggior­na­mento di banche dati territoriali;
  • Ges­tione dei rap­porti con asso­ci­azioni e istruzione degli atti in relazione ad attiv­ità cul­tur­ali e con­ces­sione di contributi;
  • Ges­tione del sis­tema infor­matico, stru­men­tazione mul­ti­me­di­ale, inter­net e reti intranet;
  • Istrut­to­ria per la con­ces­sione del patrocinio;
  • Rap­porti infor­ma­tivi con altre istituzioni;
  • Pro­mozione e ges­tione dei cen­tri locali, bib­lioteche, musei;
  • Redazione di arti­coli iner­enti il Parco e le sue attività;
  • Rassegna stampa;
  • Ges­tione rap­porti con i media (locali, nazion­ali ed internazionali);
  • Ese­cuzione di atti e provved­i­menti di com­pe­tenza dell’Ufficio;
  • Cor­rispon­denza ed archivio di com­pe­tenza dell’Ufficio.

UFFICIO PER LE RELAZIONI CON IL PUBBLICO (URP)

L’Ufficio per le relazioni con il pubblico offre tutte le informazioni di base sull’Ente e sui servizi che eroga.

I servizi offerti dall’U.R.P. sono:

• Informazioni sugli orari e sedi di ricevimento per il pubblico

• Informazioni su tutti i servizi del Parco

• Informazioni su gare, appalti e concorsi indetti dal Parco

• Informazioni su servizi offerti da enti pubblici e associazioni presenti sul territorio protetto

• Informazioni su manifestazioni, eventi culturali, sportivi, congressuali, mostre e fiere, che si svolgono sul territorio del Parco ed informazioni turistiche in generale (in sinergia con enti, agenzie e servizi specifici)

• Fornitura di modulistica relativa ad una serie di servizi, tra cui richiesta di contributi ed uso del logo del Parco e domande per l’accesso agli atti amministrativi (come previste dalla Legge 241/90, e successive modificazioni.

• Raccolta di suggerimenti e proposte, nonché di reclami e segnalazioni di disservizi relativi a tutti gli uffici (ed inoltro delle stesse agli uffici competenti perché siano esaminate e risolte)

• Assistenza nella compilazione di moduli ed istanze da presentare agli uffici del Parco e verifica dello stato di attuazione delle pratiche in corso

]]>
Thu, 02 May 2013 08:08:32 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/struttura-organizativa/area-promozione/urp-giovanni
Google Analytics http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/45-nessuna/155-google <![CDATA[]]> Mon, 22 Apr 2013 13:49:14 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/45-nessuna/155-google Credits http://www.cilentoediano.it/sito/credits <![CDATA[

Ideazione e realizzazione
• Ufficio informatico: Piero Ferrara

Content Management System
Il sito è stato realizzato su piattaforma Joomla! : un software open source per la realizzazione di siti Internet. Un gestore di contenuti — CMS

Progettazione, sviluppo, design grafico
piero ferrara
elena petrone

Contributi
angelo de vita

Fotografie di:
- P. Varuzza
- G. Capozzoli

- Archivio fotografico dell’Ente Parco

Disclaimer
Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. («Google»). Google Analytics utilizza dei «cookies», che sono file di testo che vengono depositati sul Suo computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web da parte Sua (compreso il Suo indirizzo IP) verranno trasmesse a, e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il Suo utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà il Suo indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Può rifiutarsi di usare i cookies selezionando l’impostazione appropriata sul Suo browser, ma ciò potrebbe impedirle di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, Lei acconsente al trattamento dei Suoi dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati.

 

]]>
Fri, 24 May 2013 09:19:15 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/credits
Privacy http://www.cilentoediano.it/sito/privacy <![CDATA[

Privacy
La presente informativa descrive le modalità di gestione dei dati personali forniti all’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni (di seguito «Ente Parco») in occasione della consultazione del sito da parte degli utenti, identificati o identificabili, che vi accedono e che interagiscono con esso e con i servizi web del Parco accessibili per via telematica.
L’informativa è resa ai sensi dell» art.13 del d.lgs. n.196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali, di seguito «il Codice»). L´informativa è resa solo per il sito web ufficiale dell’Ente Parco (disponibile all’indirizzo http://www.cilentoediano.it) e non per altri siti web esterni, eventualmente consultati dall´utente tramite link presenti sulle pagine del portale.

1. Titolare del trattamento dei dati
Il trattamento dei dati (che ai sensi dell’art. 4, comma 1 del Codice consiste in «qualunque operazione o complesso di operazioni, effettuati anche senza l’ausilio di strumenti elettronici, concernenti la raccolta, la registrazione, l’organizzazione, la conservazione, la consultazione, l’elaborazione, la modificazione, la selezione, l’estrazione, il raffronto, l’utilizzo, l’interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distruzione di dati, anche se non registrati in una banca di dati») all’interno del Portale è effettuato dall’Ente Parco, con sede legale ed amministrativa in Vallo della Lucania, Piazza Santa Caterina 8, in qualità di titolare del trattamento in persona del Direttore.

2. Luogo del trattamento dei dati
I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede dell’Ente Parco ovvero nelle sedi di competenza di eventuali incaricati esterni, solo da personale tecnico incaricato del trattamento, oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione. Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso, salvo nei casi espressamente previsti dalla legge. I dati personali eventualmente forniti dagli utenti sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la specifica prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario.

3. Tipi di dati trattati
Dati di navigazione
Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. («Google»). Google Analytics utilizza dei «cookies», che sono file di testo che vengono depositati sul Suo computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web da parte Sua (compreso il Suo indirizzo IP) verranno trasmesse a, e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il Suo utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà il Suo indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Può rifiutarsi di usare i cookies selezionando l’impostazione appropriata sul Suo browser, ma ciò potrebbe impedirle di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, Lei acconsente al trattamento dei Suoi dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati.

Dati forniti volontariamente dall´utente
L’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica e/o la compilazione di appositi moduli agli indirizzi presenti su questo sito comportano la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali ivi inseriti. Specifiche informative di sintesi possono essere progressivamente riportate o visualizzate nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta.
Facoltatività del conferimento dei dati: a parte quanto specificato per i dati di navigazione, l’utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta all’Ente Parco. Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ottenere quanto richiesto e, più in generale, di fruire dei servizi e delle iniziative promosse o promuovende da questo Ente Parco.


4. Modalità del trattamento
i dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.


Diritti degli interessati
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione o l’aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.
Dette richieste potranno pertanto essere indirizzate dall’utente scrivendo a:
Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Piazza Santa Caterina 884078 Vallo della Lucania (SA)

Privacy

La presente informativa descrive le modalità di gestione dei dati personali forniti all’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni (di seguito “Ente Parco”) in occasione della consultazione del sito da parte degli utenti, identificati o identificabili, che vi accedono e che interagiscono con esso e con i servizi web del Parco accessibili per via telematica.

L’informativa è resa ai sensi dell» art.13 del d.lgs. n.196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali, di seguito “il Codice”). L´informativa è resa solo per il sito web ufficiale dell’Ente Parco (disponibile all’indirizzo http://www.cilentoediano.it) e non per altri siti web esterni, eventualmente consultati dall´utente tramite link presenti sulle pagine del portale.

1. Titolare del trattamento dei dati

Il trattamento dei dati (che ai sensi dell’art. 4, comma 1 del Codice consiste in “qualunque operazione o complesso di operazioni, effettuati anche senza l’ausilio di strumenti elettronici, concernenti la raccolta, la registrazione, l’organizzazione, la conservazione, la consultazione, l’elaborazione, la modificazione, la selezione, l’estrazione, il raffronto, l’utilizzo, l’interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distruzione di dati, anche se non registrati in una banca di dati”) all’interno del Portale è effettuato dall’Ente Parco, con sede legale ed amministrativa in Vallo della Lucania, Piazza Santa Caterina 8, in qualità di titolare del trattamento in persona del Direttore.

2. Luogo del trattamento dei dati

I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta sede dell’Ente Parco ovvero nelle sedi di competenza di eventuali incaricati esterni, solo da personale tecnico incaricato del trattamento, oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione. Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso, salvo nei casi espressamente previsti dalla legge. I dati personali eventualmente forniti dagli utenti sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio o la specifica prestazione richiesta e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario.

3. Tipi di dati trattati

Dati di navigazione 

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. («Google»). Google Analytics utilizza dei «cookies», che sono file di testo che vengono depositati sul Suo computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web da  parte Sua (compreso il Suo indirizzo IP) verranno trasmesse a, e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il Suo utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni  a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà il Suo indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Può rifiutarsi di usare i cookies selezionando l’impostazione appropriata sul Suo browser, ma ciò potrebbe impedirle di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, Lei acconsente al trattamento  dei Suoi dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati. 


Dati forniti volontariamente dall´utente

L’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica e/o la compilazione di appositi moduli agli indirizzi presenti su questo sito comportano la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali ivi inseriti. Specifiche informative di sintesi possono essere progressivamente riportate o visualizzate nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta.

Facoltatività del conferimento dei dati: a parte quanto specificato per i dati di navigazione, l’utente è libero di fornire i dati personali riportati nei moduli di richiesta all’Ente Parco. Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ottenere quanto richiesto e, più in generale, di fruire dei servizi e delle iniziative promosse o promuovende da questo Ente Parco.

4. Modalità del trattamento

i dati personali sono trattati con strumenti automatizzati per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

Diritti degli interessati

I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione o l’aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003). Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.

Dette richieste potranno pertanto essere indirizzate dall’utente scrivendo a:
Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Piazza Santa Caterina 884078 Vallo della Lucania (SA)

]]>
Sat, 20 Apr 2013 14:14:15 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/privacy
Login http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/45-nessuna/163-login <![CDATA[]]> Thu, 16 May 2013 13:51:35 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/45-nessuna/163-login Il codice disciplinare http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/164-il-codice-disciplinare <![CDATA[

Pubblichiamo di seguito il codice disciplinare attualemnte vigente per i dipendenti degli Enti Pubblici non economici.

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/codice_disciplinare.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
Wed, 11 Jun 2014 07:09:02 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/164-il-codice-disciplinare
Il codice di comportamento per i dipendenti pubblici http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/173-il-codice-disciplinare-2 <![CDATA[

Pubblichiamo di seguito il codice di comportamento per i dipendenti pubblici di cui al DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 aprile 2013, n. 62.

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/CODICE_PA.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
Wed, 11 Jun 2014 07:09:02 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/173-il-codice-disciplinare-2
Tematismi scaricabili in formato shp http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/strumenti-di-pianificazione/il-piano-del-parco/tematismi-scaricabili-in-formato-shp <![CDATA[
Ambiti di paesaggio.zip Ambiti archeologici.zip archeologici_osservazioni.zip
 aree_contigue.zip  aree_interesse_idrogeologico.zip  beni_storici_emergenti.zip
 centri_locali.zip  centri_storici.zip contesti_centri_storici.zip
  emergenze floristiche e vegetazionali grotte_risorgenze.zip  itinerari_turistici.zip
 nodi_interscambio.zip   paesaggio_agrario.zip percorsi_storici.zip
 porti_approdi.zip  punti_panoramci.zip  sentieri.zip
siti archeologici siti_archeologici_oss.zip  sistemi_accessibilita
strade_panoramiche.zip zonizzazione.zip
]]>
Thu, 13 Jun 2013 11:29:39 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/strumenti-di-pianificazione/il-piano-del-parco/tematismi-scaricabili-in-formato-shp
Avviso pubblico per la costituzione di un elenco di esperti a supporto delle attività dell’Ente http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/168-avviso-pubblico-per-la-costituzione-di-un-elenco-di-esperti-a-supporto-delle-attivita-dell-ente <![CDATA[

L’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano in esecuzione della Determina n. 350 del 26.08.2009 così come integrata con Determina n. 419 del 21.10.2009, per garantire la più ampia partecipazione dei cittadini in possesso dei requisiti richiesti dall’

“Avviso pubblico per la costituzione di un elenco di esperti a supporto delle attività dell’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano ai sensi del Regolamento approvato con Delibera di Consiglio Direttivo n. 7 del 30 maggio 2008 ex art. 7 co.6 del D.Lgs 30 marzo 2001 n. 165

E STABILISCE L’AGGIORNAMENTO DELLELENCO  CON CADENZA TRIMESTRALE.

]]>
Thu, 30 May 2013 06:59:24 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/168-avviso-pubblico-per-la-costituzione-di-un-elenco-di-esperti-a-supporto-delle-attivita-dell-ente
Incarichi conferiti e autorizzati ai dipendenti http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/169-incarichi-e-consulenze-dei-dipendenti <![CDATA[

ANNO 2012

 {edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/incarichi_dipendenti_2012.pdf,900,700{/edocs}

ANNO 2013


{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/Incarichi_2013.pdf,900,700{/edocs}
 

 ANNO 2014

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/Incarichi_2014.pdf,900,700{/edocs}

ANNO 2015

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/Incarichi_2015.pdf,900,700{/edocs}

ANNO 2016

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/Incarichi_2016.pdf,900,700{/edocs}

ANNO 2017

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/Incarichi_2017_01.pdf,900,700{/edocs}

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/Incarichi_2017_02.pdf,900,700{/edocs}

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/Incarichi_2017_03.pdf,900,700{/edocs}

Aggiornamento 2017 4

AGGIORNAMENTO 2017 5

ANNO 2018

 

]]>
Thu, 28 Feb 2019 12:44:04 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/169-incarichi-e-consulenze-dei-dipendenti
Benessere organizzativo http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/190-benessere-organizzativo <![CDATA[

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/benessere.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
Tue, 05 Nov 2013 14:52:32 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/190-benessere-organizzativo
Documenti vari http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/198-docs <![CDATA[

Si pubblicano di seguito una serie di documenti relativi all’attività istituzioanle dell’OIV per la specifica compentenza in matera di performance.

]]>
Tue, 03 Feb 2015 10:53:32 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/198-docs
Durc su Pec http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/10-ente-parco/pagine-istituzionali/199-durc-su-pec <![CDATA[

Si pubblicano di seguito i Durc che arrivano sulla casella di posta elettronica certificata istituzionale.

I colleghi interessati possono effettuarne il download.

 

pdfCENTRO_GRAFICO_MERIDIONALE.pdf02/05/2014, 10:42

pdfRUSSO_SERVICE_SRL.pdf08/05/2014, 14:20

pdfCOOPERATIVA_SOCIALE_SMILES.pdf09/05/2014, 08:50

pdfSTAG_DI_SANSIVIERI_GIOVANNI.pdf09/05/2014, 08:51

pdfEXITO_SISTEMI_SRL.pdf15/05/2014, 17:14

pdfNICOLETTI_ANTONIO.pdf15/05/2014, 17:15

pdfVOLPE_TOUR_DI_VOLPE_EMILIO.pdf15/05/2014, 17:15

pdfVEICOLCHECK_ENERGINEERING_SRL.pdf15/05/2014, 17:16

pdfLANDI_GIUSEPPINA.pdf20/05/2014, 11:20

pdfLANSUD_SRL.pdf20/05/2014, 11:21

pdfLPG_ITALIANA_SRL.pdf20/05/2014, 11:21

pdfELECTRA_SRL.pdf20/05/2014, 14:00

pdfGENTILE_GRAZIANO.pdf28/05/2014, 09:19

pdfENEL_SERVIZIO_ELETTRICO_SPA.pdf30/05/2014, 08:30

pdfLEGAMBIENTE_ONLUS.pdf04/06/2014, 08:23

pdfMOSCATO_ANTONIO.pdf04/06/2014, 13:43

pdfGAS_NATURAL_VENDITA_ITALIA_SPA.pdf06/06/2014, 11:23

pdfHOTEL_LA_PERGOLA_SRL.pdf06/06/2014, 11:24

pdfINDUSTRIA_GRAFICA_LETIZIA_SRL.pdf06/06/2014, 11:24

pdfSAVOY.pdf06/06/2014, 11:24

pdfsimat.pdf06/06/2014, 11:25

pdfSMEET.pdf06/06/2014, 11:25

pdfBeGar.pdf12/06/2014, 12:11

pdfKUWAIT_PETROLEUM_ITALIA_SPA.pdf12/06/2014, 12:11

pdfBIG_CENTER_IMMERSO_srl.pdf13/06/2014, 09:54

pdfcostruzioni_amendola.pdf13/06/2014, 09:54

pdfEDISON_ENERGIA.pdf18/06/2014, 10:18

pdfLIQUIGAS_SPA.pdf23/06/2014, 09:02

pdfVALGAS_S_R_L.pdf23/06/2014, 09:03

pdflombardi.pdf30/06/2014, 10:54

pdfHALLEY_INFORMATICA_SRL.pdf03/07/2014, 09:15

pdfIMPROGEA_SRL.pdf03/07/2014, 09:15

pdfOFFICINE_MITRANO_SRL.pdf03/07/2014, 09:16

pdfSALVATORE_RONGA_SRL.pdf03/07/2014, 09:17

pdfPASTICCERIA_NUMBERTWO.pdf03/07/2014, 09:17

pdfTIERNO_LINO.pdf03/07/2014, 09:40

pdfMIGLINO_GERARDO.pdf04/07/2014, 09:58

pdfBAIA_VELINA_SRL.pdf07/07/2014, 09:26

pdfPACE_ROCCO_COSTRUZIONI_SRL.pdf07/07/2014, 09:26

pdfCERES_srl.pdf07/07/2014, 13:19

 pdfSANTA_MARGHERITA_SAS.pdf11/07/2014, 08:43

pdfCARSA_SRL.pdf14/07/2014, 09:01

pdfPACO_PACIFICO_COSTRUZIONI_SPA.pdf14/07/2014, 09:01

pdfPASTICCERIA_CROQUEMBOUCHE_DI_GREGORIO_ALESSANDRO.pdf14/07/2014, 09:02

pdfCECOM.pdf16/07/2014, 10:30

pdfEREDI_DI_RIZZO_FRANCESCA.pdf18/07/2014, 13:19

pdfpescatore_eva.pdf22/07/2014, 17:21

pdfESPOSITO_TOMMASO.pdf23/07/2014, 11:45

pdfCARBURANTI_DI_RESCINITI_ANTONIO.pdf23/07/2014, 12:01

pdfTEKNOMAR_SRL.pdf24/07/2014, 14:01

pdfWOLTERS_KLUWER_ITALIA_SRL.pdf30/07/2014, 11:09

pdfMOSCATO_ANTONIO.pdf01/08/2014, 09:04

pdfSYMBOLA_FONDAZIONE_PER_LE_QUALITA_ITALIANE.pdf01/08/2014, 09:05

pdfVELO_DI_LONGO_ANTONIO.pdf01/08/2014, 09:05

pdfVESUVIANA_INFISSI_SRL.pdf01/08/2014, 09:06

pdfRUGGIERO_PASQUALE.pdf04/08/2014, 09:16

pdfGREGORIO_COSTRUZIONI_E_TURISMO.pdf04/08/2014, 09:17

pdfMOSCATO_ANTONIO.pdf06/08/2014, 12:18

pdfTELECOM_ITALIA_SPA.pdf06/08/2014, 12:18

pdfCALZATURE_LUONGO_SRL.pdf11/08/2014, 10:29

pdfENEL_ENERGIA.pdf11/08/2014, 10:29

pdfREPAS_LUNCH_COUPON_SRL.pdf11/08/2014, 10:30

pdfSIMAT.pdf11/08/2014, 10:30

 pdfFONTANA.pdf12/08/2014, 10:36

pdfITALGRAFICA.pdf12/08/2014, 10:37

pdfsimat.pdf13/08/2014, 17:27

pdfDE_VIVO.pdf19/08/2014, 11:14

pdfDEPURENERGY.pdf19/08/2014, 11:15

pdfsanta_margherita.pdf19/08/2014, 11:16

pdfLEASE_PLAN_ITALIA_SPA.pdf20/08/2014, 18:26

pdfGLOBUS.pdf21/08/2014, 18:07

pdfCENTRO_GRAFICO_MERIDIONALE.pdf26/08/2014, 08:56

pdfORCHIDEA.pdf26/08/2014, 08:57

pdfSAGGESE.pdf26/08/2014, 08:57

pdfSMEET.pdf26/08/2014, 08:58

pdfCONVERGENZE_SPA.pdf27/08/2014, 09:56

pdfCALICCHIO.pdf28/08/2014, 18:55

pdfMAUTONE.pdf01/09/2014, 08:27

pdfARCELLA.pdf02/09/2014, 09:07

pdfTEDESCO.pdf02/09/2014, 09:08

pdfTOUCHWINDOW.pdf02/09/2014, 09:09

pdfTOUCHWINDOW_2.pdf02/09/2014, 09:10

pdfABATERM.pdf05/09/2014, 10:18

pdfFRAMA_COSTRUZIONI.pdf05/09/2014, 10:18

pdfINVERSO.pdf05/09/2014, 10:19

pdfnicoliello.pdf05/09/2014, 10:19

pdfEREDI_DI_RIZZO_FRANCESCA.pdf08/09/2014, 08:31

pdfINDUSTRIA_GRAFICA_CAMPANA.pdf10/09/2014, 08:23

pdfFOTOTRAPPOLAGGIO.pdf12/09/2014, 08:32

pdfDott_Ing_FRANCESCO_ruggiero.pdf17/09/2014, 08:20 

pdfSCHIAVO.pdf18/09/2014, 15:31

pdfANALISI_GENERALE_COSTRUZIONI.pdf23/09/2014, 09:45

pdfSCUBLA.pdf23/09/2014, 09:45

pdfENEROS_DI_PASQUALE_TARALLO.pdf25/09/2014, 13:01

pdfDI_DOMENICO_ANTONIO.pdf25/09/2014, 13:02

pdfGENTILE_GRAZIANO.pdf01/10/2014, 00:40

pdfTEDESCO_RAIMONDO.pdf01/10/2014, 00:40

pdfGEF_SRL.pdf01/10/2014, 00:43

pdfAUTOTRASPORTI_IMBRIACO.pdf02/10/2014, 17:52

pdfDI_MATTEO_GIUSEPPE.pdf02/10/2014, 17:52

pdfHOTEL_LA_PERGOLA_SRL.pdf02/10/2014, 17:53

pdfMAGICOMAR.pdf02/10/2014, 17:53

pdfMMF_COSTRUZIONI_GENERALI.pdf02/10/2014, 17:54

pdfSMEET.pdf02/10/2014, 17:55

pdfGCS.pdf06/10/2014, 06:58

pdfLANSUD.pdf09/10/2014, 08:31

pdfVEICOLCHECK_ENERGINEERING.pdf13/10/2014, 09:51

pdfENEL.pdf20/10/2014, 09:54

pdfENI.pdf20/10/2014, 09:54

pdfVALGAS.pdf20/10/2014, 09:55

pdfGAS_NATURAL_VENDITA.pdf21/10/2014, 10:18

pdfLANDI_GIUSEPPINA.pdf21/10/2014, 10:18

pdfISTITUTO_DI_VIGILANZA_LA_TORRE.pdf21/10/2014, 10:19

pdfVEICOLCHECK_ENERGINEERING.pdf22/10/2014, 09:09

pdfPNEUMATICI_DI_MAZZA_PAOLO.pdf24/10/2014, 08:29

pdfEDISON.pdf24/10/2014, 08:30

pdfLIQUIGAS.pdf03/11/2014, 11:31

pdfKUWAIT_PETROLEUM.pdf03/11/2014, 11:31

pdfSLOW_FOOD.pdf03/11/2014, 11:35

 pdfEQUIPE_MAK1.pdf05/11/2014, 11:01

pdfZORZI.pdf05/11/2014, 11:02

pdfVE-LO_DI_LONGO_ANTONIO.pdf05/11/2014, 11:03

pdfesposito_tommaso.pdf07/11/2014, 13:32

pdfGENERAL_BROKER_SERVICE.pdf07/11/2014, 13:33

pdfCERES_SRL.pdf12/11/2014, 10:30

pdfGEOGRAPHICA_SRL.pdf12/11/2014, 10:30

LUTRIA_SNC.pdf

pdfLEADER_SRL.pdf12/11/2014, 10:32

pdfAMBIENTE_E_QUALITA_SRL.pdf19/11/2014, 12:59

pdfCONVERGENZE.pdf19/11/2014, 12:59

pdfHOTEL_LEMBO_DI_MARE_SRL.pdf19/11/2014, 13:02

pdfQ8_QUASER_SRL_CON_SOCIO_UNICO.pdf19/11/2014, 13:03

pdfTECNOSYS.pdf21/11/2014, 10:14

pdfPACE_ROCCO.pdf21/11/2014, 10:15

pdfLUTRIA.pdf21/11/2014, 10:16

pdfSTS_ITALIA_SRL.pdf24/11/2014, 11:00

pdfINDUSTRIA_GRAFICA_LETIZIA.pdf01/12/2014, 09:19

pdfKUWAIT_PETROLEUM.pdf02/12/2014, 09:33

pdfBAIA_VELINA.pdf04/12/2014, 08:23

pdfIGEO.pdf04/12/2014, 08:23

pdfWWF.pdf04/12/2014, 08:24

pdfchirico_mario.pdf10/12/2014, 08:31

pdfMYO_SRL.pdf10/12/2014, 08:31

pdfLA_TORRETTA.pdf15/12/2014, 12:00

pdfCECOM.pdf16/12/2014, 08:31

pdfHALLEY.pdf16/12/2014, 08:31

pdfENEL.pdf16/12/2014, 10:00

pdfIDROSTRADE.pdf18/12/2014, 09:48

pdfREPAS_LUNCH_COUPON_SRL.pdf18/12/2014, 09:48

pdfGAIA.pdf18/12/2014, 09:48

pdfRUGGIERO_PASQUALE.pdf22/12/2014, 11:08

pdfSIMAT.pdf22/12/2014, 11:09

pdfPACO_PACIFICO_COSTRUZIONI_SPA.pdf22/12/2014, 11:09

pdfdoria.pdf13/01/2015, 09:01

pdfARCELLA.pdf13/01/2015, 09:02

pdfFONTANA.pdf14/01/2015, 09:12

pdfFOTOTRAPPOLAGGIO.pdf29/01/2015, 10:00

pdfMARSILIO_EDITORI_SPA.pdf13/02/2015, 09:13

pdfCOMUNICAZIONE_DI_PIRACCINI_MASSIMO.pdf13/02/2015, 09:13

pdfPACE_ROCCO_COSTRUZIONI.pdf13/02/2015, 09:13

pdfVELO_DI_LONGO_ANTONIO_SAS.pdf13/02/2015, 09:14

pdfXYLEM_WATER_SOLUTIONS_ITALIA_SRL.pdf24/02/2015, 08:38

pdfCONTE_ANTONIO_LUCA.pdf24/02/2015, 08:38

pdfschiavo.pdf24/02/2015, 08:38

pdfENEL_SERVIZIO_ELETTRICO_SPA.pdf26/02/2015, 08:41

pdfISTITUTO_DI_VIGILANZA_LA_TORRE.pdf26/02/2015, 08:41

pdfLANSUD.pdf26/02/2015, 08:41

pdfGENTILE_GRAZIANO.pdf03/03/2015, 15:35

pdfGEO.COS_SRL.pdf03/03/2015, 15:35

pdfASSOCONS.pdf05/03/2015, 17:35

pdfENI.pdf09/03/2015, 13:09

pdfXYLEM.pdf09/03/2015, 13:09

pdfTOUCHWINDOW.pdf12/03/2015, 10:36

pdfTOUCHWINDOW_2.pdf12/03/2015, 10:38

pdfQUADRIFOGLIO.pdf13/03/2015, 09:16

pdfIRTET.pdf18/03/2015, 10:19

pdfMANZONI.pdf18/03/2015, 10:20

pdfREPAS_LUNCH_COUPON.pdf19/03/2015, 15:50

pdfVALGAS.pdf19/03/2015, 15:50

pdfMEDIACOM.pdf19/03/2015, 15:51

pdfSCUBLA.pdf23/03/2015, 08:27

pdfBARONE_LUIGI.pdf25/03/2015, 13:20

pdfPOLITO_GROUP.pdf25/03/2015, 13:20

pdfGAS_NATURAL.pdf26/03/2015, 12:50

pdfDELCHIMICA.pdf26/03/2015, 12:50

pdfGENTILE.pdf26/03/2015, 12:50

pdfABATERM.pdf30/03/2015, 08:51

pdfEDISON.pdf30/03/2015, 08:51

pdfVERSANTE_SUD_SRL.pdf31/03/2015, 09:56

 

Leggi tutto…

]]>
Tue, 31 Mar 2015 07:57:02 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/10-ente-parco/pagine-istituzionali/199-durc-su-pec
Conferenza di Servizi per l’approvazione dei progetti relativi alla Realizzazione dei campi ormeggio per la nautica nell’Aree Marine Protette http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/10-ente-parco/pagine-istituzionali/214-conferenza-servizi-boe <![CDATA[

 

Conferenza di Servizi per l’approvazione dei progetti relativi alla Realizzazione dei campi ormeggio per la nautica nell’Area Marina Protetta di Costa degli Infreschi e della Masseta e di Santa Maria di Castellabate

              VALLO DELLA LUCANIA 29 APRILE 2014 ORE 10:00

 

DOCUMENTI PER IL DOWNLOAD

pdf Avviso_di_convocazione_definitivo.pdf

 

pdfDETERMINA_indizione_conferenza_61_2014.pdf

 

zipProgetto definitivo dal titolo: “Realizzazione dei campi ormeggio per la nautica da diporto in località Punta Licosa e Baia del Sambuco nell’Area Marina Protetta di Santa Maria di Castellabate”;

 zipProgetto definitivo dal titolo “Realizzazione dei campi ormeggio per la nautica da diporto in località Cala Bianca, Baia degli Infreschi e Cala Mariola nell’Area Marina Protetta di Costa degli Infreschi e della Masseta

]]>
Wed, 09 Apr 2014 11:47:07 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/10-ente-parco/pagine-istituzionali/214-conferenza-servizi-boe
Conto consuntivo es. finanziario 2013 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/217-conto-consuntivo-es-finanziario-2013 <![CDATA[

Si pubblica di seguito il Cotno consuntivo relativo all’esercizio finanziario 2013

pdfDelibera commissariale n. 2

zipallegati.zip

]]>
Fri, 09 May 2014 10:18:30 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/217-conto-consuntivo-es-finanziario-2013
CONTO ANNUALE - ANNO 2013 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/225-conto-annuale-del-personale-2013 <![CDATA[

Conto annuale 2013

 

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/conto_annuale_personale_2013.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
Wed, 11 Jun 2014 07:08:27 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/225-conto-annuale-del-personale-2013
CONTO ANNUALE - ANNO 2014 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/279-conto-annuale-del-personale-2014 <![CDATA[

Conto annuale 2014

 

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/conto_annuale_personale_2014.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
Mon, 08 Jun 2015 06:19:56 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/279-conto-annuale-del-personale-2014
Dati in forma aggregata 2014 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/262-dati-2014 <![CDATA[

Dati in forma aggregata 2014

 

{edocs}/images/parco/documenti/trasparenza/dati_aggregati_2014.pdf,700,1000{/edocs}

]]>
Wed, 17 Dec 2014 11:44:14 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/262-dati-2014
Atti generali http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/programma-triennale-per-la-trasparenza/226-atti-generali <![CDATA[

aaa

]]>
Thu, 12 Jun 2014 08:26:36 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/programma-triennale-per-la-trasparenza/226-atti-generali
Telefono e posta elettronica http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/organizzazione/227-telefono-e-posta-elettronica <![CDATA[

Si pubblica di seguito il link alla pagina dei dei nuomeri di telefono e degli indirizzi di posta elettronica di tutti i dipendenti dell’ente parco.

http://www.cilentoediano.it/sito/ente/contatti/contatii-dipendenti

]]>
Thu, 12 Jun 2014 09:03:50 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/organizzazione/227-telefono-e-posta-elettronica
Incarichi amministrativi di vertice http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/228-incarichi-amministrativi-di-vertice <![CDATA[

Attualmente non vi sono incarichi di qeusto tipo

]]>
Fri, 13 Jun 2014 09:06:54 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/228-incarichi-amministrativi-di-vertice
Personale non a tempo indeterminato http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/229-personale-non-a-tempo-indeterminato <![CDATA[

 

Attualmente non sono in servizio dipendenti a tempo non indeterminato.

]]>
Fri, 13 Jun 2014 07:59:26 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/229-personale-non-a-tempo-indeterminato
Contrattazione collettiva http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/230-contrattazione-collettiva <![CDATA[

Contrattazione collettiva

Si rinvia alla pagina dedicata alla contrattazione collettiva del sito dell’ARAN, Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni

https://www.aranagenzia.it/index.php/contrattazione/comparti/enti-pubblici-non-economici/contratti

]]>
Fri, 13 Jun 2014 08:04:48 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/230-contrattazione-collettiva
Contrattazione integrativa http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/231-contrattazione-integrativa <![CDATA[

Si pubblica di seguito il contratto Integrativo dell’Ente Parco 

]]>
Thu, 01 Oct 2015 15:34:54 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/231-contrattazione-integrativa
BANDO per “Percorso turistico nell’area naturale della Molpa con realizzazione di una struttura temporanea per favorire la fruibilità” http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/31-gare-e-appalti/256-bando-per-percorso-turistico-nell-area-naturale-della-molpa-con-realizzazione-di-una-struttura-temporanea-per-favorire-la-fruibilita <![CDATA[

Bando per “Percorso turistico nell’area naturale della Molpa con realizzazione di una struttura temporanea per favorire la fruibilità”

verbali di gara

convocazione commissione 3 marzo 2015

]]>
Mon, 15 Jun 2015 16:14:30 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/31-gare-e-appalti/256-bando-per-percorso-turistico-nell-area-naturale-della-molpa-con-realizzazione-di-una-struttura-temporanea-per-favorire-la-fruibilita
Indagine interna sul benessere organizzativo 2014 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/270-indagine-interna-sul-benessere-organizzativo-2014 <![CDATA[

Indagine interna sul benessere organizzativo

]]>
Wed, 11 Feb 2015 13:27:04 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/270-indagine-interna-sul-benessere-organizzativo-2014
Relazione sulla Performance anno 2014 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/282-relazione-sulla-performance-anno-2014 <![CDATA[

pdfdelibera_n._15.pdf

]]>
Wed, 15 Jul 2015 11:15:50 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/282-relazione-sulla-performance-anno-2014
Piano della Performance 2016 - 18 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/470-piano-della-performance-201618 <![CDATA[

Si pubblica la deliberazione n. 3 del 22/03/2016 di approvazione del Piano della Performance 20162018

]]>
Tue, 05 Apr 2016 08:13:39 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/470-piano-della-performance-201618
Piano triennale della Trasparenza 2016-2018 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/471-piano-triennale-della-trasparenza-20162018 <![CDATA[

Si pubblica la delibera n. 5 del 22/03/2016 di approvazione del Piano Triennale ssulla trasparenza

]]>
Tue, 05 Apr 2016 08:15:17 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/471-piano-triennale-della-trasparenza-20162018
Conto consuntivo anno 2015 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/479-contio-consuntivo-anno-2015 <![CDATA[

Si pubblicanio di seguito le delibere commissariali 10 e 11 riguardanti il Riaccertamento dei residui attivi e passivi e l’approvazione del conto consuntivo esercizio finanziario anno 2015

]]>
Thu, 26 May 2016 11:28:40 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/479-contio-consuntivo-anno-2015
Il commissario straordinario (2014-2016) http://www.cilentoediano.it/sito/ente/organi-istituzionali/il-commissario-straordinario <![CDATA[

Compensi di qualsiasi natura connessi all’assunzione della carica

nominativo Atto di nomina Periodo indennità Indennità di carica lorda complessiva

Troiano Amilcare

Presidente

Decreto DEC/DPN/214 del 25 febbraio 2009 del Ministro dell’Ambiente 2013 €   26.972,28

Troiano Amilcare

Commissario straordinario

decreto del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare n. 110 del 04.04.2014 2014 €   26.972,28

Troiano Amilcare

Commissario straordinario

decreto del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare n. 110 del 04.04.2014 2015 €   26.972,28

 

Spese per viaggi di servizio e missioni pagati con fondi pubblici

nominativo Periodo rimborso Importo erogato

Troiano Amilcare

Presidente

Anno 2013 3.436,84

Troiano Amilcare

Commissario Straordinario dal 11/04/2014 al 25/04/2016

Anno 2014 1.045,55

Troiano Amilcare

Commissario Straordinario dal 11/04/2014 al 25/04/2016

Anno 2015 267,00
]]>
Fri, 10 Jun 2016 07:28:54 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/organi-istituzionali/il-commissario-straordinario
Sanzioni per mancata comunicazione dei dati http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/organizzazione/sanzioni-per-mancata-comunicazione-dei-dati <![CDATA[

Sezione relativa alle sanzioni per mancata comunicazione dei dati, come indicato all’art. 47 del d.lgs. 33/2013

Art. 47 Sanzioni per casi specifici

1.La mancata o incompleta comunicazione delle informazioni e dei dati di cui all’articolo 14, concernenti la situazione patrimoniale complessiva del titolare dell’incarico al momento dell’assunzione in carica, la titolarita» di imprese, le partecipazioni azionarie proprie, del coniuge e dei parenti entro il secondo grado, nonche» tutti i compensi cui da diritto l’assunzione della carica, da» luogo a una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della mancata comunicazione e il relativo provvedimento e» pubblicato sul sito internet dell’amministrazione o organismo interessato.

2. La violazione degli obblighi di pubblicazione di cui all’articolo 22, comma 2, da» luogo ad una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della violazione. La stessa sanzione si applica agli amministratori societari che non comunicano ai soci pubblici il proprio incarico ed il relativo compenso entro trenta giorni dal conferimento ovvero, per le indennita» di risultato, entro trenta giorni dal percepimento. 3. Le sanzioni di cui ai commi 1 e 2 sono irrogate dall’autorita» amministrativa competente in base a quanto previsto dalla legge 24 novembre 1981, n. 689.

]]>
Mon, 06 Jun 2016 19:12:53 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/organizzazione/sanzioni-per-mancata-comunicazione-dei-dati
elenco contatti http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/22-ente-parco/513-elenco-contatti <![CDATA[








 

]]>
Fri, 06 Jan 2017 09:44:36 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/component/content/article/22-ente-parco/513-elenco-contatti
Codice di Comportamento http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/programma-triennale-per-la-trasparenza/527-codice-di-comportamento <![CDATA[

Codice di Comportamento approvato con delibera consiliare n. 4/2017

]]>
Tue, 14 Mar 2017 12:22:51 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/programma-triennale-per-la-trasparenza/527-codice-di-comportamento
BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2017 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/530-bilancio-di-previsione-esercizio-finanziario-2017 <![CDATA[

BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO FINANZIARIO 2017

]]>
Fri, 24 Mar 2017 12:05:15 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/530-bilancio-di-previsione-esercizio-finanziario-2017
Dati in forma aggregata 2013-2015 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/531-dati-in-forma-aggregata-20132015 <![CDATA[

Si pubblica in allegato il documento che riepiloga i dati relativi al lavoro straordinario e il premio di incentivazione e produttività relativi agli anni 20132015

]]>
Fri, 31 Mar 2017 07:00:51 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/531-dati-in-forma-aggregata-20132015
CONTO ANNUALE 2015 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/533-conto-annuale <![CDATA[

iN ALLEGATO IL CONTO ANNUALE

]]>
Fri, 31 Mar 2017 07:15:26 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/533-conto-annuale
CONTO ANNUALE 2017 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/663-conto-annuale-2 <![CDATA[

iN ALLEGATO IL CONTO ANNUALE

]]>
Wed, 27 Jun 2018 09:38:12 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/663-conto-annuale-2
CONTO ANNUALE 2016 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/664-conto-annuale-3 <![CDATA[

iN ALLEGATO IL CONTO ANNUALE

]]>
Wed, 27 Jun 2018 10:07:40 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-personale/664-conto-annuale-3
SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE D.LGS. 150/2009 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/544-sistema-di-misurazione-e-valutazione-della-performance-d-lgs-1502009 <![CDATA[

Si pubblica in allegato il documento sul

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE D.LGS. 150/2009

]]>
Fri, 15 Feb 2019 13:07:16 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/544-sistema-di-misurazione-e-valutazione-della-performance-d-lgs-1502009
Procedura aperta per la fornitura in opera di &quot;REALIZZAZIONE CAMPO ORMEGGIO PER LA NAUTICA DA DIPORTO IN LOCALITA' PUNTA LICOSA E SEGNALAMENTI AREE DI ANCORAGGIO NELL'AREA MARINA PROTETTA DI SANTA MARIA DI ... http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/563-procedura-aperta-per-la-fornitura-in-opera-di-realizzazione-campo-ormeggio-per-la-nautica-da-diporto-in-localita-punta-licosa-e-segnalamenti-aree-di-ancoraggio-nell-area-marina-protetta-di-santa-maria-di-castellabate <![CDATA[

Procedura aperta per la fornitura in opera di
REALIZZAZIONE CAMPO ORMEGGIO PER LA NAUTICA DA DIPORTO IN LOCALITA» PUNTA LICOSA E SEGNALAMENTI AREE DI ANCORAGGIO NELLAREA MARINA PROTETTA DI SANTA MARIA DI CASTELLABATE

 

FAQ

]]>
Mon, 10 Jul 2017 13:59:48 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/563-procedura-aperta-per-la-fornitura-in-opera-di-realizzazione-campo-ormeggio-per-la-nautica-da-diporto-in-localita-punta-licosa-e-segnalamenti-aree-di-ancoraggio-nell-area-marina-protetta-di-santa-maria-di-castellabate
Procedura aperta per la fornitura in opera di &quot;ATTREZZAGGIO AREE DI ANCORAGGIO ED ORMEGGIO NELL'AREA MARINA PROTETTA DI COSTA DEGLI INFRESCHI E DELLA MASSETA&quot;. http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/564-procedura-aperta-per-la-fornitura-in-opera-di-attrezzaggio-aree-di-ancoraggio-ed-ormeggio-nell-area-marina-protetta-di-costa-degli-infreschi-e-della-masseta <![CDATA[

Procedura aperta per la fornitura in opera di

ATTREZZAGGIO AREE DI ANCORAGGIO ED ORMEGGIO NELLAREA MARINA PROTETTA DI COSTA DEGLI INFRESCHI E DELLA MASSETA».

FAQ

]]>
Mon, 10 Jul 2017 14:00:44 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/564-procedura-aperta-per-la-fornitura-in-opera-di-attrezzaggio-aree-di-ancoraggio-ed-ormeggio-nell-area-marina-protetta-di-costa-degli-infreschi-e-della-masseta
Conto Consuntivo 2016 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/565-conto-consuntivo-2016 <![CDATA[

Conto Consuntivo 2016

]]>
Thu, 06 Jul 2017 13:52:35 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/565-conto-consuntivo-2016
AVVISO PUBBLICO PER L’INDIVIDUAZIONE DI COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO “B” http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/577-avviso-pubblico-per-l-individuazione-di-cooperative-sociali-di-tipo-b <![CDATA[

AVVISO PUBBLICO PER L’INDIVIDUAZIONE DI COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO “B” INTERESSATE A PROCEDURE DI AFFIDAMENTO PER IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE
ORDINARIA DEL VERDE NELLE AREE DI PROPRIETÀ DELLENTE PARCO DEL CILENTO VALLO DI DIANO E ALBURNI E IN EVENTUALI ALTRE AREE (NON DI PROPRIETÀ) MA DI
ALTA VALENZA NATURALISTICA

 index

]]>
Thu, 05 Oct 2017 15:31:47 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/577-avviso-pubblico-per-l-individuazione-di-cooperative-sociali-di-tipo-b
Relazione sulla Performance anno 2016 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/584-relazione-sulla-performance-anno-2016 <![CDATA[

Si pubblicano in allegato i documenti relativia alla Relazione sulla Performance 2016.

]]>
Wed, 27 Sep 2017 06:45:11 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/584-relazione-sulla-performance-anno-2016
Piano della performance 2017/2019 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/595-piano-della-performance-20172019 <![CDATA[

Si pubblica in allegato la delibera di Consiglio direttivo di approvazione del Piano della Performance 2017/2019

]]>
Thu, 26 Oct 2017 14:00:41 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/595-piano-della-performance-20172019
NUOVO DISCIPLINARE SANZIONI AMMINISTRATIVE (2) http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/30-altri-atti/598-nuovo-disciplinare-sanzioni-amministrative-2 <![CDATA[

Si pubblica in allegato il nuovo

DISCIPLINARE SANZIONI AMMINISTRATIVE

Art. 30, Legge n.394 del 06.12.1991 e s.m.i.

]]>
Tue, 14 Nov 2017 14:30:48 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/archivio-storico-atti/30-altri-atti/598-nuovo-disciplinare-sanzioni-amministrative-2
Bilancio di previsione 2018 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/621-bilancio-di-previsione-2018 <![CDATA[

Il bilancio di previsione 2018

]]>
Mon, 26 Feb 2018 15:27:07 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/621-bilancio-di-previsione-2018
Incarichi e consulenze esterne http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/incarichi-e-consulenze/81-incarichi-e-consulenze-esterne <![CDATA[

Legge n. 244 del 24/12/07 — art. 3, commi 18 e 54, Art. 15, commi 1 e 2 del d.lgs. 33/2013 e art. 53 comma 4 d.lgs. 1658/2001.

Si pubblica l’elenco dei consulenti e collaboratori esterni, comprensiva dei relativi oggetti d’incarico, ed importi erogati.

 ANNO 2013

Tabella degli incarichi professionali affidati

Nominativo
Oggetto dell’incarico Forma contrattuale Data inizio Data fine Importo (euro) Importo erogato (euro)
Cataldo Roberta
Progettazione Piano di gestione forestale dei beni dell’Ente Parco DI NATURA DISCREZIONALE 14/02/2013 15/03/2013  
Capozzoli Antonio PROGETTAZIONE IMPIANTISTICA ESECUTIVA PER I LAVORI DI RECUPERO COMPLESSO MONUMENTALE PALAZZO SANTA MARIA DI TEGGIANO DI NATURA DISCREZIONALE 26/02/2013 18/03/2013 35.059,02  
Mauro Luciano Collaborazione tecnica nell’aggiornamento del progetto di valorizzazione del Parco archeologico di Paestum: realizzazione di impianti di roseti. DI NATURA DISCREZIONALE 14/03/2013 24/03/2013 3.500,00  
LA MAIDA CIRO INCARICO TECNICO RELATIVO A SERVIZI DI VARIAZIONE CATASTALE PALAZZO SANTA MARIA SITO IN TEGGIANO DI NATURA DISCREZIONALE 24/06/2013
01/07/2013
2020,00
 
APOLITO RENATO INCARICO PROFESSIONALE PER LA REDAZIONE DELLA PROGETTAZIONE ESECUTIVA DI MIGLIORAMENTO SISMICO DELLIMMOBILE ADIBITO A CASERMA FORESTALE IN MONTANO ANTILIA DI NATURA DISCREZIONALE 28/06/2013 25/10/2013 5.033,60  
Di Sevo Vincenzo Servizi di costituzione fascicolo aziendale/anagrafico assistenza tecnica e verifica cartella SIAN DI NATURA DISCREZIONALE 23/09/2013 22/10/2013 370,26  
IPPOLITO ARSENIO INTERPRETARIATO E GESTIONE ACCOGLIENZA
DI NATURA DISCREZIONALE
01/09/2013 03/09/2013 2.008,00  

 

ANNO 2014

Tabella degli incarichi professionali affidati

INCARICHI ESTERNI 2014

Aggiornamento 2014

ANNO 2015

 

Anno 2016

Non sono state affidate consulenze e collaborazioni ai sensi dell’art. 7 comma 6 del D.Lgs. 165/2001”.

 Anno 2017

Non sono state affidate consulenze e collaborazioni ai sensi dell’art. 7 comma 6 del D.Lgs. 165/2001”.

TABELLA INCARICHI CONFERITI E AUTORIZZATI

CONSULENTI E COLLABORATORI

 

Nominativo

Estremi atto di conferimento

Descrizione e durata incarico

Curriculum vitae

Compenso incarico

Attestazione dell’avvenuta verifica dell’insussistenza di situazioni, anche potenziali, di conflitto di interesse

Avvenuta comunicazione Funzione Pubblica

SI/NO

————-

————-

————-

————–

————-

————-

————

Nell’anno 2017 non sono state affidate consulenze e collaborazioni ai sensi dell’art. 7 comma 6 del D.Lgs. 165/2001

ANNO 2018

 

ID NOMINATIVO OGGETTO DELLINCARICO FORMA CONTRATTUALE DATA INIZIO DATA FINE IMPORTO (€) IMPORTO EROGATO (€)
222135 D’Acunzi Giuseppe Responsabile di impianti di trattamento dei rifiuti, di appalti e contratti della Pubblica Amministrazione Discrezionale 08/08/2018 08/08/2019             3.000,00  
  Guadagno Rossella Monitoraggio progetto «FAGUS» (analisi, valutazione e stima quantitativa) Discrezionale 17/07/2017 31/08/2017             2.000,00  
269971 De Vivo Giuseppe esperto forestale per attività di assistenza, supporto, predisposizione, ed attuazione afferenti alla gestione del patrimonio agro-silvo-pastorale del Parco Nazionale del Cilento, Valoo di Diano e Alburni Previsto da norma di legge 23/10/2018 23/10/2019             5.000,00  

23/09/2013
]]>
Thu, 28 Feb 2019 12:49:16 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/incarichi-e-consulenze/81-incarichi-e-consulenze-esterne
Piano della Performance 2018-2020 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/648-piano-della-performance-20182020 <![CDATA[

Piano della Performance 20182020

]]>
Tue, 08 May 2018 07:03:00 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/648-piano-della-performance-20182020
Piano di Assestamento Forestale del Parco http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/strumenti-di-pianificazione/654-piano-di-assestamento-forestale-del-parco <![CDATA[

Si pubblicano di seguito i documenti relativi al Piano di Assestamento Forestale del Parco

]]>
Mon, 04 Jun 2018 12:25:50 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/strumenti-di-pianificazione/654-piano-di-assestamento-forestale-del-parco
Consuntivo 2017 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/667-consuntivo-2017 <![CDATA[

Conto consuntivo 2017

]]>
Wed, 04 Jul 2018 13:06:16 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/667-consuntivo-2017
Bilancio di previsione 2019 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/703-bilancio-di-previsione-2019 <![CDATA[

Bilancio di previsione 2019

]]>
Tue, 04 Dec 2018 15:05:22 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/703-bilancio-di-previsione-2019
Nuovo Archivio Storico http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/nuovo-archivio-storico <![CDATA[ ]]> Tue, 12 Feb 2019 07:50:33 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/nuovo-archivio-storico Sistema di misurazione e valutazione 2019 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/714-sistema-di-misurazione-e-valutazione-2019 <![CDATA[

Sistema di misurazione e valutazione 2019

]]>
Fri, 15 Feb 2019 13:05:21 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/714-sistema-di-misurazione-e-valutazione-2019
Avviso Albo Fornitori http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/718-avviso-albo-fornitori <![CDATA[

AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELLELENCO DEI FORNITORI DI BENI, SERVIZI E LAVORI DI CUI ALLART. 36 DEL D.LGS. 50/2016 DELLENTE PARCO NAZIONALE DEL CILENTO, VALLO DI DIANO E ALBURNI

]]>
Wed, 13 Mar 2019 11:05:15 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/718-avviso-albo-fornitori
Piano della Performance 2019-2021 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/721-piano-della-performance-20192021 <![CDATA[

Piano della Performance 20192021

]]>
Mon, 25 Mar 2019 09:30:27 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/il-piano-della-performance/721-piano-della-performance-20192021
Premio Nazionale Erica Fraiese bando XVI edizione: &quot;Cilento Contest&quot; http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/724-premio-nazionale-erica-fraiese-bando-xvi-edizione-cilento-contest <![CDATA[

Premio Nazionale Erica Fraiese bando XVI edizione: «Cilento Contest»

]]>
Fri, 29 Mar 2019 13:14:56 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/724-premio-nazionale-erica-fraiese-bando-xvi-edizione-cilento-contest
Conto Consuntivo 2018 http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/738-conto-consuntivo-2018 <![CDATA[

Conto Consuntivo 2018

Allegati Conto Consuntivo 2018 — parte I

Allegati Conto Consuntivo 2018 — parte II

]]>
Tue, 07 May 2019 11:06:41 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/bilanci-cat/738-conto-consuntivo-2018
AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI RELATIVI ALLA REDAZIONE DEI PIANI DI GESTIONE DEI SITI DELLA RETE NATURA 2000 CHE RICADONO NELLE AREE RURALI B, C E D, DEL PROGRAMMA DI ... http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/744-avviso-pubblico-di-manifestazione-di-interesse-per-l-affidamento-dei-servizi-relativi-alla-redazione-dei-piani-di-gestione-dei-siti-della-rete-natura-2000-che-ricadono-nelle-aree-rurali-b-c-e-d-del-programma-di-sviluppo-rurale-della-campania-20142020-tip <![CDATA[

AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI RELATIVI ALLA REDAZIONE DEI PIANI DI GESTIONE DEI SITI DELLA RETE NATURA 2000 CHE RICADONO NELLE AREE RURALI B, C E D, DEL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE DELLA CAMPANIA 20142020TIPOLOGIA DI INTERVENTO 7.1.1.

]]>
Wed, 03 Jul 2019 09:31:56 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/744-avviso-pubblico-di-manifestazione-di-interesse-per-l-affidamento-dei-servizi-relativi-alla-redazione-dei-piani-di-gestione-dei-siti-della-rete-natura-2000-che-ricadono-nelle-aree-rurali-b-c-e-d-del-programma-di-sviluppo-rurale-della-campania-20142020-tip
AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONDUZIONE, CUSTODIA, MANUTENZIONE PROGRAMMATA E RIPARATIVA DELL’IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO DEL PARCO NAZIONALE DEL CILENTO, VALLO DI DIANO E ALBURNI, SITO NEL COMUNE DI LAURINO (SA), FRAZIONE ... http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/745-affidamento-del-servizio-di-conduzione-custodia-manutenzione-programmata-e-riparativa-dell-impianto-di-compostaggio-del-parco-nazionale-del-cilento-vallo-di-diano-e-alburni-sito-nel-comune-di-laurino-sa-frazione-villa-littorio-localita-iscariello-cig-7949 <![CDATA[

AFFIDAMENTODELSERVIZIODI CONDUZIONE,CUSTODIA, MANUTENZIONEPROGRAMMATAERIPARATIVA DELLIMPIANTO DI COMPOSTAGGIO DEL PARCO NAZIONALE DEL CILENTO, VALLO DI DIANO E ALBURNI, SITO NEL COMUNE DI LAURINO (SA), FRAZIONE VILLA LITTORIO, LOCALITAISCARIELLO CIG7949405886 CUPE46D19000020007

]]>
Fri, 05 Jul 2019 12:36:33 GMT http://www.cilentoediano.it/sito/ente/trasparenza/gare-e-appalti/745-affidamento-del-servizio-di-conduzione-custodia-manutenzione-programmata-e-riparativa-dell-impianto-di-compostaggio-del-parco-nazionale-del-cilento-vallo-di-diano-e-alburni-sito-nel-comune-di-laurino-sa-frazione-villa-littorio-localita-iscariello-cig-7949

loghi banner